Gaianews

Panta Rei

  • Donne non rieducabili

    Donne non rieducabili

    Un fenomeno se non viene osservato non esiste. Ora qualcuno potrà dire, non esiste per me che non lo vedo, ma esiste in sé. Forse, io credo che questo principio della meccanica quantistica – espresso in modo vergognosamente semplificato – sia molto adatto non solo ai fenomeni quantici, ma anche ai fenomeni umani. Ci sono […]

  • Del fare politica

    Del fare politica

    È stata la prima volta e forse l’ultima. Non è stato un successo, ma nemmeno io sapevo cosa fosse per me un successo. Direi che è andata benissimo così. È l’epilogo migliore di un’avventura che fino a qualche tempo fa nemmeno immaginavo di considerare. Ma insomma cosa hai combinato? Penserà il mio lettore/lettrice. (se è […]

  • Una segnalazione per l’8 marzo

    Una segnalazione per l’8 marzo

    È una buona notizia e certo un ulteriore segnale dei tempi che cambiano e, si spera, si evolvono.  È un segnale anche delle differenze, delle inconciliabilità, delle troppe diseguaglianze nel mondo ancora oggi e chissà sino a quando. È segno dell’eterno bisogno di accudimento, di comunità, di condivisone caratteristico non solo dell’uomo, ma di tutti […]

  • Cosmo felino

    Cosmo felino

    Una domenica mattina di non molto tempo fa, mentre mi preparavo la colazione ho sperimentato l’armonia perfetta del cosmo. Non dico che l’ho sentita come un brivido nelle ossa o nelle viscere, nemmeno percepita in una dimensione “enne”, in una stringa parallela, in un buco un po’ meno nero. Ho sperimentato, e da Galileo in […]

  • Sulla giraffa Marius

    Sulla giraffa Marius

    …volevamo vedere com’è fatto dentro. Diceva così il boia spiccando la testa dal corpo. Un corpo che sussultava ancora, ma certo era morto e il testone ad occhi aperti che guardavano il boia e il pubblico. Volevo vedere com’è fatta dentro. Dice il bambino mentre caccia un dito nell’occhio della bambola che resta lì accecata e […]

  • Gatti e donne

    Gatti e donne

    13 febbraio Giornata del gatto 14 febbraio Giornata contro la violenza sulle donne (S. Valentino) 
I gatti sono poesia, quasi mai prosa. I gatti restano liberi, portano l’eco della natura incontaminata nelle nostre case. I gatti sono abitudinari e incontrollabili. Sono un ossimoro. I gatti graffiano, ma solo se provocati e impauriti. I gatti mordono, […]

  • Perché leggere dei libri?

    Perché leggere dei libri?

    Vanno bene anche gli e-book. Vanno bene i romanzi, i saggi, le poesie, le cose miste che non si sanno classificare. I libri illustrati, e, dato che c’è la rivoluzione digitale, i libri con la musica e i video. Vanno bene anche i libri più lievi e divertenti, i libri disimpegnati: possono essere la porta […]

  • Elogio dell’inutile

    Elogio dell’inutile

    Prima di tutto lo scandalo dell’etimologia.  Inutile = non utile. E utile deriva dal latino uti, un verbo che significa usare.  Dunque inutile ciò che non si può usare. “E allora se non si può usare perché pensarci? Scriverne? Cercarlo? Anzi, cosa cercare?” Ma utile è anche un bene materiale, un profitto.  Inutile è, di […]

  • Mammine

    Mammine

    Durante le vacanze natalizie or ora trascorse ho rivisto due mie ex allieve, che ora sono madri. Madri giovani di due figlie bellissime. Ho visto queste ragazze, ora delle donne, alle prese con esseri viventi che loro hanno portato dentro di sé. Davvero carne della loro carne. E siccome esiste anche una maternità dello spirito, […]

  • Domande: educare alle emozioni

    Domande: educare alle emozioni

    Cominciamo il 2014 con un bel dubbio. Una domanda che credo non avrà risposta: almeno per ora. Cos’è quella cosa per cui, se qualcuno mi fa uno sgarbo o se qualcuno fa qualcosa ch’io ritenga ingiusto, la mia prima reazione è: ora mi vendico. Ma poi subito o quasi subito subentra la remora.  Attenzione non […]

  • Buon Natale

    Buon Natale

      Avviene che la luce non sopporti la sua stessa chiarità. Allora polvere si fa, velo soffuso. Si frantuma in scintille leggere. Così è Dio: nasce e già in vita deflagra. È luce la mattina di dicembre.

  • Telethon? No, grazie!

    Telethon? No, grazie!

    E finalmente ora lo dico: io sono CONTRO Telethon soprattutto per via della sperimentazione animale, ma anche perché mi pare una fiera di cattivo gusto, perché chi fa l’elemosina non dovrebbe ostentarlo (più meno nel Vangelo è detto così), perché non sono io, singolo cittadino, a dover sovvenzionare la ricerca, io devo pagare tutte le […]

  • Su Mandela

    Su Mandela

    Di tutto quello che si sta scrivendo su Mandela, vorrei sottolineare due cose: una scientifica e una umanistica. Così per equanimità. Come sarà mai stato il cervello di Mandela? Adesso non è il caso di sezionarlo, come è stato, se non sbaglio, per quello di Einstein. Nemmeno vorrei che tutti fossero Mandela per via di […]

  • Che APP (eal)! La fidanzata in una app

    Che APP (eal)! La fidanzata in una app

    In fretta e furia mi preparo, non voglio deludere la mia amica. E così eccomi in auto a parlare di cinema africano, argomento di cui non so nulla, desiderando di essere invece da tutt’altra parte e con chiunque altro. Non che ce l’abbia con l’uomo seduto accanto a me e che faticosamente proferisce qualche sillaba […]

  • 25 novembre

    25 novembre

    L’ennesima giornata su qualcosa, ogni giorno una giornata internazionale su qualcosa. Santocielo basta! Ogni giorno una nuova ricorrenza. Non so più a cosa serva. Le troppe giornate ricordano che ci sono troppe ingiustizie e questo fa male. D’altra parte talvolta ho pensato, malignamente, che chi indice una giornata forse spera che si perda nel mucchio […]

  • Una firma da ridere….

    Una firma da ridere….

    Guardo Report per un po’ e poi mi deprimo e la Gabanelli diventa l’Urlo di Munch. Guardo Ballarò per un po’ e poi mi vien l’ansia. Prenderei l’uovo-omino della sigla e lo farei alla coque. Guardo Servizio Pubblico per un po’ e poi prenderei a pugni qualcuno, purché implicato a vario titolo nella cosa pubblica/pubblicana/pubblicata. […]

  • Cui prodest? A chi giova?

    Cui prodest? A chi giova?

    Ed ecco che ho ripreso il vocabolario di greco e, con una certa fatica anche fisica, ci vedo poco, ho ricominciato a tradurre, dopo qualche mese. E cosa ho deciso di tradurre, studiare, sondare? I presocratici, cioè quegli scienziati, filosofi, poeti, mitografi – perché ai primordi si può essere un po’ tutto – che hanno […]

  • Il Principe ha 500 anni, ma non li dimostra

    Il Principe ha 500 anni, ma non li dimostra

    Giustamente si parla molto dell’anniversario di Verdi, ma ci sono altri due anniversari di pari importanza, anzi secondo me persino più importanti, ma purtroppo negletti. Uno è l’anniversario della nascita di Boccaccio: 1313. L’altro è il cinquecentenario del Principe. “Quale principe?” qualcuno molto distratto potrebbe chiedere. Il Principe opera capitale della trattatistica politica, scritta nella […]

  • La gioia di scrivere

    La gioia di scrivere

    Non una cosa avverrà qui se non voglio. Senza il mio assenso non cadrà foglia,né si piegherà stelo sotto il punto del piccolo zoccolo. C’è dunque un mondodi cui reggo le sorti indipendenti?Un tempo che lego con catene di segni?Un esistere a mio comando incessante? La gioia di scrivereIl potere di perpetuare.La vendetta d’una mano […]

  • Sugli stereotipi

    Sugli stereotipi

    Nella scuola dove lavoro, anche al Liceo, cominciano ad arrivare studenti stranieri, arrivati cioè in Italia già adolescenti, che hanno bisogno di un piccolo sostegno linguistico, insomma qualche ora in più di lingua italiana.  Questo sostegno talvolta lo faccio io.  Devo dire che insegnare l’italiano non è facile. La lingua italiana è complicatissima. I verbi, […]