Gaianews

ANIE/GIFI sulla Strategia Energetica Nazionale

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 08.09.2012

Pannelli solariLe associazioni del fotovoltaico in Italia rilanciano, dopo l’approvazione del magro V conto energia, con una proposta che vada oltre gli incentivi di quest’anno, destinati secondo molti a finire prima del dicembre 2012. La proposta è stata lanciata da Valerio Natalizia, Presidente GIFI-ANIE, durante un convegno svoltosi a Roma alla minfestazione Zeromemission.  Argomento del convegno era propro il ruolo del fotovoltaico nella Strategia Energetica Nazionale.

“Il V Conto Energia non e’ in grado di accompagnare in modo adeguato il raggiungimento della grid parity – dichiara Valerio Natalizia, Presidente GIFI-ANIE – si rendono necessari interventi urgenti di altra natura. Come ANIE/GIFI crediamo fermamente che sia importante dare continuita’ al mercato fotovoltaico anche senza gli incentivi e per questo motivo abbiamo predisposto una serie di proposte concrete che facilitano l’affrancamento dagli incentivi in conto energia.

“Sono fermamente convinto – continua Natalizia – che sia necessario concertare sin da ora una serie di misure normative e legislative utili per sostenere lo sviluppo del mercato anche negli anni a venire. E’ inutile e dannoso a nostro parere attaccare le istituzioni per gli errori fatti, come alcuni operatori del settore stanno facendo, quando vi sono le possibilita’ di lavorare su misure a costo zero per sostenere il mercato italiano del fotovoltaico in un’ottica di sviluppo moderato, ma costante nel tempo”.

ANIE/GIFI raggruppano circa 200 aziende della filiera fotovoltaica.
Fra le proposte delle associazioni:

– la regolamentazione della vendita diretta dell’energia elettrica attraverso contratti tra soggetti privati;

– la semplificazione dei processi autorizzativi che ad oggi incidono per il 69% sul costo di sviluppo di un progetto fotovoltaico;

– un maggiore focus sull’autoconsumo per stimolare le tecnologie dell’accumulo;

– sgravi fiscali per assunzioni nelle imprese che operano nel settore e per le attivita’ di ricerca e sviluppo;

– bonus fiscali sugli investimenti iniziali e sui redditi da vendita dell’energia.

“E’ importante agire da subito – conclude Natalizia – e come ANIE/GIFI stiamo finalizzando un documento contenente proposte concrete e dettagliate che chiederemo al Governo di includere nella nascente Strategia Energetica Nazionale”

E’ stata di vulgata ieri una bozza della nuova Strategia Energetica Nazionale che dovrà essere vara dal Ministero dello Sviluppo Economico, ma che non contiene ancora riferimenti al comprato del fotovoltaico.

FONTE AGI

© RIPRODUZIONE RISERVATA