Gaianews

Conservazione

  • Grande squalo bianco, il governo australiano vuole l’uccisione preventiva

    Grande squalo bianco, il governo australiano vuole l’uccisione preventiva

    Un piano che prevede l’uccisione dei grandi squali bianchi che si avvicinano troppo alle spiagge australiane per proteggere i bagnanti ha suscitato la reazione indignata di ambientalisti e conservazionisti. Il grande squalo bianco è infatti una specie considerata minacciata, a causa della pesca illegale e indiscriminata per le sue pinne, molto ambite in Oriente

  • Nuovo ‘codice a barre’ aiuterà a capire meglio la biodiversità e a preservarla

    Nuovo ‘codice a barre’ aiuterà a capire meglio la biodiversità e a preservarla

    Uno studio dell’Ise-Cnr ha individuato un marcatore molecolare alternativo a quello comunemente utilizzato nelle analisi tassonomiche degli animali microscopici dei sedimenti marini. La scoperta, pubblicata sulla rivista Pnas, consentirà una stima più accurata della diversità biologica

  • Conta delle femmine coi piccoli di orso marsicano: mancano all’appello tre cuccioli

    Conta delle femmine coi piccoli di orso marsicano: mancano all’appello tre cuccioli

    Si sono concluse a metà settembre le operazioni di conta delle femmine coi cuccioli di orso bruno marsicano che si svolgono nell’ambito del progetto europeo Life Arctos. Il team dell’Università La Sapienza di Roma che ha coordinato riporta il mancato avvistamento di 3 cuccioli su 11, oltre che confermare le segnalazioni di cani randagi e vacche che mangiano le bacche di ramno di cui l’orso si nutre

    Popolazione orso marsicano: Sammuri si complimenta, ma Zanoni interroga il parlamento europeo
    Orso marsicano fuori pericolo? Parco e Università smentiscono la stampa

  • Liberato capovaccaio a Gravina: nuova speranza per questa specie in pericolo

    Liberato capovaccaio a Gravina: nuova speranza per questa specie in pericolo

    Il capovaccaio è una dei rapaci a più alto rischio di estinzione in Italia: se ne contano ormai solo poche coppie nidificanti.
    Il cerm (Centro di riproduzione) di Rocchette di Fazio, in provincia di Grosseto, si occupa della riproduzione di questi rapaci ed è al cerm che quest’ anno è nato Augusto. Il capovaccaio è stato trasferito dopo tre mesi nell’oasi LIPU di Gravina, in Puglia, dove ha spiccato il suo primo volo e da dove è partito per la sua prima migrazione verso l’Africa. Da lì si spera che tornerà per nidificare nel nostro Paese

  • Wwf: nate oltre 60 tartarughe caretta caretta in Sicilia

    Wwf: nate oltre 60 tartarughe caretta caretta in Sicilia

    Oltre 60 tartarughine marine di una specie a grave rischio d’estinzione sono nate in Sicilia dopo una schiusa durata 4 giorni, con gli ultimi 6 esemplari ‘scortati’ in acqua sul gommone della Guardia Costiera di Porto Empedocle insieme ai volontari del WWF per superare una difficile mareggiata: è la bella notizia di fine estate regalataci dal nido di tartaruga marina Caretta caretta sulla spiaggia di Giallonardo (in provincia di Agrigento)

  • Scoperta in Congo il Lesula, una nuova scimmia: è già a rischio di estinzione

    Scoperta in Congo il Lesula, una nuova scimmia: è già a rischio di estinzione

    Si chiama Lesula una scimmia dal volto umano scoperta da un gruppo di scienziati americani e di alcuni istituti per la conservazione della fauna selvatica nella Repubblica Democratica del Congo, in Africa. La scimmia era in realtà già nota alla gente comune proprio con il nome popolare di Lesula . E’stata vista per la prima volta dai ricercatori perchè un individuo femmina era tenuto in cattività in un paese nel 2007. Durante la loro ricerca gli studiosi hanno incontrato diversi individui tenuti in cattività e hanno potuto, con il permesso dei proprietari, studiarli per dimostrare la differenza fra questa nuova specie e una specie “sorella”, accertando quindi l’esistenza di una specie nuova.

  • Cento specie in pericolo, ma nessuno le salverà

    Cento specie in pericolo, ma nessuno le salverà

    Per la prima volta, più di 8.000 scienziati si sono riuniti a Seoul, in Sud Corea, per identificare 100 delle specie più minacciate del pianeta, tra animali, piante e funghi. Ma i ricercatori temono che questi esseri viventi verranno lasciati morire, in quanto nessuna di queste specie fornisce agli umani evidenti o immediati benefici
    Orso marsicano fuori pericolo?
    Le tigri imparano a fare il ‘turno di notte’

  • Le tigri imparano a fare il “turno di notte” per convivere con gli umani

    Le tigri imparano a fare il “turno di notte” per convivere con gli umani

    La convivenza fra fauna selvatica e esseri umani è spesso pensata nel senso dell’ alternativa: o si salva l’uno o l’altra. La convivenza, la ricerca di una via di mezzo e di un compromeeso è cosa piuttosto difficoltosa, anche perchè è inteso che le soluzioni le debbano trovare gli uomini. In Nepal è successo qualcosa […]

  • Estinzione: cosa succede, nel lungo periodo, quando la Terra si riscalda

    Estinzione: cosa succede, nel lungo periodo, quando la Terra si riscalda

    Il riscaldamento globale e l’estinzione delle specie sono argomento di articoli frequentisui maggiori giornali. E sono costante oggetto di studio degli scienziati. Gli scienziati delle Università di York, Glasgow e Leeds, hanno analizzato la relazione fra biodiversità e riscaldamento globale tenendo conto di reperti fossili risalenti a 540 milioni di anni fa. Lo studio sostiene […]

  • Invertebrati a rischio di estinzione, minaccia anche per l’uomo

    Invertebrati a rischio di estinzione, minaccia anche per l’uomo

    Un nuovo studio ha messo in guardia sull’estinzione di api, bombi, scarabei e farfalle, che sarebbero più in pericolo di leoni e tigri. A dirlo è stato un gruppo di ricerca inglese che ha condotto il più grande studio sugli invertebrati e che ha scoperto che una specie su cinque è a rischio di estinzione. Non […]

  • Il camoscio appenninico torna ai Monti Sibillini

    Nei giorni scorsi 3 camosci appenninici sono stati liberati nel Parco dei Monti Sibillini. I 3 individui vanno ad aggiungersi ai 35 già presenti nel Parco. I camosci sono stati reintrodotti nel Parco dei Monti Sibillini grazie al progetto LIFE COORNATA finanziato con fondi europei. Entro la fine del progetto si prevede che altri 7 […]

  • Misurata la salute degli oceani: il protagonista è l’uomo

    Che rapporto c’è fra la salute degli oceani e la nostra vita? E’ quello che hanno cercato di misurare alcuni scienziati in uno studio pubblicato su Nature. I risultati saranno utili, secondo gli scienziati al dibattito pubblico sulla politica degli oceani e quindi ai decisori politici. Novità dello studio e che gli esseri umani hanno […]

  • Scandalo Sicilia: in fumo la Riserva dello Zingaro

    Scandalo Sicilia: in fumo la Riserva dello Zingaro

    “La riserva dello Zingaro è andata in fumo. L’incendio che ha interessato una delle più belle riserve naturali della Sicilia si è spento da solo soltanto perchè non c’era più nulla da bruciare”. Lo dice Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo (Trapani), dopo il rogo che ha bruciato da ieri pomeriggio tra Macari, […]

  • Biodiversità, aree protette stanno fallendo nella aree tropicali

    Una pubblicazione su NATURE, cui partecipa anche il Museo delle Scienze di Trento, riporta i dati di uno studio che analizza lo stato di conservazione delle aree protette nelle foreste tropicali del pianeta, molte delle quali stanno fallendo nel loro compito di proteggere la biodiversità. Molte delle aree di foresta tropicale poste sotto tutela stanno […]

  • Caccia a Bambi, in Missouri sarà anche in città

    Caccia a Bambi, in Missouri sarà anche in città

    “Accesso vietato ai cervi”, è ciò che si legge presso i giardini delle abitazioni di Cape Girardeau, anche soprannominata “la città delle rose”, cittadina del Missouri che fa poco più di 37 mila abitanti. Ma non sono tanto le rose ora l’argomento caldo, quanto i simpatici ungulati. Non basta il sagace cartello per evitare che […]

  • ISPRA: lasciamo in pace la manta nel Mar Ligure

    Da una settimana una Manta, che è uno dei pesci più grandi che vivono nel mare, si trova nel Mare Ligure. La presenza è ben fuori dal comune e ha suscitato una certa agitazione. Il povero animale sembra essere ferito e si aggira ormai da qualche giorno nel tratto vicino alla costa. E’ per questo […]

  • Bracconaggio per l’avorio: non c’è pace per tigri, elefanti e rinoceronti

    Bracconaggio per l’avorio: non c’è pace per tigri, elefanti e rinoceronti

    Non c’è pace, e sembra non ci sarà per molto tempo ancora, per tigri, elefanti rinoceronti. La lotta al bracconaggio di questi animali, che avviene per commerciare l’avorio delle zanne e dei corni, non sembra portare a grossi risultati, tranne che in rare eccezioni. Lo dice il WWF riunitosi con il suo Comitato permanente del […]

  • Gorilla imparano a distruggere le trappole dei bracconieri

    I gorilla di montagna del Ruanda hanno imparato a riconoscere le trappole dei bracconieri e a distruggerle. Lo testimonia lo staff che lavora con i gorilla: il personale ha visto chiaramente i gorilla che distruggevano i rami ai quali sono legati i lacci che fungono da trappole. I gorilla sono ancora vittime dei bracconieri in […]