Gaianews

Popoli&Diritti

  • Egitto, con insediamento Camera Bassa inizia la transizione democratica

    La Camera bassa del parlamento egiziano è stata convocata lunedì per la prima volta dalle prime elezioni democratiche dopo l’era Mubarak,  inaugurando una nuova generazione di legislatori, molti dei quali eletti attraverso partiti islamici. Dopo la sua nomina la scorsa settimana, Mohamed Saad el-Katatni, che in precedenza è stato Segretario Generale del partito Giustizia e […]

  • Siria, altri 30 morti ieri. Russia si oppone a nuova risoluzione

    Sale la tensione in Siria con nuovi morti che si aggiungono al già disperato bilancio di 10 mesi di rivolta, mentre  i membri occidentali del Consiglio di sicurezza dell’ONU cercano di persuadere la Russia a collaborare per fermare il massacro che sta mettendo in atto il presidente Bashar al-Assad. I comitati di coordinamento degli attivisti […]

  • Siria: ucciso giornalista francese. Assad parla alla folla nella capitale

    Il presidente siriano Bashar al-Assad è apparso pubblicamente, raccontando a migliaia di sostenitori a Damasco che il suo governo trionferà su quello che lui chiama una “cospirazione” che sta dietro 10 mesi di agitazione. Nel frattempo, un giornalista televisivo francese è stato ucciso. France 2 ha  affermato che  Gilles Jacquier è morto in un attacco  […]

  • Egitto, Naguib Sawiris rinviato a giudizio per oltraggio al’Islam

    Il miliardario egiziano Naguib Sawiris, di religione copta, è stato rinviato ieri a giudizio con l’accusa di oltraggio al’Islam per aver pubblicato sul suo account di Twitter una caricatura islamica dei famosi personaggi della disney Minnie e Topolino. In testa all’accusa figura il noto avvocato, nonché leader della corrente salafita Mamdouh Ismail. La vicenda risale […]

  • Siria: nuova esplosione a Damasco, 46 morti

    I media di Stato siriani dicono che  un attentato suicida ha scosso il centro di Damasco, uccidendo almeno 25 persone e ferendone decine di altri. L’agenzia ufficiale SANA ha detto che un kamikaze si è fatto esplodere oggi ad un incrocio nel quartiere centrale della capitale di Midan. E ha detto che almeno 46 persone […]

  • Egitto, fine anno in piazza Tahrir

    Il Cairo – Gli egiziani hanno voluto salutare il 2011 in piazza Tahrir, per sottolineare che la loro battaglia per la libertà non si è conclusa. La rivoluzione continuerà – promettono i manifestanti – il loro obiettivo è fare del 2012 l’anno della libertà. Infatti, nonostante l’anno che passerà alla storia come l’anno della primavera […]

  • Croce rossa: in Mauritania nuova tragedia se non si agirà in fretta

    La Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa dice che più di un milione di mauritani è a rischio fame nel 2012, a meno che non si agisca immediatamente per scongiurare il pericolo. La Mauritania soffre gli effetti combinati di siccità, cattivi raccolti e alti prezzi dei prodotti alimentari, rendendo la vita estremamente […]

  • Siria, nuovo venerdì di proteste mentre continua visita osservatori

    Le forze di sicurezza siriane sono state dispiegate pesantemente in tutto il paese, mentre gli attivisti dell’opposizione hanno esortato i manifestanti a scendere in piazza dopo le preghiere del venerdì. Anche se la presenza degli osservatori della Lega Araba ha incoraggiato i manifestanti a chiedere al presidente Bashar al-Assad di farsi da parte, gli organizzatori […]

  • India: parlamento discute leggi anticorruzione, Hazare inizia sciopero fame

    27 dicembre – Il parlamento indiano ha iniziato oggi il dibattito  su un disegno di legge anti-corruzione, mentre l’attivista indiano Anna Hazare ha cominciato uno sciopero della fame per protestare contro la legislazione. Nonostante le obiezioni di alcuni partiti di opposizione, Il congresso indiano ha iniziato a discutere il disegno di legge e intende approvarlo […]

  • Russia, in 100 mila protestano contro i brogli elettorali

    Decine di migliaia di russi hanno manifestato in strada oggi a Mosca, per protestare contro i presunti brogli nelle elezioni parlamentari dello scorso 4 dicembre vinte dal partito di governo del primo ministro Vladimir Putin, Russia Unita. Gli organizzatori dicono che più di 100 mila persone hanno partecipato alla manifestazione, con temperature esterne sotto lo […]

  • Nord Corea, morto Kim Jong Il. Stato di allerta in Corea Sud e Giappone

    La notizia della morte del leader nordcoreano Kim Jong Il a causa di un infarto ha provocato stupore e reazioni in tutto il mondo. Il Giappone e la Corea del Sud sono in stato d’allerta, mentre a Washington il presidente americano Barack Obama e il segretario di Stato Hillary Clinton hanno annunciato il decesso del […]

  • Tunisia celebra un anno dall’inizio delle proteste

    Tunisia, oggi si celebra l’anniversario del sacrificio estremo di Mohamed Bouazizi, il giovane venditore ambulante, che il 17 dicembre dello scorso anno a Sidi Bouzid si diede fuoco davanti all’edificio del governo. Il gesto estremo del giovane tunisino rappresentò la scintilla che fece scoppiare la rivoluzione tunisina, che contaggiò tutta l’area nord africana fino a […]

  • Marocco, laureati occupano la capitale per un lavoro

    Mercoledì 14 luglio, come oramai da mesi, i giovani marocchini si sono riuniti per protestare nelle strade di Rabat contro la disoccupazione, soprattutto dei ragazzi usciti dall’università. La situazione è sempre la stessa, cambiano solo i nomi. Da una dozzina di anni i giovani marocchini laureati ed in cerca di lavoro organizzano delle manifestazioni permanenti […]

  • Siria: bilancio vittime supera 5000, Assad vuole bombardare Homs

    Le Nazioni Unite dicono che il numero di morti durante mesi di disordini in Siria ha ormai superato le 5.000 persone. Il responsabile per i diritti umani delle Nazioni Unite Navi Pillay ha detto ieri che il suo ufficio ha ricevuto rapporti credibili da una varietà di fonti che indicano come il numero di morti […]

  • Siria, Assad nega la repressione mentre Clinton vede l’opposizione siriana

    Il presidente siriano Bashar al-Assad, lasciatosi intervistare da una nota rete televisiva americana oggi, ha negato di aver ordinato l’uccisione di migliaia di manifestanti anti-governativi, dichiarando al giornalista che non controlla le forze di sicurezza e quindi non ha potuto impedire la brutale repressione in corso nel suo paese. In una rara intervista andata in […]

  • Siria, vietati uso e importazione di iPhone

    Siria, la repressione del governo Bashar Al-Asad non si arresta. Da oggi proibito l’uso degli iPhone. Chiunque ne sarà trovato in possesso verrà considerato alla stregua di una spia. La notizia arriva dal sito internet libanese El Nashara. Le autorità di Damasco avrebbero non solo vietato l’importazione di tutti i dispositivi iPhone, ma anche il […]

  • Siria, bilancio morti supera 4000 mentre UE e USA inaspriscono le sanzioni

    Gli Stati Uniti e l’Unione europea hanno rafforzato le sanzioni contro la Siria giovedì, mentre le Nazioni Unite hanno annunciato che il bilancio  ufficiale delle vittime della repressione del governo di Damasco contro i manifestanti supera oggi 4.000 persone. Ma i veri numeri potrebbero essere molto più alti, dice un commissario dell’ONU. Un Alto funzionario […]

  • Lega araba approva le sanzioni contro la Siria

    La Lega araba ha approvato le sanzioni contro la Siria in un’azione senza precedenti nella sua storia. Le misure sono una risposta alla repressione del governo siriano contro la rivolta dell’opposizione, che ha provocato migliaia di morti. Il ministro degli Esteri del Qatar Hamas bin Jassim ha detto ai giornalisti al Cairo oggi che 19 […]

  • Marocco: partito islamico vince le elezioni, elevata l’astensione

    Marocco, come previsto il partito islamico vince le elezioni legislative. Il partito giustizia e sviluppo (PJD) si è aggiudicato circa 100 seggi sui 395 in palio e con essi anche il diritto di nomina del nuovo primo ministro. Il PJD guidato dal Abdelilah Benkirane è entrato per le prima volta in parlamento nel 1997 (sotto […]

  • Urne aperte in Marocco per rinnovo della Camera

    Casablanca, Marocco – In Marocco questa mattina alle 8.00 ora locale si sono aperte le urne. I 13,5 milioni di marocchini iscritti alle liste elettorali sono chiamati ad eleggere i 395 deputati della Camera dei rappresentanti. Sono 33 le formazioni politiche che si contenderanno i seggi. Molti analisti danno come vincitore il partito islamista Giustizia […]