Gaianews

L’influenza della spiritualità nella vita di un adolescente

Scritto da Claudia Zucca il 22.06.2010

Il problema di come i giovani concepiscano la spiritualità e di come riescano a distinguerla dalla religione è decisamente poco studiato e lontano dalle nostre riflessioni quotidiane; così l’Università del Missouri ha presentato alla “Northwestern Black Graduate Student Association Conference 2010” una ricerca intitolata “Studi preliminari sulla esplorazione qualitativa della concettualizzazione della spiritualità nei giovani”.

I ricercatori hanno deciso di procedere chiedendosi prima di tutto come i giovani definiscano la spiritualità senza associarla alla religione. Anthony James, ricercatore del dipartimento di “Sviluppo Umano e Affari di Famiglia” ritiene che il punto di partenza sia cosa i giovani intendono per spiritualità.

Dai dati è emerso che la pluralità dei ragazzi presi in esame definisce la spiritualità in termini di valori positivi, sentimenti e relazioni umane. Invece le risposte alla domanda: “Cosa significa essere un giovane spirituale?” rivelano che i giovani descrivono le loro “abitudini spirituali” in termini organizzabili in sette categorie relative al loro sviluppo sociale e personale:

  • Avere uno scopo
  • Avere un legame di connessione, incluso quello con un entità più alta come un dio, ma anche con le persone e la natura.
  • Gettare le basi per un benessere, gioia, senso di appagamento,energia e pace.
  • Avere dei valori.
  • Avere fiducia in se stessi.
  • Avere degli impulsi virtuosi, come l’impulso che spinge a fare la cosa giusta, o a dire la verità.

Inoltre James individua un’ulteriore categoria, che cataloga le risposte “indefinibili” cioè tutte quelle che sottolineano la mancanza di connessione che si riscontra in molti giovani tra il definirsi spirituali e il definire cosa questo voglia dire.

Le conclusioni a cui arriva James portano a considerare che la presenza o l’assenza di spiritualità nei giovani (a prescindere da cosa ogni ragazzo intenda con spiritualità) è direttamente collegata ai loro comportamenti positivi o negativi nella loro vita di tutti i giorni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA