Gaianews

alghe

  • Come cambiano gli ecosistemi marini

    Come cambiano gli ecosistemi marini

    Una nuova metodologia computazionale che simula la selezione evoluzionistica permette di comprendere le molteplici cause che determinano il regime shift, cioè il cambiamento delle specie dominanti negli ecosistemi marini. Fra queste, temperatura, circolazione delle correnti e abbondanza di predatori. La ricerca dell’Ismar-Cnr è pubblicata su Plos One. “Interi ecosistemi dominati da coralli possono essere, nel […]

  • Scoperto un interruttore quantistico nelle alghe

    Scoperto un interruttore quantistico nelle alghe

    I processi naturali sfruttano gli effetti quantistici per migliorare la loro efficienza? Se dovessi rispondere, direi di sì, se non altro perché è abbastanza ovvio pensare che, più si scende nella scala delle grandezze, più tutto sia governato dai processi quantistici – non dimentichiamoci che siamo fatti di atomi. Ma quando si tratta di osservare le dinamiche quantistiche […]

  • Le microalghe contro la radioattività a Fukushima

    Le microalghe contro la radioattività a Fukushima

    Il disastro nucleare di Fukushima è un problema aperto del quale non si conosce ancora del tutto la reale portata. Una ricerca dell’Università di Tsukuba si è interrogata sulla capacità di alcune microalghe e di piante acquatiche di assorbire la radioattività. In particolare un ceppo di alghe sembra in grado di assorbire il cesio radioattivo […]

  • Alghe e piante contro la disfunzione erettile

    Alghe e piante contro la disfunzione erettile

    Al congresso della Società italiana di ultrasonologia in Medicina è stata presentata una sperimentazione secondo la quale un mix di alghe e piante sarebbe efficace contro la disfuzione erettile. Le piante agirebbero sul testosterone. La sperimentazione è stata condotta dall’Università Federico II di Napoli. Le alghe e piante in questione sono la ecklonia bicyclis, il […]

  • Foto aeree per studiare gli effetti dei cambiamenti climatici

    Foto aeree per studiare gli effetti dei cambiamenti climatici

    A seguito dei cambiamenti climatici alcune piante acquatiche indesiderate stanno iniziando ad invadere gli specchi d’acqua tedeschi. Aree ricreative popolari, quali il lago di Starnberg, sono state colpite dal fenomeno, per cui si è reso necessario monitorare la diffusione di queste piante, processo che finora si è rivelato molto costoso. Per questo i ricercatori della […]

  • Stati Uniti: quante alghe si possono coltivare per produrre biocarburante?

    Stati Uniti: quante alghe si possono coltivare per produrre biocarburante?

    Molte delle forze di coloro che si occupano di energie rinnovabili si rivolgono alla produzione di biocarburante. Le domande riguardano l’efficienza dei biocarburante, ma anche la facilità e la possibilità di produrlo. Una ricerca statunitense ha indagato la possibilità di coltivare alghe per creare biocarburante negli Stati Uniti e secondo una stima si potrebbe creare […]

  • Piante che ottengono energia da altre piante: le alghe lo fanno

    Piante che ottengono energia da altre piante: le alghe lo fanno

    I fiori hanno bisogno di acqua e luce per crescere. Anche i bambini imparano che le piante utilizzano la luce solare per raccogliere l’energia dalla terra e dall’acqua. Ora i ricercatori di un gruppo guidato dal professor Olaf Kruse dell’Università di Bielefeld hanno fatto una scoperta rivoluzionaria, dimostrando che c’è una pianta che utilizza un’alternativa per accumulare energia

  • Biocarburanti da alghe sotto accusa: su larga scala non sono sostenibili

    Biocarburanti da alghe sotto accusa: su larga scala non sono sostenibili

    Secondo  un nuovo rapporto del National Research Council americano la produzione di biocarburante estratto dalle alghe per soddisfare almeno il 5 per cento – circa 39 miliardi di litri – del fabbisogno statunitense di carburante per il trasporto, imporrebbe una domanda insostenibile di energia, acqua e sostanze nutritive. L’unica speranza è la scoperta di nuove tecniche che possano permettere di sfruttare appieno le potenzialità di questo carburante verde

  • Il cibo del futuro: cavallette, vermi, alghe e carne in vitro

    C’è una questione che appare sempre più spesso nelle agende dei decisori politici: si tratta della crisi alimentare. Ci sono diverse cause a questo problema che consiste nella scarsa disponibilità di cibo rispetto alla popolazione: lo sfruttamento delle risorse, l’aumento esponenziale della popolazione, i cambiamenti climatici. BBC ha pubblicato on line un interessante approfondimento sull’alimentazione […]

  • Dalle alghe infestanti delle Hawaii una nuova sostanza antinfiammatoria

    Gli scienziati dello Scripps Institution of Oceanography dell’Università della California, San Diego hanno scoperto che delle alghe infestanti delle Hawaii producono sostanze che potrebbero essere usate come antinfiammotori nella cura della patologie umane. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Chemistry & Biology. Sovente le sostanze naturali vengono studiate dagli scienziati per copiarne la struttura. […]

  • Improvvisa e gigantesca fioritura di alghe in Antartide

    Un campo di alghe talmente grande da essere fotografato dal satellite sta dando da fare lal fauna marina in antartide. Gli scienziati sostengano che no conoscono la causa della fioritura, ma che è comunuque un fenomeno naturale che porterà solo effetti positivi. Il campo è lungo 200 chilometri e largo 100. Il ricercatore Mark Curran […]

  • Alga laminaria digitata è un ottimo biocarburante

    Le alghe potrebbero rivelarsi un biocarburante sostenibile per il futuro, soprattutto se raccolte in estate. L’utilizzo di alghe (laminaria digitata) potrebbe fornire un’alternativa importante come biocarburante, ma l’adeguatezza della sua composizione chimica varia su base stagionale. Raccogliere le alghe nel mese di luglio, quando i livelli di carboidrati sono al loro massimo, garantirebbe il rilascio […]

  • Rivelati gli antenati delle piante terrestri

    Si è sempre ritenuto che le piante terrestri si fossero evolute da alghe caroficee. Tuttavia, una nuova ricerca pubblicata nella rivista del BioMed Central  “BMC Evolutionary Biology” dimostra che i parenti più prossimi alle piante di terra sono in realtà le alghe verdi come la Spirogyra. La vita sul nostro pianeta è molto antica, e […]

  • Biodiversità risorsa fondamentale per la qualità dell’acqua

    Una nuova prova della  relazione fra biodiversità e qualità dell’acqua: la perdita delle specie può compromettere la qualità delle acque. I frequenti studi sull’accelerazione della perdita delle specie sollevano sempre interrogativi sul perché tali perdite siano importanti e per quali motivo dovremmo lavorare per conservare la biodiversità. I biologi hanno sempre risposto a tali domande, […]