Gaianews

L’Inghilterra vaccina tutti i bambini dai 2 ai 17 anni

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 03.08.2012

VaccinoI bimbi inglesi, dai 2 ai 17 anni dovranno fare il vaccino in ottobre. Lo ha comunicato Andrew Lansley, segretario per la Salute del Regno Unito. La decisione è giunta dopo aver sentito il parere degli esperti  del Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI). Le polemiche stanno già salendo perchè i vaccini sono stati in alcuni casi dannosi per i bambini e ci si sta chiedendo già come dire ai tutti i genitori che dovranno portare i propri bambini a fare il vaccino anche se non sono del tutto certi della sua sicurezza.

Secondo gli esperti del JVCI le prove sono evidenti: vaccinare 9 milioni di bambini può essere utile per risparmiare denaro e per salvare vite umane. Secondo gli esperti sono infatti 2000 l’anno i decessi a causa dell’influenza e  11.000 i ricoveri.

Con un’azione di questa portata i contagi potrebbero ridursi del 40% secondo gli esperti. Gli anziani e le donne in gravidanza e altri soggetti a rischio possono già vaccinarsi. I bambini , in teoria non sono soggetti a rischio,ma sono ottimi vettori dei virus perchè frequentano luoghi pubblici, come le scuole e gli asili, e sono a stretto contatto fra di loro.

Il vaccino sarà fatto attraverso uno spray su oltre 9 milioni di bambini e ragazzi. Ai più piccoli ci penseranno i genitori  mentre ai grandi il vaccino sarà somministrato nelle scuole. La somministrazione deve essere eseguita in un arco di tempo che va dai 6 ai 9 mesi e secondo il segretario Lansley i benefici non solo per bambini, ma per l’intera società, saranno evidenti.

Il costo dell’operazione si aggirerà intorno ai 100 milioni di sterline l’anno.

L’ufficiale medico capo, il professor Dame Sally Davies, ha dichiarato al The Guardian: “l’influenza invernale può far stare veramente male le persone e anche ucciderle, in particolare coloro che sono deboli e fragili, è per questo che già offriamo le vaccinazioni ai  gruppi più a rischio.

“Accettiamo il consiglio del nostro comitato di esperti di estendere un programma più ampio per  proteggere ulteriormente  i bambini.

“Ci sono sfide significative a creare un programma che richiede di vaccinare fino a 9 milioni di bambini, nel corso di un periodo di sei settimane e vedremo le raccomandazioni nel dettaglio per decidere il modo migliore di sviluppare e distribuire il programma.”

Il professor Adam Finn, professore di pediatria presso l’Università di Bristol, ha dichiarato: “Penso che la vaccinazione degli scolari sani con il nuovo vaccino antinfluenzale nasale sia una buona idea, in quanto sappiamo che è efficace e sicuro e l’influenza può essere una grave malattia durante l’infanzia non solo in vecchiaia.

“Ci dovrebbe essere il tempo di fare  ancora un po’ di ricerca prima di introdurre il vaccino per aiutarci a prevedere come un tale programma potrebbe essere accettato e potrebbe funzionare.

“Anche se i bambini non muoiono di influenza, come spesso fanno i vecchi, possono ammalarsi abbastanza da richiedere l’ospedalizzazione. Altri stano comunque a casa, rappresentando un onere per le famiglie.

“I bambini inoltre diffondono l’influenza agli altri bambini e agli adulti compreso il personale della scuola e delle loro famiglie. La prevenzione dell’influenza nei bambini dovrebbero beneficiare tutti i bambini e anche il resto delle persone.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • PartitoCrazio scrive:

    L’Inghilterra è il paese che si vanta di non avere carte d’identità per il principio della privacy individuale, ma poi tappezza londra di telecamere e durante le olimpiadi mette missili contraerei sulle case dei privati senza il loro consenso.
    La cosa che mi preoccupa di più è che la Gran Bretagna è spesso la testa di ponte di questi esperimenti socio-politici autoritari, e quello che accade lì presto accade al resto d’Europa.

  • PartitoCrazio scrive:

    Non potendo più usare la bugia dell’influenza aviaria/suina hanno deciso che il vaccino è obbligatorio e basta. Non ci provano nemmeno più ad ingannare l’opinione pubblica usano direttamente il pugno di ferro. Non sanno più cosa inventarsi per favorire le multinazionali della farmaceutica.

  • Antonio scrive:

    … I bambini , in teoria non sono soggetti a rischio,ma sono ottimi vettori dei virus perchè frequentano luoghi pubblici…??????????????

    E’ mortificante che vengano espresse anche queste teorie abberranti da parte di questi professoroni! Hanno dimenticato (direi condizionato da un qualsivoglia incentivo…) che il medico deve curare le malattie a chi le ha e non crearle a chi è in buona salute!!! I bambini non si toccano!!!

  • marco scrive:

    si tenta di nuova la truffa dei vaccini influenzali dopo la truffa della suina, se gli inglesi sono intelligenti rifiuteranno il vaccino come gli italiani per la suina

  • Massimo scrive:

    ….. è una follia!!!!!!!!!!

    questa sovrapposizione dello stato alla pratria potestà è prodomo di una vera dittatura.

    quttro soldi bastano a giustificare tanta perdita di libertà nei fatti e, soprattutto, nei principi?

    Max