Gaianews

Fisica

  • Carlo Rubbia inaugura l’esperimento ICARUS sotto il Gran Sasso, a caccia di neutrini

    Oggi viene inaugurato dal Premio Nobel italiano Carlo Rubbia in persona nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN (Istituto nazionale di Fisica Nucleare) l’esperimento ICARUS (Imaging Cosmic and Rare Underground Signals), progettato dallo stesso fisico. ICARUS in realtà è gia entrato in funzione o scorso 27 maggio 2010 e vanta una tecnologia unica al mondo. […]

  • I fisici scoprono nuovo fenomeno nelle giunzioni grafene – superconduttori

    Champaign, Illinois – I ricercatori dell’Illinois hanno documentato le prime osservazioni di alcuni fenomeni insoliti della fisica dei materiali quando due nuovi materiali vengono collegati: i superconduttori e il grafene. Guidati dal professore di fisica dell’Università dell’Illinois Nadya Mason, il gruppo ha pubblicato i risultati sulla rivista Nature Physics. Quando una corrente viene applicata ad un […]

  • La fisica dei buchi neri rotanti rivoluzionata da un fisico italiano

    E’ finalmente possibile misurare la rotazione dei buchi neri grazie ad una nuova proprietà delle onde elettromagnetiche, la vorticità. La luce, ma anche le onde radio, gli ultravioletti e gli infrarossi, fanno tutti parte delle cosiddette onde elettromagnetiche, scoperte nell’Ottocento e che hanno rivoluzionato il mondo in cui viviamo. Oggi, quando nessuno pensava che ci […]

  • Esperimento del CERN fa progressi verso raggi di antimateria

    L’esperimento del  CERN chiamato ASACUSA ha compiuto un importante passo avanti nello sviluppo di una tecnica innovativa per lo studio dell’antimateria. Utilizzando una nuova trappola per particelle, chiamata trappola cuspide, l’esperimento è riuscito a produrre un significativo numero di atomi di antidrogeno in volo. Il risultato è stato pubblicato sulla rivista Physical Review Letters. Non […]

  • LHC, osservato “smorzamento dei getti”, conferma teorie sulla natura della materia ai primi istanti dell’Universo

    Ginevra, 26 novembre 2010. Dopo meno di tre settimane di scontri di ioni pesanti nell’LHC, i laboratori del CERN di Ginevra annunciano che i tre esperimenti che studiano le collisioni di ioni  hanno già portato nuova luce sulla natura della materia come essa apparve nei primissimi istanti della vita dell’Universo. Osservato per la prima volta […]

  • I fisici di Bonn hanno creato un super-fotone. Presto laser di nuova generazione

    I fisici dell’Università di Bonn hanno sviluppato una fonte di luce innovativa, chiamata “condensato di Bose-Einstein” composta da fotoni. Fino a poco tempo fa, ciò era considerato impossibile dagli esperti! Questo metodo può essere potenzialmente idoneo alla progettazione di nuove fonti di luce simili ai laser, che funzionano nella gamma dei Raggi X. Fra le […]

  • Prodotta e intrappolata antimateria al CERN. Suo studio dirà perché è scomparsa subito dopo il Big Bang

    Ginevra, 17 novembre 2011. L’esperimento ALPHA del CERN ha compiuto un importante passo avanti nello sviluppo di tecniche per comprendere una delle questioni aperte dell’universo: esiste una differenza tra materia e antimateria? In un articolo pubblicato oggi su Nature, dimostra che la collaborazione ha prodotto con successo e intrappolato atomi di antidrogeno. Questo sviluppo apre […]

  • Buchi neri artificiali potrebbero portare a pannelli solari ad alto rendimento

    Mentre la nostra conoscenza diretta dei buchi neri nell’universo è limitata a quello che possiamo osservare a migliaia o milioni di anni luce di distanza, un gruppo di fisici cinesi ha proposto un modo semplice per progettare un buco nero elettromagnetico artificiale in laboratorio con l’uso di nuovo materiali. All’orizzonte ci sarebbero applicazioni nel campo […]

  • Memoria quantistica guiderà il futuro delle telecomunicazioni, a Copenaghen i primi passi di una svolta tecnologica

    I ricercatori del Niels Bohr Institute dell’Università di Copenaghen sono riusciti a immagazzinare l’informazione quantistica utilizzando due fasci di luce intrecciati (entangled). La memoria quantistica è un elemento necessario per le future reti di comunicazione quantistica, tanto che i ricercatori di tutto il mondo si stanno rincorrendo a suon di ricerche e annunci per arrivare […]