Gaianews

Consumo di alcol nei giovani legato a uso del computer

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 10.05.2011
NEW YORK (9 maggio 2011) – Gli adolescenti che bevono alcol passano più tempo sui loro computer per uso ricreativo, tra cui il social networking e il download e l’ascolto di musica, rispetto ai loro coetanei che non bevono. 

I risultati di un sondaggio anonimo su 264 adolescenti sono stati riportati nell’edizione online della rivista Addictive Behaviors in uno studio redatto dalla ricercatrice della Weill Cornell Medical College dott.ssa Jennifer Epstein.

“Mentre i fattori specifici che collegano il bere in età adolescenziale e l’uso del computer non sono ancora stabiliti, sembra probabile che gli adolescenti stiano sperimentando una maggiore attività su Internet legate al consumo di alcol. A sua volta, l’esposizione a materiale on-line utilizzando i social networking, come la pubblicità di alcol, potrebbe rafforzare l’abitudine nei ragazzi,” dice Epstein, professoressa assistente di sanità pubblica presso il Weill Cornell Medical College. “I bambini sono esposti al  computer e ad Internet sempre più in giovane età. Per questo motivo è importante che i genitori siano attivamente coinvolti nel monitoraggio dell’utilizzo del computer dei propri figli, così come l’uso di alcol.

“Secondo uno studio nazionale condotto dal Pew Internet e American Life Project, più della metà dei genitori dei ragazzi avevano installato filtri sui computer che i propri figli utilizzavano connettersi, eppure molti genitori non usavano alcuna forma di controllo parentale , in particolare per i ragazzi più grandi”, continua Epstein.

L’indagine Weill Cornell è stata effettuata su ragazzi di età compresa tra 13 e 17 anni e residenti negli Stati Uniti. I risultati hanno mostrato che gli adolescenti che hanno dichiarato di bere nel corso dell’ultimo mese, hanno usato il computer più ore a settimana (escluse le attività scolastiche) rispetto a quelli che non ne avevano fatto uso.

Invece, non vi è alcun legame dimostrato tra l’uso di alcol e l’uso del computer per  attività scolastiche. L’uso di alcol è legato anche al maggiore uso sociale e all’ascolto e al download di musica. Non è stato registrato un forte legame tra i videogiochi e l’alcol né tra l’acquisto di prodotti online e il bere. 

“In futuro, ci piacerebbe raccogliere dati più dettagliati e più a lungo termine sulla relazione tra l’uso di alcol negli adolescenti e l’uso del computer, compresi il grado e la durata delle loro abitudini,” dice il Dott. Epstein.

Gli adolescenti in genere sperimentano l’alcol fra i 12 e i 13 anni. Fattori di rischio familiari comprendono una supervisione lasca dei genitori e una scarsa comunicazione, conflitti familiari, una disciplina incoerente o dura e una storia familiare di abuso di alcool o droga.

“Si tratta di uno studio innovativo che è un primo passo importante per comprendere il potenziale impatto che Internet e i nuovi media possono avere sui giovani di oggi,” dice il Dott. Gil Botvin, professore di sanità pubblica e capo della Divisione di Prevenzione e Health Behavior al Weill Cornell Medical College. “Internet offre una ricchezza di informazioni e l’opportunità di arricchimento intellettuale e sociale. Tuttavia, è ormai chiaro che può esserci anche uno svantaggio nell’utilizzo di Internet. Ricerche più sistematiche sono tuttavia necessarie per capire meglio quali sono i potenziali pericoli e come combatterli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Michele scrive:

    Cito: “I risultati hanno mostrato che gli adolescenti che hanno dichiarato di bere nel corso dell’ultimo mese, hanno usato il computer più ore a settimana (escluse le attività scolastiche) rispetto a quelli che non ne avevano fatto uso.”

    Mi sembra che questo non dimostri affatto una connessione causa-effetto tra l’uso del computer e l’abitudine a bere, ma solo una correlazione tra i due comportamenti che, in realtà, potrebbero avere la stessa causa.