Gaianews

Avocado, pomodoro e carote migliorano l’assorbimento della vitamina A

L'avocado, mangiato con carote e pomodoro, aumenta la produzione di betacarotene e vitamina A

Scritto da Elisa Corbi il 11.07.2014

Un nuovo studio, pubblicato su The Journal of Nutrition, ha dimostrato che l’avocado fresco consumato insieme a pomodori o carote crude migliora l’assorbimento della provitamina A – betacarotene e aiuta la conversione di questi carotenoidi in una forma attiva di vitamina A.

avocado

Lo studio condotto presso la Ohio State University, ha indagato se l’avocado potesse essere un valido aiuto per utilizzare al meglio la vitamina A se mangiata insieme ad alimenti ricchi di carotene.

La vitamina A è coinvolta nella salute riproduttiva e nella crescita: aiuta a sostenere la salute della pelle, la funzione immunitaria, la vista, e possiede proprietà antiossidanti. I carotenoidi sono i responsabili del colore arancio e giallo di frutta e verdura. E l’organismo, una volta assunti, converte questi pigmenti vegetali in una forma attiva e utilizzabile di vitamina A.

I ricercatori hanno condotto due studi randomizzati. Il primo ha esaminato se l’avocado fresco, mangiato con salsa di pomodoro, favoriva l’assorbimento della provitamina A, e la conversione di questi carotenoidi in una forma attiva di vitamina A. Il secondo studio ha esaminato lo stesso risultato, sostituendo però la salsa di pomodoro con delle carote crude.

Per il primo studio, i ricercatori hanno scoperto che un pasto con salsa di pomodoro e l’aggiunta di un avocado (150 g), ha raddoppiato (2,4 volte) l’assorbimento di beta-carotene;
quadruplicato (4,6 volte) la conversione di provitamina A (sotto forma di vitamina inattiva) a vitamina A (sotto forma di vitamina attiva).

Nel secondo studio i ricercatori hanno rilevato che mangiare carote crude con l’aggiunta di un avocado (150 g), ha significativamente aumentato assorbimento del beta-carotene (6,6 volte); quadruplicato (4,8 volte) l’assorbimento alfa-carotene; aumentato (12.6 volte) la conversione della provitamina A (sotto forma di vitamina inattiva) a vitamina A (sotto forma di vitamina attiva).

“I risultati del nostro studio rafforzano l’attuale ricerca su questo argomento e integrano un precedente studio, condotto nel mio laboratorio, che ha mostrato un miglioramento simile nell’assorbimento dei carotenoidi assumendo metà avocado (75 g)” – ha detto il dottor Steven Schwartz – “I risultati forniscono anche indizi promettenti e una base per future ricerche per determinare gli effetti di questo frutto sulla conversione della provitamina A in vitamina A”.

Nikki R. Ford, coautore dello studio spiega che “Abbinare alcuni cibi non è solo un fatto di gusto, specifici alimenti se mangiati insieme possono aiutare l’organismo in modo più efficace. Consumare avocado è un modo gustoso e semplice per aggiungere più frutta alla nostra alimentazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA