Gaianews

Clima: a che velocità si riscalderà la terra?

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 01.10.2013

Una ricerca pubblicata su Environmental Research Letters  si è concentrata sui tempi degli effetti dell’aumento dell’anidride carbonica sul riscaldamento globale. Molti studi spiegano gli esperti hanno dimostrato che ci sia una relazione fra uamento della concontrazione di anidride carbonica nell’atmosfera e aumenta della temperatura globale, ma quali sono i tempi di questo aumento?

orso_eolico

Secondo  Ken Caldeira and Nathan Myhrvold della Carnegie University circa la metà del riscaldamento avviene entro i primi 10 anni dopo un aumento nella concentrazione atmosferica di CO2, ma circa un quarto del riscaldamento si verifica più di un secolo dopo l’aumento.

Ken Cladeira è un climatologo che ha partecipato alla stesura del recente rapporto sul clima dell’IPCC (Internationale Panel on Climat Change) grazie al quale gli scienziati hanno potuto affermare che l’anidride carbonica prodotta dalle attività umane è una causa importante del riscaldamento globale al 95-100%.

Nathan Myhrvold è invece il fondatore e amministratore delegato di una società tecnologica, la Intellectual Ventures LLC  e questo è il terzo articolo che i due pubblicano insieme. 

Lo studio raccoglie i risultati della maggior parte dei modelli climatici mondiali. Caldeira e Myhrvold hanno analizzato più di 50 simulazioni climatiche, che sono state eseguite utilizzando 20 diversi modelli climatici del Climate Model Intercomparison Project, Phase 5 (CMIP5).

I ricercatori hanno potuto constatare che in tutti i modelli ad un aumento brusco di CO2 nell’atmosfera corrispondeva un aumento veloce della temperatura che poi rallenta nel tempo prima di raggiungere il completo dispiegamento dell’effetto.

Ma c’è discordanza se si entra nei dettagli: mentre un modello raggiunge il picco di riscaldamento al 38% dopo dieci anni un altro raggiunge il picco al 61% nello stesso periodo. Discordanze simili avvengono per ciò che avviene nell’arco di un secolo dove il dispiegamento del riscaldamento avviene al 60% o all’86%.

Inoltre non c’è ancora chiarezza sulla quantità dell’aumento della temperatura.

L’incertezza nella quantità di riscaldamento si combina con l’incertezza nel ritmo del riscaldamento . Da un raddoppio istantaneo del contenuto atmosferico di CO2 rispetto al livello di base pre-industriale , alcuni modelli potrebbero proiettare 2 ° C ( 3,6 ° F) del riscaldamento globale in meno in un decennio, mentre altri sostengono che lo stesso riscaldamento si dispiegherebbe nell’arco di un secolo.

“Mentre non vi è una notevole incertezza sia nel ritmo del cambiamento che nell’intensità totale del riscaldamento  a seguito di un aumento della concentrazione di gas a effetto serra”, ha detto Caldeira , “c’è poca incertezza nella prospettiva fondamentale. Se continuiamo ad aumentare le concentrazioni di CO2 nell’atmosfera con le emissioni dalla combustione di carbone, petrolio e gas, la Terra continuerà a riscaldarsi. Se vogliamo fermare il riscaldamento dulla Terra dobbiamo smettere di costruire oggetti che hanno ciminiere e tubi di scappamento che emettono CO2 in atmosfera.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA