Gaianews

Afganistan, militare USA spara sulla folla: “15 morti”

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 11.03.2012

Afghanistan. mappa

Funzionari afghani e degli Stati Uniti hanno reso noto che un militare degli Stati Uniti ha lasciato armato la base militare in cui era stato assegnato e ha iniziato a sparare su civili inermi questa mattina. L’episodio è avvenuto questa mattina all’alba nella provincia di Kandahar, nel sud dell’Afganistan.

La Nato ha dichiarato di aver arrestato l’uomo e che sta attualmente indagando sull’incidente. Il bilancio, secondo fonti afgane, sarebbe di 15 morti, ma la Nato non conferma.

Il portavoce della Nato, il capitano Justin Brockhoff ha confermato che molte persone sono rimaste ferite nell’attacco. Non ha tuttavia confermato la versione afgana secondo cui diverse persone sarebbero state uccise durante l’assalto.

L’ambasciata degli Stati Uniti in Afghanistan ha detto domenica in una nota che il responsabile dell’attacco sarà “perseguito secondo giustizia”.

La Nato dice che l’incidente è “profondamente deplorevole” e che rilascerà presto ulteriori informazioni.

Non c’è ancora nessun elemento che possa giustificare il motivo dell’aggressione.

La sparatoria arriva in un momento molto delicato per la missione Nato in Afganistan. Poche settimane fa infatti è venuto alla luce che alcuni militari statunitensi avrebbero bruciato copie del Corano, il libro sacro dei musulmani, in una base militare degli Stati Uniti in Afganistan.

Anche se i funzionari americani si sono scusati e hanno detto che l’incendio è stato un incidente, le reazioni da parte della popolazione sono state violentissime, con decine di morti sia americani che afgani. C’è stata anche una serie di attacchi da parte dei soldati afghani contro le truppe straniere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA