Gaianews

Conservazione

  • Verso la sesta estinzione di massa: il ruolo della tecnologia

    Verso la sesta estinzione di massa: il ruolo della tecnologia

    Contro l’estinzione delle specie nel mondo, che procede ad un tasso sempre più alto, potrebbero essere d’aiuto le nuove tecnologie. A dirlo una ricerca della Duke University pubblicata sulla rivista Science. “Banche dati on-line, applicazioni per smartphone, crowd -sourcing e nuovi dispositivi hardware stanno rendendo più facile raccogliere dati sulle specie”, ha detto Stuart L. […]

  • Eolico Abruzzo: colpo di mano pre-elettorale, abrogata norma pro orso e grifoni

    Eolico Abruzzo: colpo di mano pre-elettorale, abrogata norma pro orso e grifoni

    Solo un mese fa chi aveva a cuore le sorti dell’orso marsicano e dei grifoni in Abruzzo aveva tirato un sospiro di sollievo: con una norma era stato dato uno stop all’installazione, nelle aree di maggiore rilevanza ambientale, di aerogeneratori con potenza singola o complessiva maggiore di 0,300 Megawatt. Ma oggi con una contromossa alla […]

  • Mangiare la nutria in Italia?

    Mangiare la nutria in Italia?

    Il dottor Mauro Ferri, veterinario della AUSL di Modena,  ipotizza che invece di abbattere le nutrie e poi bruciarne le carcasse, le carni di questi animali, così come accade in altri paesi e come già accaduto anche nel nostro paese negli anni ’50 possano essere consumate dall’uomo

  • Sicilia: il 27% della flora a rischio <br> Necessaria un’unica pianificazione di intervento

    Sicilia: il 27% della flora a rischio
    Necessaria un’unica pianificazione di intervento

    Abbandonare la logica del rimedio a posteriori ai disastri ambientali e concentrarsi su quella della prevenzione: un concetto lineare, ribadito ancora una volta all’interno del volume “Il sistema ambientale italiano nel contesto del bacino Mediterraneo”, scritto a più mani e coordinato dall’architetto siciliano Giuseppe Aveni. Oggetto dello studio è la Sicilia, che grazie alla sua […]

  • Ritrovate 9 carcasse di camosci al Parco d’Abruzzo: probabile malattia infettiva

    Ritrovate 9 carcasse di camosci al Parco d’Abruzzo: probabile malattia infettiva

    Con un comunicato il Parco d’Abruzzo ha reso noto che questa mattina sono state recuperate, a seguito di una segnalazione di un escursionista le carcasse di nove camosci, due capretti e sette adulti. La causa delle morti potrebbe essere una malattia infettiva. Le Guardie del Parco e gli Agenti del CTA/CFS, il Servizio scientifico e […]

  • Abruzzo, si vota a fine aprile per cacciare cervi e caprioli <br> Rewilding Apennines: tempi non maturi, ma possibile in futuro

    Abruzzo, si vota a fine aprile per cacciare cervi e caprioli
    Rewilding Apennines: tempi non maturi, ma possibile in futuro

    Abruzzo – E’ stata rimandata alla fine di aprile, per lunedì 28, la votazione in commissione regionale del regolamento sulla caccia agli ungulati (Cinghiale, Cervo e Capriolo). Gli ambientalisti, Salviamo l’Orso, Touring Club, Stazione Ornitologica Abruzzese ONLUS, L.I.P.U. e ALTURA, hanno definito l’operazione “una sveltina elettorale.” Il regolamento è fortemente voluto dall’ala destra del consiglio, […]

  • Eolico in Abruzzo: svolta, approvata legge che tutela i rapaci

    Eolico in Abruzzo: svolta, approvata legge che tutela i rapaci

    Secondo la LIPU l’esempio dell’Abruzzo dovrebbe essere seguito in tutta Italia. Con una norma sulle rinnovabili proposta da PRC e approvata in consiglio si vietano i grandi aerogeneratori in aree sensibili per i rapaci. Si era messa di traverso anche l’Agenzia ONU per la protezione dell’ambiente contro l’eolico selvaggio in Abruzzo. E certamente il ritrovamento […]

  • Ferito in un agguato il capo delle guardie del Parco del Virunga

    Ferito in un agguato il capo delle guardie del Parco del Virunga

    Emmanuel De Merode è un conservazionista belga che ha consacrato la sua vita a proteggere i gorilla e le altre preziose specie che vivono all’interno del Parco del Virunga nella Repubblica del Congo, come capo dei ranger. De Merode è stato colpito mentre tornava senza scorta dalla città orientale di Goma alla città di Rumangabo, dove […]

  • Grandi quantità di sostanze tossiche negli squali della Groenlandia

    Grandi quantità di sostanze tossiche negli squali della Groenlandia

    Gli squali della Groenlandia  accumulano inquinanti nel corpo, fenomeno già accertato anche negli orsi polari. Si tratterebbe degli animali più “inquinati” finora analizzati La scoperta è stata fatta dai ricercatori norvegesi e canadesi dell’ Università norvegese di Scienza e Tecnologia ( NTNU ) , dell’Istituto polare norvegese e della Windsor University in Canada. Gli squali, essendo […]

  • Un fiore d’autunno contro il declino delle api

    Un fiore d’autunno contro il declino delle api

    Ricercatori dell’Università di Pisa hanno scoperto che un fiore che fiorisce in autunno, potrebbe aiutare a contrastare il declino delle api, che ha effetti importanti sull’impollinazione e quindi sulla produttività agricola. Le colonie di api sono in declino, colpite da funghi e virus, indebolite da pesticidi e disturbate dalla frammentazione degli habitat. Mentre la ricerca […]

  • Eolico: un nibbio reale “affettato” in Basilicata<br> La LIPU denuncia le colpe della politica

    Eolico: un nibbio reale “affettato” in Basilicata
    La LIPU denuncia le colpe della politica

    Dopo la morte di due grifoni a causa delle pale eoliche in Abruzzo, arriva dalla Basilicata la notizia di un nibbio reale “affettato” dagli aerogeneratori. Le informazioni e le foto arrivano dal coordinamento LIPU della Basilicata che accusa le amministrazioni politiche di aver approvato un piano energetico senza regole, con dati non affidabili sulla capacità […]

  • Barriere coralline e CO2: i pesci non scappano dai predatori

    Barriere coralline e CO2: i pesci non scappano dai predatori

    Uno studio ha dimostrato come i pesci che vivono nelle barriere coralline possono essere influenzati da un aumento della concentrazione di CO2. Quando la concentrazione aumenta i pesci sono meno in grado di riconoscere la presenza dei propri predatori dall’odore. La ricerca è stata pubblicata su Nature Climate Change. “Questi risultati verificano i nostri risultati […]

  • Abruzzo, domani si vota per sparare a cervi e caprioli, a rischio l’orso<br> Ambientalisti: “Sveltina elettorale”

    Abruzzo, domani si vota per sparare a cervi e caprioli, a rischio l’orso
    Ambientalisti: “Sveltina elettorale”

    La Regione Abruzzo del Presidente Chiodi si conferma in una politica incoerente riguardo alla tutela della natura, dei propri parchi e dell’orso marsicano, mammifero a altissimo rischio di estinzione, unico al mondo ridotto a poche decine di esemplari, minacciato da molteplici cause, che accusa una mortalità che ad oggi, secondo gli esperti, lo condurrà all’estinzione […]

  • Spiaggiati quattro rari zifii in Grecia: <br>in zona esercitazioni militari con i sonar

    Spiaggiati quattro rari zifii in Grecia:
    in zona esercitazioni militari con i sonar

    Sono quattro fino ad ora gli zifii vittime probabilmente di esercitazioni militari trilaterali di Israele,  Grecia e USA. Nella zona le esercitazioni con i sonar dovrebbero essere vietate

  • Grosseto: “mai più lupi a metà” <br> Approvato il piano contro il randagismo canino

    Grosseto: “mai più lupi a metà”
    Approvato il piano contro il randagismo canino

    Parte a Grosseto un piano pionieristico per gestire il randagismo canino. Approvato dalla Provincia di Grosseto ora il piano dovrà essere implementato dai comuni. Se tutti i comuni lo mettessero in pratica si realizzerebbe un risparmio tra 700mila e un 1milione e 200 mila euro. La Toscana è stata teatro di efferati atti contro il lupo, […]

  • Marius e i leoni dello Zoo di Copenaghen: l’UIZA chiede una sanzione

    Marius e i leoni dello Zoo di Copenaghen: l’UIZA chiede una sanzione

    Nelle scorse settimane l’opinione pubblica è stata scossa dall’uccisione della giraffa Marius e poi di 4 leoni presso lo zoo di Copenaghen. La giraffa Marius, dopo essere stata uccisa con un colpo di pistola era stata anche sezionata in mondo visione, mentre alcuni bambini assistevano dal vivo. Oggi l’UIZA (Unione Italiana Giardini Zoologici e Acquari) […]

  • Pale eoliche in Abruzzo: strage di grifoni

    Pale eoliche in Abruzzo: strage di grifoni

    Si era ipotizzato, ed era un’ipotesi un po’ improbabile, che i due grifoni ritrovati nei pressi della centrale eolica di Collarmele fossero stati avvelenati. I due grifoni erano tranciati nettamente e i risultati dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo ha confermato che “la morte  è stata un trauma provocati da un corpo tranciante e lacerante”. Oggi la […]

  • Zoo di Copenaghen: uccisi anche 4 leoni <br> La controversa questione dell’allevamento in cattività

    Zoo di Copenaghen: uccisi anche 4 leoni
    La controversa questione dell’allevamento in cattività

    La soppressione degli animali allevati negli zoo è stata oggetto di grande attenzione da parte dei media negli ultimi mesi, soprattutto per il caso della giraffa Marius, soppressa presso lo zoo di Copenaghen. L’episodio, però, non è affatto isolato e recentemente gli animalisti hanno denunciato la soppressione di 4 leoni sempre nello stesso zoo. Abbiamo […]

  • Scoperte  lumache “gioiello” in Malesia: una si estinguerà quest’anno

    Scoperte lumache “gioiello” in Malesia: una si estinguerà quest’anno

     Un team di ricercatori malesi e olandesi ha scoperto nuove specie di  piccole lumache, ma secondo i ricercatori appena scoperte. sarebbero già a rischio di estinzione. Le minuscole lumache, dall’apparenza di piccoli gioielli, vivono su colline bersaglio di politiche estrattive. Alcune di esse si trovano su una solo collina calcarea in tutto il pianeta: si […]

  • Toscana: 5 milioni di euro per la convivenza fra lupo e allevatori

    Toscana: 5 milioni di euro per la convivenza fra lupo e allevatori

    In Toscana l’uccisione di molti esemplari di lupi e ibridi, spesso esposti in piazza, o mutilati e appesi, ha portato in evidenza una situazione di sofferenza da parte degli allevatori, costretti a subire gli attacchi da parte dei lupi e degli ibridi fra cani e lupi, senza avere una adeguata tutela da parte della Regione. […]