Gaianews

Archeologia

  • Età del Bronzo: scoperta migrazione umana dalla Svezia alla Polonia

    Età del Bronzo: scoperta migrazione umana dalla Svezia alla Polonia

    Nel corso della prima Età del Bronzo, durante il periodo della cultura di Unetice, vi fu un notevole spostamento di gruppi umani verso la Slesia, la regione storica del centro Europa comprendente parte degli attuali Paesi della Polonia, Repubblica Ceca e Germania. Circa 4000 anni fa, una comunità piuttosto ampia si installò principalmente nei territori […]

  • Risolto il mistero di una antica statua romana in Gran Bretagna

    Risolto il mistero di una antica statua romana in Gran Bretagna

    Gli archeologi dell’Università di Bournemouth (BU) sono riusciti ad identificare una testa di pietra rinvenuta in una aiuola a Chichester, nella contea inglese del Sussex, oltre 200 anni fa, risolvendo così un mistero che durava da allora. Utilizzando la più recente tecnologia a scansione laser, hanno rivelato che “The Bosham Head” – come era stata […]

  • Testa della dea Afrodite e altri tesori archeologici nel Sud della Turchia

    Testa della dea Afrodite e altri tesori archeologici nel Sud della Turchia

    La scorsa estate una squadra di archeologi dell’Università del Nebraska-Lincoln ha riportato alla luce nuovi tesori nel sud della Turchia: una testa di marmo a grandezza naturale della dea greca Afrodite e due straordinari mosaici d’epoca romana. La testa appare ancora bella, pur se mancante del corpo, forse incenerito per farne calce da costruzione. Secondo […]

  • Gli schiavi invisibili dell’antica Pompei

    Gli schiavi invisibili dell’antica Pompei

    Si chiamava Amica. L’impronta del suo piede è rimasta impressa su una tegola in terracotta di un antico tempio della Pompei romana. E’ raro trovare una tegola ‘firmata’ da uno schiavo. E Amica era una schiava.  Secondo Lauren Petersen, docente di Storia dell’Arte presso l’Università del Delaware, specializzata nell’architettura dell’antica Roma e autrice della ricerca, […]

  • Furono i Neanderthal, 45mila anni fa, a nutrirsi di salmone del Caucaso?

    Furono i Neanderthal, 45mila anni fa, a nutrirsi di salmone del Caucaso?

    Perchè gli esseri umani anatomicamente moderni hanno sostituito i Neanderthal in Europa circa 40mila anni fa? Un’ipotesi sostiene che i Neanderthal fossero alquanto rigidi nelle loro abitudini alimentari, scegliendo tra i grandi mammiferi erbivori, cavalli, bisonti e mammut, di cui erano predatori, mentre i Sapiens avrebbero attinto ad una più ampia varietà di risorse alimentari, […]

  • Raro cranio fossile di scimmia scoperto in Cina

    Raro cranio fossile di scimmia scoperto in Cina

    Un team di ricercatori ha scoperto il cranio di una scimmia fossile a Shuitangba, un sito databile al Miocene, nella provincia dello Yunnan, in Cina. Il cranio appartiene ad un esemplare giovane del genere Lufengpithecus e il suo ritrovamento è significativo, secondo la dott.ssa Nina Jablonski, antropologa della Penn State University. Il Lufengpithecus è un […]

  • Homo sapiens in Sicilia grazie ad un ponte naturale

    Homo sapiens in Sicilia grazie ad un ponte naturale

     Due anni di ricerche effettuate nei fondali e nelle coste dello Stretto di Messina hanno portato ad  una significativa scoperta scientifica sulla presenza dell’Homo sapiens in Sicilia. Gli studi sono stati condotti da ricercatori dell’ENEA, e dalle Università di Roma (La Sapienza), Palermo, Napoli (Federico II), Messina e Trieste, l’Australian National University, Canberra (Australia), il […]

  • Collana di conchiglie pone dubbi sulla via migratoria del Vicino Oriente

    Collana di conchiglie pone dubbi sulla via migratoria del Vicino Oriente

    Un team internazionale di ricercatori, guidato dalla Oxford University, ipotizza un nuovo scenario riguardo la presenza dei primi esseri umani moderni nel Vicino Oriente. Le datazioni, effettuate su conchiglie marine rinvenute a Ksar Akil, un sito archeologico chiave nel Libano, assegnano al più antico fossile umano degli strati archeologici relativi una età fra 42.400 e […]

  • Antichi fiumi sotto il Sahara avrebbero aiutato le migrazioni dall’Africa

    Antichi fiumi sotto il Sahara avrebbero aiutato le migrazioni dall’Africa

    Tre antichi sistemi fluviali, ormai sepolti dalla sabbia del deserto, possono essere stati utilizzati come percorsi praticabili dalla migrazione umana che si verificò, attraverso il Sahara verso il Mediterraneo, circa 100mila anni fa, secondo uno studio pubblicato l’11 settembre scorso sulla rivista on line PLosONE da Tom Coulthard, dell’Università di Hull, nel Regno Unito ed […]

  • Scoperta sepoltura: i Maya smembravano i propri nemici

    Scoperta sepoltura: i Maya smembravano i propri nemici

    I ricercatori del Dipartimento di Antropologia delle Americhe dell’Università di Bonn hanno scoperto una fossa comune in una grotta artificiale nella storica città Maya di Uxul (Messico). I segni sulle ossa indicano che gli individui sepolti nella grotta sono stati decapitati e smembrati circa 1.400 anni fa. Gli scienziati ritengono che le vittime fossero prigionieri […]

  • Perù: droni per mappare e proteggere i siti archeologici

    Perù: droni per mappare e proteggere i siti archeologici

    In Perù, dove spicca l’antica città Inca di Machu Picchu insieme a migliaia di antiche rovine, gli archeologi utilizzano sempre più i droni per accelerare i lavori di indagine e proteggere i siti da eventuali predatori, costruttori, minatori o qualunque altra minaccia possa gravare sugli scavi, ma possa però anche essere tempestivamente prevenuta. Questi piccoli […]

  • Vichinghi non furono i primi colonizzatori delle  Isole Fær Øer

    Vichinghi non furono i primi colonizzatori delle Isole Fær Øer

    Nuove prove archeologiche collocano la colonizzazione umana nel IV-VI secolo d.C., almeno 300-500 anni prima di quanto precedentemente sia stato dimostrato. La ricerca, diretta dal dr. Mike J. Churh, del Dipartimento di Archeologia della Durham University, e da Simun V Arge, del Museo Nazionale delle  Isole Fær Øer, nell’ambito del progetto multidisciplinare “Heart of the […]

  • Forma delle asce rivela due distinte culture Neanderthal

    Forma delle asce rivela due distinte culture Neanderthal

    Uno studio condotto da una ricercatrice dell’Università di Southampton ha scoperto che i Neanderthal erano culturalmente più complessi di quanto finora ritenuto. Tra i Neanderthal che popolavano l’Europa settentrionale, tra 115mila e 35mila anni fa, esistevano due tradizioni culturali. La dott.ssa Karen Ruebens, del Centre for the Archaeology of Human Origins (CAHO), ha esaminato i […]

  • Nel Nevada, i petroglifi più antichi del Nord America

    Nel Nevada, i petroglifi più antichi del Nord America

    Una nuova analisi guidata da un ricercatore dell’Università del Colorado, Boulder è stata eseguita su antichi petroglifi scolpiti in formazioni rocciose del Nevada occidentale, stimando una loro collocazione tra un minimo di 10500 anni ed un massimo di 14mila anni fa. I petroglifi sono stati rinvenuti in un sito del Lago Winnemucca, ora prosciugato, 35 […]

  • Le civiltà della tarda “età del bronzo” forse distrutte dai cambiamenti climatici

    Le civiltà della tarda “età del bronzo” forse distrutte dai cambiamenti climatici

    I cambiamenti climatici potrebbero aver causato il crollo di fiorenti civiltà del Mediterraneo orientale verso la fine del 13° secolo a.C., secondo la ricerca pubblicata qualche giorno fa sulla rivista on line Plos ONE da David Kaniewski, dell’Università di Paul Sabatier, Tolosa, assieme a colleghi di altre istituzioni. Convenzionalmente, con “età del bronzo” si indica […]

  • Antiche perle di vetro testimoniano industria e rotte commerciali degli antichi Romani

    Antiche perle di vetro testimoniano industria e rotte commerciali degli antichi Romani

    Nel corso di scavi archeologici su antichi siti d’epoca romana in Baviera sono state ritrovate delle perle di vetro sicuramente non prodotte in quella regione. Questa è la conclusione di un team di studiosi tedeschi, dopo un’analisi del materiale al reattore nucleare TRIGA dell’Istituto di Chimica Nucleare presso la Johannes Gutenberg-Universitat Mainz, in Germania (JGU). […]

  • Neanderthal: un’altra scoperta intensifica il mistero della loro scomparsa

    Neanderthal: un’altra scoperta intensifica il mistero della loro scomparsa

    Un nuova scoperta, effettuata in due siti archeologici francesi, aggiunge un nuovo tassello alla definizione della civilta dei Neanderthal, che sempre di più va configurandosi come una civiltà evoluta e niente affatto meno sviluppata di quella dei Sapiens. La scoperta consiste nel ritrovamento di utensili in osso prodotti in serie, cioè con proceudre standardizzate. Si […]

  • Nuova tecnica archeologica ricostruisce le ultime ore di un defunto

    Nuova tecnica archeologica ricostruisce le ultime ore di un defunto

    Potrebbe sembrare la trama di una fiction poliziesca, tanto in voga oggi. Invece, ancora una volta, scienza e tecnologia ci stupiscono con possibilità impensabili fino a qualche anno fa. Una nuova tecnica di indagine ha infatti consentito la ricostruzione dell’ultimo giorno di vita di un bambino, d’età compresa tra i 10 e i 13 anni, […]

  • Guatemala, portato alla luce uno straordinario fregio Maya

    Guatemala, portato alla luce uno straordinario fregio Maya

    Una piramide Maya, splendidamente decorata con un raro fregio policromo, è stata riportata alla luce nello scorso mese di luglio presso il sito di Holmul, in Guatemala, nel nord-est della provincia di Peten. La scoperta si deve all’archeologo Francisco Estrada-Belli, docente presso il Dipartimento di Antropologia della Tulane University di New Orleans, Louisiana. L’altorilievo in […]

  • Primo esempio di aiuola fiorita in una sepoltura sul Monte Carmelo

    Primo esempio di aiuola fiorita in una sepoltura sul Monte Carmelo

    In quattro tombe diverse del periodo natufiano (13,7-11,7mila anni fa), sotto alcuni scheletri umani, sono state rinvenute decine di impronte di piante di Salvia e di altre specie, quali carici e zecche, della famiglia delle Lamiaceae. “Questa è un’altra prova che da oltre 13mila anni i nostri antenati, i Natufiani, effettuavano sepolture rituali simili alle […]