Gaianews

Cancro, alcuni integratori alimentari aumentano il rischio

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 04.02.2012

Integratori alimentariUna ricerca mette in dubbio la bontà di alcuni integratori alimentari di origine naturale, denunciando la presenza in commercio di prodotti che possono anche provocare il cancro. La ricerca è stata finanziata dalla UE e rivela che i composti che si trovano in alcuni preparati di origine botanica, come gli integratori alimentari vegetali, possono essere dannosi per la salute.

Lo studio, pubblicato in Food and Nutrition Sciences, ha rilevato che una classe di sostanzi in particolare, gli alchilbenzeni, sono presenti nei prodotti naturali analizzati. I ricercatori hanno anche accertato che queste sostanze contribuiscono ad aumentare l’incidenza di cancro al fegato negli animali. Nel loro ultimo studio, i ricercatori della Wageningen University nei Paesi Bassi e dell’Università degli Studi di Milano hanno scoperto che anche se in molti integratori alimentari vegetali i livelli di questi composti sono molto bassi – tali da non destare preoccupazione -, ci sono alcuni integratori alimentari vegetali attualmente sugli scaffali dei negozi che contengono le sostanze cancerogene a livelli comparabili a quelli che in laboratorio hanno fatto aumentare i casi di cancro negli animali.

I ricercatori suggeriscono che sarebbero necessari una migliore regolamentazione ed un controllo di qualità degli integratori alimentari vegetali contenenti alchilbenzeni.

Molti italiani ed europei utilizzano prodotti e preparati botanici come integratori alimentari vegetali. I ricercatori hanno detto che il volume di mercato di tali prodotti è in crescita. Per capire meglio il livello di sicurezza di tali prodotti in commercio in tutta Europa, i ricercatori hanno selezionato e valutato 30 composti botanici negli integratori alimentari vegetali che potrebbero mettere in pericolo la salute umana. La preoccupazione principale è stata quella di determinare in che modo questi composti influenzano il patrimonio genetico delle cellule e se e come aumentano l’insorgenza di tumori.

Il team ha valutato vari integratori alimentari vegetali contenenti basilico, finocchio, noce moscata, sassofrasso, cannella o calamus (calamo aromatico), oppure i loro oli essenziali come ingrediente principale. Secondo gli scienziati, alcuni di questi prodotti contengono livelli relativamente alti di alchilbenzeni. L’uso degli integratori alimentari vegetali potrebbe quindi svolgere un ruolo nella salute umana, suggeriscono, aggiungendo che è importante attuare una serie di azioni di gestione dei rischi da parte delle autorità sanitarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Medizin – man

    Penso che troppi supplementi alimentari sono cancerogeni , come le E- sonstanze sono quasi tutte pericolose