Gaianews

Stati Uniti, sì di una Corte a Internet a due velocità

Secondo la corte sono illegittime le regole sulla "neutralità della rete" volute dall'amministrazione Obama

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 16.01.2014

Una Corte d’Appello degli Stati Uniti ha accolto per la prima volta un ricorso del gigante delle telecomunicazioni Verizon contro la società Netflix, aggiungendo che sono illegittime le regole sulla “neutralità della rete” a cui Netflix faceva riferimento e fortemente volute dall’amministrazione Obama. A questo punto la sentenza apre la strada ad una rete a due velocità, dove operatori del settore potranno fornire servizi in base di quanto i clienti sono disposti a pagare.

Petizione censura internet

Si tratta di una sentenza storica, che potrebbe aprire un nuovo capitolo nella storia di Internetche va contro la “Net Neutrality”. La corte di appello del District of Columbia (dove ha sede la capitale federale Washington) ha quindi bocciato la regola imposta dall’authority del settore, la Federal Communications Commission (Fcc), e che impediva di avere due regimi tariffari diversi a seconda delle velocità di Internet.

Netflix, nota per aver sviluppato un’offerta di film in streaming in USA, ha contestato Verizon per aver addebitato tariffe più care al suo servizio, che per trasmettere in streaming “consuma” più potenza e velocità di banda.

Per ora la sentenza potrebbe ancora essere impugnata da Netflix. Intanto è patita su internet sul sito di Free Press una petizione per chiedere di “ripristinare” la giustizia e non mettere in pericolo la Net Neutrality per favorire gli interessi economici degli operatori come Verizon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA