Gaianews

Sali da bagno diventano una droga

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 24.10.2011

L’uso di sali da bagno come droga ricreativa si è notevolmente intensificato negli ultimi anni. I ricercatori del del dipartimento di salute pubblica della University of Oklahoma descrivono nuovi episodi di persone che lamentano una significativa agitazione, paranoia, allucinazioni e che hanno anche esibito un comportamento violento al loro arrivo al pronto soccorso.

Tutti sintomi di una nuova dipendenza. Nonostante le avvertenze che recitano: “non per il consumo umano”sui pacchetti, secondo l’associazione americana dei Centri antiveleni, le chiamate per incidenti per avvelenamento da sale da bagno sono saliti alle stelle, con 1.782 casi da gennaio 2011 rispetto ai 302 in tutto il 2010. Le sostanze in polvere contenute in questi prodotti non possono considerarsi una vera e propria droga. Tuttavia, esse possono produrre un aumento della pressione sanguigna, un aumento della frequenza cardiaca, agitazione, allucinazioni, paranoia estrema, e senso di delusione.

E questi effetti, ci si creda o no, possono diventare dei modi per “sballarsi” a buon mercato.

Il trattamento per l’ingestione di questi sali da bagno è la sedazione fino a quando gli effetti collaterali non portano via le sostanze dal sangue.

La nuova ricerca è stata presentata al CHEST 2011, il 77-mo incontro annuale dell’American College of Chest Physicians (ACCP), a Honolulu, Hawaii.

© RIPRODUZIONE RISERVATA