Gaianews

Ictus, presentato a Roma il guanto robotico per la riabilatazione

In occasione della giornata mondiale contro l'ictus cerebrale è stato presentato un guanto robotico per la riabilitazione a domicilio

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 29.10.2013

In occasione della giornata mondiale contro l’ictus cerebrale è stato presentato un guanto robotico per la riabilitazione a domicilio, oltre che un innovativo trattamento chirurgico alternativo alla trombolisi e l’importanza delle Stroke Unit per ridurre i danni dopo l’ictus.

guanto_ircss

In questa nona edizione, A.L.I.Ce. Italia Onlus si fa portatrice di buone notizie che arrivano dalla ricerca scientifica, lanciando SCRIPT (Supervised Care and Rehabilitation Involving Personal Tele-Robotics), il primo guanto robotico per la tele-riabilitazione del polso e della mano dei pazienti colpiti da ictus cerebrale.

Questo guanto è l’unione tra un trattamento robotico ed un videogioco, che il paziente dovrà utilizzare per svolgere compiti motori da effettuare con la mano, il polso, il gomito e la spalla singolarmente oppure in maniera coordinata tra loro. Il Dottor Patrizio Sale, responsabile clinico della sperimentazione, spiega che “di recente la letteratura scientifica internazionale ha evidenziato come l’uso di giochi e di esercizi divertenti porti a risultati più soddisfacenti in termini di recupero funzionale dei soggetti colpiti da ictus”.

Il paziente non deve più uscire per andare in un centro specializzato ad un orario prestabilito per effettuare le sedute di riabilitazione, ma può eseguire gli esercizi a casa nel tempo libero. La comodità per il paziente non esclude comunque il controllo da parte dei medici che possono seguire, utilizzando una piattaforma web, i trattamenti prescritti, con la possibilità di assegnare esercizi sempre più complessi finalizzati ad un miglior recupero dell’arto superiore.

Il progetto è stato realizzato da tre partner clinici: il Roessingh Research and Development (RRD) in Olanda, l’Università di Sheffield del Regno Unito e, in Italia, dall’Ircss San Raffaele Pisana di Roma, in collaborazione con A.L.I.Ce. Italia Onlus.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA