Gaianews

Fisica

  • Misteriosa fusione di rocce nel Nord America occidentale

    Misteriosa fusione di rocce nel Nord America occidentale

    Un gruppo di professori e di studenti dell’Università del Wyoming (UW) ha individuato un’insolita cintura di rocce magmatiche che si estende longitudinalmente per oltre 2000 miglia dalla Columbia Britannica, in Canada, fino a Sonora, in Messico. Questa cintura, con la sua ubicazione alquanto desueta, attraversa gli Stati dell’ Idaho, Montana, Nevada, California sud-orientale e Arizona. […]

  • Il drammatico evento nella storia della Terra di 42000 anni fa

    Il drammatico evento nella storia della Terra di 42000 anni fa

    Secondo un nuovo studio internazionale coordinato dall’ Università del Nuovo Galles del Sud (UNSW), Sydney e dal South Australian Museum (SAM), la temporanea scomparsa del campo magnetico terrestre avvenuta circa 42000 anni fa produsse notevoli cambiamenti climatici, a loro volta sfociati in forti variazioni globali e in grandi estinzioni di massa di organismi viventi. Questo […]

  • Una regione dove non dovrebbero esserci vulcani

    Una regione dove non dovrebbero esserci vulcani

    La posizione e le caratteristiche della maggior parte del vulcanismo terrestre possono essere spiegate con due soli processi in grado di dar luogo alla produzione di magma. E’ noto che il punto di fusione di una roccia dipende dalla pressione. Il magma ad elevata temperatura che risale dal mantello verso la superficie terrestre, con il […]

  • Marte si è formato più lentamente di quanto si è finora ritenuto

    Marte si è formato più lentamente di quanto si è finora ritenuto

    Alle sue origini, il Sistema solare primigenio fu di sicuro una regione particolarmente dinamica e caotica dell’Universo. Le simulazioni di quei momenti eseguite in laboratorio dagli scienziati del Southwest Research Institute di S. Antonio, in Texas, indicano che Marte, all’inizio della sua storia, fu probabilmente colpito innumerevoli volte da planetesimi, cioè piccoli protopianeti del diametro […]

  • Studiare la qualità dell’acqua usando le foto di un satellite

    Studiare la qualità dell’acqua usando le foto di un satellite

    L’accesso ad acqua abbondante, pulita e potabile o da utilizzare per l’ambiente è uno dei problemi attuali più urgenti da risolvere. Il continuo monitoraggio delle potenziali minacce e dei pericoli che quotidianamente attentano alla qualità dell’acqua dolce in tutto il mondo è di fondamentale importanza ma, dato che gli attuali metodi di controllo sono molto […]

  • Rewind Materials, modifiche reversibili su materiali magnetici

    Rewind Materials, modifiche reversibili su materiali magnetici

    Modificare la forma di un oggetto e poi tornare indietro è possibile. Questo il risultato di uno studio svolto da un gruppo di ricercatori provenienti da diverse realtà di ricerca, pubbliche e private: l’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom), il Sincrotrone Elettra, l’università di Milano, il Politecnico di Milano, l’Istituto di Nanoscienze di […]

  • I diamanti si formano per ‘riciclaggio’ dei fondali marini

    I diamanti si formano per ‘riciclaggio’ dei fondali marini

    La maggior parte dei diamanti proviene dai fondali marini. E così può darsi che il diamante che fa bella mostra di sé nella vetrina di una gioielleria, ammirato e desiderato da molti, provenga con tutta probabilità da un fondale marino che è stato sottoposto alle elevate temperature delle profondità della Terra. Tracce di sale intrappolate […]

  • Supersolido realizzato per la prima volta al Cnr di Pisa

    Supersolido realizzato per la prima volta al Cnr di Pisa

    Due nature in una. È lo straordinario scenario che si sta aprendo sotto gli occhi dei ricercatori con lo studio del supersolido, nuovo stato della materia che combina le proprietà di un superfluido (fluido senza attrito) con quelle di un solido (struttura fissa e periodica delle particelle). Il supersolido è stato realizzato per la prima […]

  • Teletrasportare i Qubit è possibile grazie all’intelligenza artificiale

    Teletrasportare i Qubit è possibile grazie all’intelligenza artificiale

    Uno studio coordinato dall’Istituto di fotonica e nanotecnologie del Cnr dimostra come sia possibile trasferire un bit quantistico (Qubit) tra due posizioni, facendo in modo che scompaia da quella di partenza e ricompaia in quella di arrivo senza passare nel mezzo. Il risultato reso possibile grazie all’intelligenza artificiale ‘deep learning’. Lo studio pubblicato su Nature Communications Physics. […]

  • Realizzato il primo transistor in materiali superconduttori

    Realizzato il primo transistor in materiali superconduttori

    Ricercatori dell’Istituto nanoscienze del Cnr hanno osservato un effetto che smentisce alcuni assunti della teoria della superconduttività e apre all’era dei transistor a supercorrente. Lo studio è pubblicato sulle riviste Nature Nanotechnolgy, NanoLetters e Nature Electronics.  Fisici dell’Istituto nanoscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nano) di Pisa con il contributo dell’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi di […]

  • Le onde di taglio confermano: il nucleo terrestre è solido

    Le onde di taglio confermano: il nucleo terrestre è solido

    Il professore associato Hrvoje Tkalcic e il dottorando Than-Son Pham, dell’Australian National University (ANU), in un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Science, sostengono di aver scoperto la prova certa che il nucleo interno della Terra è solido. I due ricercatori hanno trovato un modo per rilevare il passaggio delle onde di taglio, o onde J, […]

  • L’antica connessione geologica tra Francia e Inghilterra

    L’antica connessione geologica tra Francia e Inghilterra

    Nel corso della sua storia, la superficie del nostro pianeta ha cambiato molte volte il suo aspetto. Scatenando la fantasia e supponendo che un astronauta terrestre avesse lasciato la Terra 600 milioni di anni fa per tornarvi oggi, non saprebbe più riconoscere il suo vecchio pianeta e ritrovare il punto di inizio del suo viaggio. […]

  • Strisce colorate nei cieli notturni. Ma non è un’aurora boreale

    Strisce colorate nei cieli notturni. Ma non è un’aurora boreale

    Già da qualche tempo è stata segnalata la comparsa di un fenomeno nuovo nei cieli notturni: sottili nastri di luce viola e bianca solcano l’oscurità, creando effetti suggestivi. Sembrerebbe trattarsi di una specie di aurora boreale, mai notata prima d’ora. Secondo una recente ricerca scientifica, invece, questi strani flussi di luce non sarebbero affatto un’aurora, […]

  • Cercare nelle brine dell’Antartide il segreto della vita su Marte

    Cercare nelle brine dell’Antartide il segreto della vita su Marte

    Un team di ricerca al quale partecipa anche l’Istituto per l’ambiente marino costiero del Cnr sta studiando le forme di vita nelle brine dei laghi ghiacciati del Polo Sud, ambienti che ripropongono condizioni estreme simili a quelle presenti sul Pianeta Rosso. La ricerca è stata pubblicata su Scientific Reports.  Un team di ricerca italiano del quale […]

  • Un liquido diverso dagli altri. Acqua controcorrente

    Un liquido diverso dagli altri. Acqua controcorrente

    “Laudato sì, mi’ Signore per sor’aqua, / la quale è multo utile et / humile et pretiosa et casta”, recita il Cantico delle creature di S.Francesco. L’acqua è realmente da sempre sinonimo di vita, utile e al tempo stesso preziosa. Se ne sta cercando traccia su ogni corpo celeste indagabile: laddove se ne trovasse, testimonierebbe […]

  • Dal nichel, grafene di qualità

    Dal nichel, grafene di qualità

    Pubblicato su Science uno studio che svela i meccanismi catalitici del nichel nella crescita di fogli di grafene. La ricerca, realizzata da Iom-Cnr e Università di Trieste, apre nuove strategie per migliorare la produzione a livello industriale di questo materiale dalle molteplici virtù.  Il grafene è un materiale bidimensionale, composto da uno strato di atomi di carbonio, […]

  • Quando la luce diventa liquida

    Quando la luce diventa liquida

    Una ricerca condotta dai ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Cnr rivela la formazione spontanea di ordine topologico in un sistema fotonico. In pratica, le interazioni sono in grado di ‘sintonizzare’ spontaneamente i fotoni fra loro, neutralizzando la dissipazione energetica. Il lavoro, pubblicato su Nature Materials, contribuisce all’espansione del moderno campo di ricerca in fluidi quantistici di […]

  • Osservato lo stato vetroso della luce

    Osservato lo stato vetroso della luce

    Un gruppo di ricerca della Sapienza, del Isc-Cnr e dell’Università di Gerusalemme ha osservato una nuova fase per la propagazione luminosa caratterizzata da proprietà tipiche dello stato vetroso. La ricerca pubblicata su Nature Communications. La luce è composta da fotoni, particelle elementari che generalmente non interagiscono tra loro tanto intensamente da dare luogo a fasi collettive […]

  • Una nuova ipotesi per il mistero delle galassie a spirale  

    Una nuova ipotesi per il mistero delle galassie a spirale  

     Le braccia che avvolgono il nucleo di questa interessante formazione celeste infrangono la terza legge di Keplero per cui la velocità orbitale decresce con la distanza dal centro. Per spiegare questo fenomeno si ipotizzano la materia oscura o una correzione della seconda legge di Newton. Un team internazionale composto da ricercatori dell’Isc-Cnr e del Laboratoire […]

  • Le frane possono innescare grandi eruzioni vulcaniche

    Le frane possono innescare grandi eruzioni vulcaniche

    I collegamenti tra fenomeni fisici naturali non sempre sono evidenti. Anzi, talvolta sono del tutto insospettabili! Che relazione può esserci, ad esempio, tra una frana ed una manifestazione vulcanica? Invece, una nuova ricerca, pubblicata su Nature Scientific Reports, ci informa che tra le eruzioni vulcaniche catastrofiche e i grandi movimenti franosi non solo esiste un […]