Gaianews

Popoli&Diritti

  • Uccisa giornalista giapponese in Siria

    Una giornalista giapponese è morta per le ferite riportate in uno scontro a fuoco tra le forze siriane e  i ribelli ad Aleppo oggi. E’ la prima giornalista  giapponese uccisa in 17 mesi conflitto, ma la quarta reporter dopo i colleghi americani e francesi. Mika Yamamoto, di 45 anni, era una giornalista pluripremiata di Tokyo […]

  • La Birmania abolisce la censura sui media

    E’ stata abolita in Birmania la censura su ogni tipo di media. La ocmunicazione ès tata data dal Ministero dell’Informazione Birmana che dopo mezzo secolo di  censura libera i giornalisti, ma non solo dai severi controlli. I controlli precedenti prevedeano che goni tipo di comunicazione pubblica, dalle canzoni, alle fiabe, ai libri dovesse passare al […]

  • Mosca, le “Pussy Riot” condannate a tre anni

    Mosca, le tre componenti della rock band femminile “Pussy Riot”, arrestate preventivamente lo scorso marzo, sono state condannate a tre anni, per atti di teppismo, violazione dell’ordine pubblico e mancanza di rispetto nei confronti della chiesa ortodossa. La condanna ha destato scalpore non solo in Russia, gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno contestato la […]

  • Più di 30 minatori della Lonmin uccisi in Sudafrica dalla Polizia

    Più di trenta minatori sono stati uccisi e molti sono stati feriti ieri in Sudafrica, a Marikana, nel nord-ovest del Paese. I minatori che lavorano per la Lonmin, una multinazionale che estrae platino, chiedevano un aumento dello stipendio e protestavano da una settimana. Le implicazioni dell’evento sono mondiali. Se gli investimenti nel comprato minerario africano […]

  • Siria: ONU crimini di guerra, regime isolato dall’OCI, USA approva

    Il Rapporto della Comissione di inchiesta dell’ONU parla chiaro: in Siria si sono commessi gravi crimini di guerra, sia da parte del regime che da parte dei ribelli ai quali però sono attribuite responsabilità meno gravi. “Commessi omicidi, torture e gravi violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale” secondo il rapporto del’ONU. “La […]

  • Libano: test anali per rivelare omosessualità

    Grave episodio contro i diritti fondamentali in Libano. Trentasei uomini che uscivano da un cinema per omosessuali a Beirut sono stati arrestati e obbligati a subire un test anale per rivelare la loro eventuale omosessualità. In Libano l’omosessualità è un reato. Lo scioccante episodio è avvenuto il 28 luglio scorso e per questo decine di […]

  • Siria, premier fugge: “Mi unisco alle fila della rivolta”

    La crisi siriana peggiora di giorno in giorno, i combattimenti si fanno sempre più duri e le diserzioni aumentano. Il primo ministro Riad Hijab infatti avrebbe lasciato il Paese ieri, approfittando del giorno di festa. Da settimane la città di Aleppo è divenuta la sede principale degli scontri fra le forze fedeli a Bashar al […]

  • Siria, continuano i duri scontri ad Aleppo tra militari e ribelli

    Durissimi scontri in Siria sin dalle prime ore del mattino. La città di Aleppo è accerchiata da elicotteri e carri armati. Si teme una carneficina. Intanto il vertice italo – egiziano ribadisce con forza la necessità di raggiungere al più presto una “soluzione politica”, attraverso un governo di transizione che “metta fine alla tragedia”. L’agenzia […]

  • Siria: Assad minaccia uso di armi chimiche

    Mentre il Ministro degli esteri Giulio Terzi parla di pulizia etnica riguardo alle azioni dell’esercito di Assad in Siria, i Ministri degli Esteri dell’Unione europea si sono riuniti oggi per discutere della difficilissima situazione, in particolare per rafforzare un embargo sulle armi allo scopo di tenere le armi fuori dalla Siria. L’embargo consisterà nel controllo […]

  • Libera Rossella Urru, cooperante italiana rapita lo scorso ottobre

    Rossella Urru, la cooperante italiana rapita lo scorso ottobre nel campo saharawi a Tinduf, è finalmente libera. Dopo 270 giorni di prigionia, presto tornerà in patria dalla sua famiglia. La conferma ufficiale del ministro degli esteri, Giulio Terzi, è arrivata in serata. Il rapimento della giovane di Samugheo, in provincia di Oristano, aveva sconvolto gli […]

  • Siria, ancora morti. Lo spettro delle armi chimiche

    Siria, il tragico bilancio delle vittime aumenta giorno dopo giorno e alla catastrofe umanitaria si aggiunge la preoccupazione per un possibile impiego di armi chimiche da parte del regime di Damasco. Venerdì 13, mentre l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani denunciava il massacro di Tremseh, durante il quale sarebbero state uccise oltre 200 persone, fra […]

  • Arafat avvelenato dal Polonio

    Dopo la riesumazione del leader palestinese Yasser Arafat la Commissione d’inchiesta istituita dall’Autorita’ Nazionale palestinese (Anp) ha confermato che Arafat e’ stato avvelenato con il polonio-210, rimanendo ucciso l’11 novembre 2004. “Abbiamo le prove certe per dire che sia stato avvelenato” ha dichiarato il capo della Commissione Tawfiq Taiuri. L’avvelenamento è stato attribuito subito ad […]

  • Egitto: Mosri sfida Corte Costituzionale e militari

    Si è riunito stamattina il parlamento Egiziano, a maggioranza islamista e salafita, nonostante la Corte Costituzionale , d’intesa con i militari, ne avesse annullato la costituzione per un vizio giuridico. La riunione di stamane è stata possibile perchè il presidente neoeletto Mohamed Morsi ha annullato la sentenza con un decreto. In questo modo morsi sfida […]

  • Lavoro in nero a immigrati: pene più severe

    Pene e sanzioni più severe per i datori di lavoro che sfruttano la debolezza giuridica degli immigrati, impiegandoli in nero. Ecco in breve cosa prevede il decreto legislativo che il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri in via definitiva. Il decreto, approvato su proposta del Ministro per gli Affari europei e del Ministro del Lavoro, […]

  • Cresce il dissenso dei cinesi contro lo sviluppo a scapito dell’ambiente

    In Cina sono sempre più frequenti gli episodi di dissedenza nei confronti di operazioni di sviluppo che hanno pesanti impatti ambientali e quindi sulla salute. E’ di oggi infatti la notizia che le autorità cinesi hanno abbandonato il progetto di costruire una fabbrica per la lavorazione del rame nel centro di una città, dopo che […]

  • Egitto, Morsi (Fratelli musulmani) è primo presidente eletto della storia

    Il Cairo, Mohamed Morsi è il nuovo presidente dell’Egitto. A comunicare i risultati delle prime elezioni post Mubarak è stato il Presidente della Commissione elettorale, Faruk Sultan. Ad accogliere Morsi milioni di sostenitori in piazza. Era prevista per le 15:00 la proclamazione del vincitore, ma c’è stato un ritardo di oltre un’ora. Il nome è […]

  • Presidenziali in Egitto, Fratelli Musulmani avanti nei pronostici

    Egitto, sono attesi per oggi i risultati definitivi delle elezioni presidenziali, le prime dopo l’era di Mubarak. La sfida finale vede protagonisti il candidato dei Fratelli musulmani, Mohamed Morsi, e l’ultimo premier sotto Mubarak, Ahmad Shafiq. La tensione è alla stelle e la piazza Tahrir è gremita. Mohamed Morsi e Ahmad Shafiq rivendicano la propria […]

  • Cina: sono 13 milioni gli aborti forzati ogni anno

    Cina, 13 milioni di aborti l’anno vengono praticati, spesso senza il consenso delle madri, brutalmente costrette a sospendere la gravidanza anche al settimo ed ottavo mese. Ecco il risultato della politica del figlio unico, che da oltre 30 anni viene fatta rispettare, violando un principio basilare del ciclo vitale, il diritto alla maternità. Si stenta […]

  • Medio Oriente, scoperto nuovo virus in Iran, Israele e Siria

    Gli esperti di sicurezza hanno detto ieri che un virus informatico altamente sofisticato sta infettando i computer in Iran e in altri paesi del Medio Oriente e potrebbe essere stato distribuito almeno cinque anni da gruppi specializzati nello spionaggio informatico. I dati raccolti dagli esperti suggeriscono che il virus, soprannominato Flame (fiamma), potrebbe essere stato […]

  • India, Marò italiani sono stati trasferiti. Altre due settimane di carcere

    I due marò italiani detenuti in India con l’accusa di omicidio sono stati trasferiti nella Borstal School di Kochi, un ex riformatorio che ospita oggi uffici della polizia indiana. La struttura è gestita dalle stesse autorità del carcere di Trivandrum, dove i due militari erano detenuti. La prigionia per Salvatore Girone e Massimiliano Latorre non […]