Gaianews

Nuove colture di mais contro la crisi alimentare mondiale

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 20.12.2011

Nella regione dell’High Plains, in Texas, le colture hanno lottato per sopravvivere con appena un decimo della pioggia normale, in un anno di gran clado e siccità

“Questo è l’anno in cui si è registrata la maggiore siccità a memoria d’uomo”, spiega Thomas Marek, un esperto della A & M University in Texas.

Gli esperti avvertono che  è probabile che il cambiamento climatico minaccerà l’approvvigionamento alimentare mondiale con temperature estreme e la diminuzione dei raccolti di colture alimentari importanti. Gli scienziati stanno lavorando per sviluppare nuove varietà che si adattino ai cambiamenti climatici.

Così, mentre questo è stato un anno terribile per gli agricoltori, per Marek ed i suoi colleghi, è stato quasi perfetto. Ad una stazione di ricerca un’ora a nord di Amarillo, lavorano per preparare gli agricoltori ai prossimi anni che saranno più caldi e secchi.

“Sta diventando sempre più importante”, dice Wenwei Xu, che guida le attività di selezione del  mais. “Perché, con il cambiamento climatico, i luoghi freddi sono sempre più freddi, i luoghi caldi sono sempre più caldi. E quando fa così caldo ne consegue  la siccità “.

Con il caldo e la siccità le piante di mais diventano marroni. Questo indica la fine della fotosintesi.

Gli scienziati del Texas stanno utilizzando l’allevamento tradizionale, piuttosto che l’ingegneria genetica, per sviluppare nuove varietà di mais che si adattino ai cambiamenti climatici.

Ma la collega di Xu, Qingwu Xue, ha individuato i geni che aiutano alcune varietà di mais verde tropicale a sopravvivere più a lungo in queste condizioni.

“Se rimangono verdi più a lungo, possono attivare la fotosintesi “, dice Xue.

Le piante che rimangono verdi più a lungo producono grandi frutti anche in un anno di siccità.

Ma trovare la perfetta varietà di mais non è un compito facile.

“Non è facile”, dice Marek. “Quando si inserisce un gene o una caratteristica, lo si fa per garantire la massima produttività. Ma poi, non sappiamo cosa Madre Natura farà accadere quell’anno. ”

Quest’anno Madre Natura non è stata gentile con il mais convenzionale, ma il mais trattato ha prodotto di più.E ‘un passo promettente, ma ci vorrà molto lavoro prima che questi semi resistenti alla siccità siano disponibili per gli agricoltori. Quando lo saranno, i benefici andranno ben oltre gli Stati Uniti, dice Xu.

E il mondo ne avrà bisogno visto che  il cambiamento climatico renderà più difficile nutrire una popolazione in crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA