Gaianews

ricerca

  • Popolazioni di erbivori diminuiranno se le temperature salgono, secondo l’Università di Toronto

    Se i cambiamenti climatici provocheranno ancora un aumento delle temperature il numero di erbivori diminuirà, creando problemi alimentari per l’umanità, secondo una nuova ricerca dell’Università di Toronto. In un articolo che è stato pubblicato questo mese su American Naturalist, un gruppo di ecologi descrive come le differenti risposte delle piante e degli erbivori ai cambiamenti di […]

  • Si impara a ritmo delle sinapsi

    Il cervello impara attraverso i cambiamenti di stato delle sinapsi – le connessioni tra i neuroni – in risposta a degli  stimoli. Ora, in una scoperta che sfida il pensiero convenzionale sui meccanismi cerebrali di apprendimento, i neurofisici della UCLA hanno scoperto che c’è un ritmo ottimale del cervello per cambiare i rapporti sinaptici. Inoltre […]

  • Declino e recupero delle barriere coralline in 700 anni legati a attività umana e ambientale

    Una ricostruzione storica rivela che l’uomo è responsabile sia del degrado che del recupero delle barriere coralline. I grandi cambiamenti che hanno contraddistinto le attività umane insieme con i cambiamenti legati all’ ambiente  nei secoli scorsi hanno causato periodi fluttuanti di declino e di recupero delle barriere coralline nelle isole Hawaii, secondo uno studio sponsorizzato […]

  • Scoperta sul sistema immunitario delle piante vale anche per gli umani

    Alcuni ricercatori finanziati dal Biotechnology and Biological Sciences Research Council (BBSRC), hanno identificato una componente importante nel meccanismo molecolare di immunità delle piante, una scoperta che potrebbe aiutare gli allevatori a produrre delle varietà di colture meno suscettibili agli attacchi delle malattie per garantire la sicurezza futura degli alimenti. Potrebbero inoltre esserci implicazioni per il […]

  • Importante scoperta per le malattie autoimmuni: ecco la molecola che regola la tolleranza del sistema immunitario

    Una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Leukocyte Biology dimostra come l’intestino umano crea  e mantiene la ‘tolleranza immunitaria’ in buone condizioni Immaginate un singolo farmaco che tratta la maggior parte, se non tutte, le malattie autoimmuni, come l’asma, le malattie infiammatorie intestinali, e il Lupus. Potrebbe essere possibile grazie ad un team di ricercatori che […]

  • Calcolate le zone a rischio di conflitti: sono quelle con più risorse

    Bruxelles, 28 settembre 2011 – Il Joint Research Centre  dell’Unione Europea, ha sviluppato uno strumento statistico che permette di modellare il rischio di insorgenza dei conflitti nei paesi in via di sviluppo. Combinando i dati in rete con quelli satellitari, lo strumento stabilisce un nesso tra le risorse naturali e il rischio di conflitto. Un […]

  • Dalla Spagna promettente vaccino contro l’HIV

    Un vaccino preventivo contro HIV, sviluppato dallo Spanish Superior Scientific Research Council (CSIC) insieme con il Gregorio Marañón Hospital di Madrid  e la Clínic Hospital in Barcelona sembra avere un’efficienza immunitaria. Il 90% dei volontari  ha sviluppato una risposta immunitaria contro il virus e l’85% ha mantenuto questa risposta per almeno un anno. La sicurezza […]

  • Impiantato cervelletto artificiale in un topo

    Un cervelletto robotico è stato impiantato in un topo. Questo esperimento apre prospettive sulle possibilità di impiantare parti di cervello e recuperare attraverso la tecnologia alcune parti lese. Altri esperimenti hanno già dimostrato che è possibile collegare dispositivi elettrici al cervello in modo sensato, ma con una sola direzione, dal cervello alla protesi o viceversa. […]

  • Dall’Italia una nuova speranza contro la distrofia facio-scapolo-omerale

    Sulla rivista Molecular Therapy è apparsa una ricerca dell’Istituto Telethon Dulbecco,  guidata dal dottor Davide Gabellini che afferma che è stata dimostrata per la prima volta l’efficacia di una terapia molecolare per la distrofia facio-scapolo-omerale. Questa è una malattia genetica che colpisce, come si deduce dal nome, i muscoli del viso, delle spalle e della […]

  • Il livello del mare potrebbe non solo salire, ma oscillare a causa dei cambiamenti climatici

    Secondo un gruppo di ricerca guidato dal Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) nel corso di un periodo caldo che è iniziato circa 125.000 anni fa ci fu un’oscillazione del livello del mare: questo fa aumentare la possibilità che possa prospettarsi uno scenario simile,caratterizzato dau oscillazione del livello del mare, se il pianeta continuerà a riscaldarsi. […]

  • L’uso di integratori multivitaminici riduce il rischio di parti prematuri

    Secondo uno studio reso noto da Federsalus e pubblicato  sull’American Journal of Clinic Nutrition l’uso di integratori multivitaminici  nel priconcepimento riduce il rischio di parti prematuri di bambini sottopeso e o con problemi di sviluppo. Secondo i dati della ricerca condotta dall’Università di Aarhus (Danimarca) in collaborazione con l’Università di Pittsburgh (USA), l’assunzione di integratori multivitaminici […]

  • Un bicchiere al giorno correlato ad una buona salute nelle donne in età avanzata

    Le donne che bevono 15 grammi o meno di alcol al giorno (l’equivalente di un bicchiere di qualsiasi bevanda alcolica) durante la mezza età possono essere più sane,  una volta anziane, rispetto alle donne che non bevono affatto, che consumano più di due bicchieri al giorno, o che consumano quattro bicchieri o più al giorno. Uno […]

  • Sediba e non Lucy è il nostro antenato. Riscritta la storia dell’evoluzione

    Nuove analisi di un team di scienziati sudafricani su due individui di Australopithecus Sediba risalenti a quasi 2 milioni di anni fa riscrivono completamente la teoria dell’evoluzione dell’uomo. In particolare lo studio sull’ evoluzione del cervello umano grazie ai raggi X mette in discussione le teorie sul suo sviluppo. Uno studio pubblicato oggi sulla rivista Science […]

  • Primo ritratto globale di gas serra emerge da voli effettuati da un polo all’altro

    Gli scienziati hanno annunciato oggi che tre anni di voli di ricerca dal Mar Artico verso l’Antartico hanno prodotto con successo un ritratto senza precedenti dei gas serra e delle particelle in atmosfera. La vasta portata del progetto, noto come HIPPO, sta permettendo ai ricercatori di generare la prima mappatura dettagliata della distribuzione globale di gas […]

  • Prova della presenza di ferro nell’oceano cambia la storia della Terra

    Riverside, California – Nel corso dell’ultimo mezzo miliardo di anni, l’oceano è stato pieno di ossigeno e brulicante di vita animale. Ma prima che la vita animale si evolvesse, l’ossigeno era molto più difficile da trovare. Ora un nuovo studio condotto da ricercatori della University of California, rivela che le profondità dell’ oceano non solo erano prive […]

  • Studio dimostra che le nuvole non causano il cambiamento climatico

    6 Settembre 2011 – Le nuvole amplificano soltanto il cambiamento climatico, secondo un professore della Texas A&M University in uno studio che confuta le recenti teorie che le nuvole siano in realtà la causa principale del cambiamento climatico. Andrew Dessler, professore di Scienze, è considerato uno dei maggiori esperti della nazione sulle variazioni del clima. […]

  • Aiutare gli altri allunga la vita

    Le persone che occupano una parte del loro tempo in attività di volontariato potrebbero vivere più a lungo rispetto a quelli che non lo fanno, soprattutto se il volontariato è orientato ad aiutare gli altri piuttosto che se stessi, secondo una nuova ricerca pubblicata dalla American Psychological Association. E’ la prima volta la ricerca dimostra […]

  • Esposizione prenatale agli ftalati legata a diminuzione di sviluppo mentale e motorio

    Gli ftalati, dei prodotti chimici che agiscono sul sistema endocrino e presenti in molti prodotti in commercio e negli ambienti in cui viviamo, sono legati ad un aumento dei problemi comportamentali nei bambini dell’età di 3 anni e possono causare cambiamenti nel cervello in via di sviluppo. Uno studio appena pubblicato da ricercatori della Columbia University Mailman […]

  • Grazie alla genetica, nuove speranze per un vaccino contro la tubercolosi

    4 settembre 2011 ─ (Bronx, NY) ─ I ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine of Yeshiva University hanno pubblicato un lavoro nell’edizione on line di settembre di Nature Medicine, in cui dichiarano che hanno sviluppato un vaccino contro la  tubercolosi (TB) che ha dimostrato di essere potente e sicuro negli studi sugli animali. Secondo l’Organizzazione Mondiale […]

  • Lupo della Tasmania (estinto) ingiustamente accusato di attaccare il bestiame

    Il Tilacino o Lupo marsupiale della Tasmania (Thylacinus cynocephalus), o tigre della Tasmania, è stato cacciato fino all’estinzione nel primo Novecento perchè si credeva attaccasse le pecore, ma un nuovo studio pubblicato su Zoological Society of London’s Journal of Zoology  ha scoperto che questo carnivoro aveva mascelle deboli e che le sue prede fossero probabilmente non più grandi di […]