Gaianews

Panta Rei

  • La cosa più importante

    La cosa più importante

    Mi sono chiesta di cosa dovessi e volessi scrivere, cosa fosse più urgente, cosa più necessario, cosa più fondamentale. I morti, i morti nel Mediterraneo. L’ISIS, i bambini crocifissi (così dicono fonti ONU), le donne vendute schiave, i decapitati (alla fin fine i più fortunati). La Grecia e la Trojka. L’economia che detta legge e […]

  • Un po’ di storia: grazie!

    Un po’ di storia: grazie!

    Poniamo per assurdo che qualcuno non si ricordi la storia della Repubblica di Weimar. Poniamo ancor più assurdamente che qualcuno cerchi informazioni sui libri o su internet e purtroppo non riesca a decodificare il testo. Cioè non ci capisca un bel niente. Poniamo che qualcuno abbia però sentito le frasi del ministro del Tesoro greco, […]

  • Elogio della scuola nella Giornata della Memoria

    Elogio della scuola nella Giornata della Memoria

    Vorrei tessere l’elogio della scuola come luogo che irradia durevole cultura. È una frase impegnativa, ma ho le prove! Prove che mi daranno ragione. Quest’anno per la Giornata della Memoria, la memoria della liberazione del lager di Auschwitz e dunque della fine di tutte le persecuzioni perpetrate dai nazisti contro gli ebrei, i rom, gli […]

  • Giornata della Memoria 2015

    Giornata della Memoria 2015

    « Chi salva una vita, salva il mondo intero » (Talmud) I Giusti fra le Nazioni sono a oggi 24357. Il loro numero è in crescita, anche se di molti il nome resterà oscuro. Nessuno di loro ha agito per conseguire notorietà. Costoro hanno resistito all’orrore e, rischiando la vita, alcuni sono morti, hanno agito […]

  • Asino chi legge?

    Asino chi legge?

    Non so come sia successo che sono diventata una grande lettrice. Mia madre dimenticava i libri nei cespugli, insieme ai grembiuli, perché leggere non le piaceva. Mio papà, quasi come per un contrappasso, quando erano fidanzati, mentre lei cuciva le leggeva romanzi. Per lo più storie edificanti di sante. Ne avevamo i libri a casa. […]

  • Tolleranze pericolose

    Tolleranze pericolose

    Se penso alla Siria, uno dei luoghi ove gli attentatori dell’ISIS si addestrano, mi viene in mente la Conferenza di Monaco. La conferenza avvenne nel 1938, un anno prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Vi si discusse delle pretese tedesche di annettersi parte della Cecoslovacchia. C’erano Italia, Germania, Francia, Inghilterra, naturalmente la Cecoslovacchia non […]

  • Vivere in un Presepe

    Vivere in un Presepe

    Forse in qualche posto del mondo c’è un bambino o una bambina che chiederà a Gesù Bambino di vivere per un giorno in un presepe. Potrebbe dire più o meno così: “Caro Gesù Bambino, che sai come la penso perché sei un bambino,  io mi chiamo Marco, (oppure io mi chiamo Elisa) e tu Gesù, […]

  • Chiarificazioni sul processo contro Buonanno

    Chiarificazioni sul processo contro Buonanno

    Nel dicembre 2011 venne a Varallo (provincia di Vercelli) don Andrea Gallo e, a proposito di questi manifesti posti alle entrate della cittadina, http://www.quotidianopiemontese.it/wp-content/uploads/2014/02/no-burqa.jpg disse che, a causa loro, Cristo non sarebbe potuto entrare. Ricordo che mi venne subito l’idea di diffondere una petizione per farli rimuovere. I manifesti erano lì dal 2009, ma io […]

  • Ho visto anche zingari felici (e fascisti felici?)

    Ho visto anche zingari felici (e fascisti felici?)

    Se sei scarmigliato e in disordine ti danno della zingara! “Ma vai in giro come una zingara” è esclamazione dispregiativa. Gli zingari rubano. Entrano in casa e portano via bambini, anziani, rame, portafogli incustoditi, cibo, bollette. No, bollette no. Gli zingari sono sporchi e puzzano. Questo in effetti è per me il principale motivo di […]

  • Una zuppa

    Una zuppa

    Al telefono una mia ex-allieva e cara amica che lavora in una banca (si è brillantemente laureata alla Bocconi) mi ha detto che non ce la fa più a vedere la gente che accumula, cioè è stanca di vedere quanto i ricchi diventino sempre più ricchi. Mi ha detto: non sanno neanche di avere tutti […]

  • Italia in piena

    Italia in piena

    L’Italia invasa dall’acqua e dagli immigrati. Questo è un punto di vista. L’Italia invasa dal dissesto idrogeologico e dalla corruzione. Questo è un altro punto di vista. L’Italia invasa dagli Italiani, anche questo può essere un punto di vista. Preciso, dall’odio degli Italiani. Odio, una parola che non capisco, sono fortunata, io credo di non […]

  • Italiani nel food

    Italiani nel food

    A questo link potete trovare il breve video della BCE (se non sapete cos’è arrangiatevi e imparate http://lmgtfy.com/?q=bce a cercare le cose…. sono dura? Leggete il seguito e capirete perché) in cui si presentano i nuovi 10 euro. Si mostrano diverse situazioni in cui 10 euro fanno comodo (non l’80 renziamo siamo al 10 eurotedescofinnico del […]

  • Cercarsela!

    Cercarsela!

    In questi giorni in molti si parla della sentenza sulla vicenda di Stefano Cucchi. La foto di un cadavere martoriato, una morte (tra carcere e ospedale) di cui nessuno ha colpa. Mancano le prove dicono i giudici e così: tutti assolti. Se avete visto le foto della famiglia Cucchi e di Stefano da vivo, avrete […]

  • La rivolta degli alberi

    La rivolta degli alberi

    Era quello un luogo remoto. Un paese ricoperto di boschi e fitta vegetazione. Avrebbe potuto essere un nuovo Paradiso Terrestre, ma non tutto vi era perfetto come invece nei boschi antichi. In quel luogo remoto, infatti, si dava la morte per impiccagione: era molto comodo, economico e anche moderatamente spettacolare. Non vi era spargimento di […]

  • Storie buone

    Storie buone

    Ci sono storie più belle di altre. Storie da raccontare e tramandare. Storie da regalare come eredità preziosa ai figli, ai figli dei figli, agli studenti, alle generazioni. Di generazione in generazione: locuzione bellissima. Si parla delle soldatesse curde che si battono in prima linea per il proprio popolo e per la propria libertà. È […]

  • Sfide possibili

    Sfide possibili

    Vorrei tessere un piccolo elogio della scuola, intesa questa volta come strutture organizzative. E vorrei finire con una promozione e una provocazione. Vi avverto che la promozione sarà sparsa in modo “velato” in tutto il mio breve testo. Già due anni fa, raccogliendo idee sparse e sollecitazioni di amici, pensai di costruire un sito di […]

  • In bocca al lupo

    In bocca al lupo

    Qualcuno diceva Roma ladrona. E allora dai decentriamo e così i ladroni si sono equamente diffusi per tutti i centri di potere. Dal rione, alla via, al quartiere, alla città, alla provincia, alle regioni e così via. Decentriamo il potere e insieme al potere abbiamo decentrato: corruzione, delirio di onnipotenza, crassa ignoranza (oltre a pensioni […]

  • La rabbia degli animali

    La rabbia degli animali

    Quel che sto per raccontare non è ancora accaduto. Ma forse accadrà quando non lo so, forse tra cinquecento o mille anni, precisamente (arrischio la profezia) nel 2968. (…). Quando gli animali diventano molesti, gli uomini mettono mano alla panoplia domestica per i piccoli conflitti: armi da caccia, insetticidi, reti, veleni, trappole. Ma gli animali […]

  • Proposta di legge per il benessere animale

    Proposta di legge per il benessere animale

    Siamo tutti grati ad Hammurabi. Quel sovrano assiro babilonese, in realtà babilonese e basta, che per primo fece mettere le leggi per iscritto. È stata una rivoluzione. Le leggi scritte servivano per i poveracci e forse gli avvocati, ma non voglio fare facili battute. La legge deve proteggere gli ultimi, gli indifesi, le vittime. Le […]

  • Parole, come le mie, gettate al vento

    Parole, come le mie, gettate al vento

    Che ne è della guerra in Siria? Dove sono finiti i profughi Yazidi e di altri nomi quasi impronunciabili per noi?
    Per noi cioè noi, i civilizzati del mondo occidentale e ricco e magari anche un po’ cattolico e perché no un bel po’ capitalista, neoliberista, ricco. O meglio ex ricco.