Gaianews

Tumore al seno: agopuntura (vera e finta) contro gli effetti collaterali dei farmaci

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 23.12.2013

Funziona sia se è vera che se è fittizia. Questa la notizia sull’agopuntura che arriva da un trial effettuato su pazienti affette da tumore al seno. Pur ammettendo che forse il campione delle pazienti poteva essere non sufficientemente numeroso, gli scienziati hanno rilevato che l’agopuntura può essere utile contro gli effetti collaterali di alcuni farmaci utilizzati durante la terapia anticancro, sia se è vera che se è fittizia. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Cancer.

Agopuntura

Con il tumore al seno, anche se ci è si è sottoposti a intervento chirurgico, molto spesso sono necessarie ulteriori cure anticancro. Una nuova analisi ha trovato che i trattamenti di agopuntura sia reali che fittizi possano aiutare ad alleviare gli effetti collaterali dei farmaci che comunemente vengono usati per trattare il cancro al seno. L’esperimento potrà essere d’aiuto per i medici che vogliono alleviare i sintomi delle proprie pazienti, e solleva il problema se l’agopuntura finta possa essere una soluzione in questo senso. 

Le pazienti con carcinoma mammario che assumono un farmaco che inibisce l’enzima che produce gli estrogeni nelle donne in post-menopausa,  spesso hanno effetti collaterali, tra cui dolori articolari  e muscolari e rigidità , ed i sintomi della menopausa, come le vampate di calore.

Ting Bao del Greenebaum Cancer Center  dell’Università del Maryland di Baltimora ed i suoi colleghi hanno reclutato 47 pazienti sopravvissute al cancro al seno che assumono inibitori dell’aromatasi e che soffrono di disagio articolare e muscolare, a partecipare ad uno studio clinico. Circa la metà delle pazienti è stata sottoposta a  otto trattamenti di agopuntura settimanale e l’altra metà ha ricevuto una sorta di agopuntura finta fatta con aghi retrattili collocati in punti non corrispondenti a quelli dell’agopuntura.

Entrambi i gruppi hanno avuto una diminuzione dei sintomi, in particolare delle vampate di calore, ma c’era poca differenza di prestazioni tra la vera agopuntura e l’agopuntura finta. 

“Potrebbe essere che non ci sia  differenza o potrebbe essere che in questo piccolo trial non avevamo abbastanza pazienti per rilevare una differenza significativa”, ha detto il dottor Bao. In particolare nessuna paziente ha sperimentato effetti collaterali significativi in entrambi i tipi di trattamento dell’agopuntura.

“Questo è importante perché altri trattamenti dei sintomi spesso hanno effetti collaterali e mostrano che questo trattamento funziona senza effetti collaterali e potrebbe dimostrarsi un grande miglioramento nel trattamento del cancro”, ha spiegato il dottor Bao.

Anche se i ricercatori non avevano intenzione di studiare le differenze di efficacia per razza, hanno rilevato che  le donne afro-americane sperimentavano una maggiore riduzione della gravità e della frequenza delle vampate di calore se si sottoponevano ad un’agopuntura reale, piuttosto che ad un’agopuntura finta rispetto alle donne non afro-americane.

“Questo tipo di risultato non è definitivo, ma suggerisce che probabilmente dovremmo approfondire la possibilità che l’agopuntura possa funzionare meglio in alcuni etnie rispetto ad altre”, ha detto il dottor Bao .

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Alberto Zazza scrive:

    si abusa dell’effetto placebo senza capire. annessi e connessi nel cervello che risolve.