Gaianews

IKEA ritira lotti di torte alle mandorle anche in Italia

L'ufficio per le pubbliche relazioni di Ikea Italia conferma: "i lotti provenivano dal fornitore svedese Almondy e che sono stati coinvolti 23 Paesi"

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 11.03.2013

Dopo l’allarme lanciato da alcuni quotidiani cinesi, che hanno riportato il ritiro di lotti di torta Almond al cioccolato e caramello, l’ufficio per le pubbliche relazioni di Ikea Italia conferma a Gaianews.it che “i lotti provenivano dal fornitore svedese Almondy e sono stati coinvolti 23 Paesi,” compresa l’Italia.

almond_cake

Nel comunicato del 5 marzo l’Ikea aveva già confermato che “tracce di batteri coliformi sono state rilevate in soli due lotti di produzione isolati della torta Almond al cioccolato e caramello, prodotti per il ristorante da un unico fornitore svedese.” 

Secondo i giornali cinesi, le autorità alla dogana del paese asiatico hanno distrutto un carico di 1.800 torte alle mandorle con cioccolato, crema di burro e caramello – intercettate nel porto di Shanghai a novembre.

“Tracce di batteri coliformi sono state rilevate in soli due lotti di produzione isolati della torta Almond al cioccolato e caramello, prodotti per il ristorante da un unico fornitore svedese”, continua il comunicato dell’Ike, confermando la notizia.

L’Ikea aggiunge tuttavia che “non vi è alcun rischio per la salute associato al consumo di questo prodotto”, visto che non contiene batteri pericolosi per la salute “come ad esempio E. coli e nessuno di questi batteri patogeni è stato rilevato”. 

Nonostante questo, l’Ikea ha deciso di ritirare dai propri ristoranti il prodotto incriminato in 23 paesi, compresa l’Italia: “Tuttavia, poiché il prodotto non è conforme ai nostri rigorosi standard di qualità alimentare, abbiamo deciso di ritirare dalle vendite i lotti di produzione interessati.”

Infine, la società svedese leader nel settore dei mobili ha detto di essere “in continuo contatto con il fornitore al fine di avere un quadro completo della situazione”.

I paesi da cui l’Ikea ha ritirato il prodotto sono: Australia, Russia, Italia, Germania, Olanda, Francia, Belgio, Svizzera, Taiwan, Slovacchia, Svezia, Romania, Emirati Arabi, Polonia, Norvegia, Ungheria, Finlandia, Danimarca, Germania, Repubblica Ceca, Cina, Bulgaria e Austria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA