Gaianews

Clima

  • Virus negli abissi marini sono il motore della catena alimentare

    Virus negli abissi marini sono il motore della catena alimentare

    Una ricerca italo-spagnola che coinvolge l’Ismar-Cnr, pubblicata su Science Advances dimostra che negli oceani profondi le infezioni virali del plancton rilasciano ogni anno 140 gigatonnellate di carbonio organico fresco per la catena alimentare dell’ecosistema. I risultati aiuteranno a migliorare le stime del ciclo globale del carbonio sulla terra, utili per la comprensione dei cambiamenti climatici. […]

  • Fuga dall’Africa, 60mila anni fa, a seguito di un inaridimento del clima

    Fuga dall’Africa, 60mila anni fa, a seguito di un inaridimento del clima

    Secondo uno studio condotto da un ricercatore dell’Università dell’Arizona (UA), che si è avvalso di prove genetiche, tra i 70mila e i 55mila anni fa – indicativamente attorno ai 60mila anni – si verificò una imponente migrazione umana dall’Africa verso l’Eurasia a causa del clima che da umido era divenuto molto asciutto. Già studi precedenti […]

  • I cambiamenti climatici hanno effetti sul vulcanesimo

    I cambiamenti climatici hanno effetti sul vulcanesimo

    Sappiamo che il cambiamento climatico ha un impatto sui processi che avvengono sulla superficie terrestre, quali l’erosione e le fluttuazioni dei livelli del mare. Ma i processi fisico-chimici di superficie possono influire a loro volta sull’attività vulcanica? Questo è stato l’interrogativo posto dai geologi dell’Università di Ginevra (UNIGE, Svizzera), dell’Istituto di Scienze della Terra ICTJA-CSIC […]

  • Nelle acque antartiche cambiano le reazioni al riscaldamento globale

    Nelle acque antartiche cambiano le reazioni al riscaldamento globale

    Dopo il riscaldamento artificiale di una porzione di fondo marino nelle acque poco profonde dell’Oceano Antartico, un team scientifico angloamericano ha osservato che un incremento della temperatura di soli 1-2 gradi centigradi provocava un notevole impatto, del tutto inaspettato, sulla diversità della fauna marina, raddoppiandone, in pratica, i tassi di crescita. L’esperimento, definito dai ricercatori […]

  • Membrane ultrapermeabili contro i gas serra

    Membrane ultrapermeabili contro i gas serra

    Un team di ricercatori dell’Istituto per la tecnologia delle membrane del Cnr di Cosenza, in collaborazione con le Università di Edimburgo, della Pennsylvania e della Florida, ha composto delle membrane con materiali polimerici altamente porosi, capaci di filtrare la CO2.  Lo studio è pubblicato sulla rivista Nature Materials. Sviluppare nuove membrane per separare la CO2 […]

  • Cambiamenti climatici e diffusione delle malattie

    Cambiamenti climatici e diffusione delle malattie

    Stando a nuove ricerche condotte dall’Università di Liverpool, l’impatto dei cambiamenti climatici sull’origine e la diffusione nel mondo di malattie infettive potrebbe essere di gran lunga più importante di quanto sia stato ritenuto fino ad oggi. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports, è la prima valutazione su ampia scala di come il clima riesca ad […]

  • Il ghiaccio marino che forma le nubi

    Il ghiaccio marino che forma le nubi

    Un recente studio dell’Isac-Cnr evidenzia come i microrganismi che vivono nel ghiaccio marino antartico influenzino la composizione dell’aerosol atmosferico e la sua capacità di formare nubi, con possibili effetti su precipitazioni e clima. Il lavoro pubblicato su Scientific Reports. Il ghiaccio marino polare rappresenta uno dei più grandi ecosistemi del pianeta ed è composto da […]

  • Nuove stime per gli aumenti globali delle temperature medie

    Nuove stime per gli aumenti globali delle temperature medie

    I ricercatori dell’Università di Harvard hanno probabilmente risolto il conflitto sulle stime dei valori che avrebbe potuto raggiungere il riscaldamento della Terra, qualora la concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera fosse raddoppiata rispetto alla concentrazione attuale. Il conflitto, che metteva in gioco diverse metodologie di conteggio per le future temperature, calcolate dai modelli climatici, dalle medie […]

  • Più incendi con i cambiamenti climatici

    Più incendi con i cambiamenti climatici

    Ricercatori dell’Igg-Cnr hanno dimostrato il nesso tra siccità e aumento delle superfici coinvolte dagli incendi boschivi e prevedono per i prossimi anni un incremento, soprattutto nelle zone a Nord dell’Europa mediterranea. I risultati sono pubblicati su Scientific Reports. Nei prossimi decenni il rischio di incendi boschivi in area Mediterranea potrebbe aumentare a causa di condizioni […]

  • Lo strano caso della Terra che divenne una palla di neve

    Lo strano caso della Terra che divenne una palla di neve

    Che cosa avrà causato la più imponente glaciazione nella storia della Terra, allorchè tutto il pianeta fu avvolto da una copertura ghiacciata; il fenomeno conosciuto anche come ‘evento della Terra palla di neve’? Da anni, geologi e scienziati del clima sono alla ricerca di una risposta, ma la causa dello strano fenomeno rimane ancora incerta. […]

  • Sedimenti sotto il Mar Morto raccontano le severe siccità del passato

    Sedimenti sotto il Mar Morto raccontano le severe siccità del passato

    A circa trecento metri di profondità, sotto i fondali del Mar Morto, gli scienziati hanno trovato la prova che nel corso dei periodi caldi del passato il Medio Oriente è stato afflitto da una severa siccità, di proporzioni mai conosciute dagli esseri umani. Visto come si sta evolvendo il clima attualmente, la scoperta potrebbe essere […]

  • E’ possibile che il deserto del Sahara sia opera dell’uomo?

    E’ possibile che il deserto del Sahara sia opera dell’uomo?

    Ha preso il via una nuova indagine scientifica sulla drastica trasformazione, avvenuta attorno ai 10mila anni fa, della regione sahariana da area verdeggiante di rigogliosa vegetazione alle condizioni aride che la caratterizzano oggi. Una nuova ipotesi punta il dito accusatore sul fattore antropico come evento determinante di tale trasformazione. Gli esseri umani – secondo questa […]

  • Comunità microbiche sahariane sulle Alpi

    Comunità microbiche sahariane sulle Alpi

    E’ stata pubblicata su Microbiome una ricerca di Fondazione Edmund Mach, Istituto di biometeorologia del Cnr, Università di Firenze, Innsbruck, Venezia che, studiando la polvere sahariana depositata e ‘sigillata’ sulla neve delle Alpi dolomitiche, ha identificato migrazioni di microorganismi dalle aree sahariane. Si tratta di uno degli effetti del cambiamento climatico e dell’uso del suolo. […]

  • Ortles: il ghiacciaio si muove dopo 7.000 anni

    Ortles: il ghiacciaio si muove dopo 7.000 anni

    Grazie a una carota di ghiaccio, l’Idpa-Cnr e un team internazionale scoprono l’accelerazione del movimento della parte più profonda del ghiacciaio più elevato dell’Alto Adige, dovuta al riscaldamento atmosferico, per la prima volta dai tempi dell’Uomo del Similaun. Lo studio pubblicato su The Cryosphere. Grazie a uno studio internazionale a cui ha partecipato l’Istituto per […]

  • Novembre 2016. Nuovi minimi storici dei ghiacci polari

    Novembre 2016. Nuovi minimi storici dei ghiacci polari

    Nello scorso mese di novembre, temperature dell’aria insolitamente elevate e acque dell’oceano più calde hanno ridotto l’estensione del ghiaccio marino artico ad un minimo storico. Questo è quanto ha accertato uno studio del National Snow and Ice Data Center (NSIDC) presso l’Università del Colorado Boulder. Analogamente, nell’emisfero australe, è stato rilevato un altro minimo storico […]

  • Già visibili gli effetti del cambiamento climatico

    Già visibili gli effetti del cambiamento climatico

    Secondo uno studio pubblicato su Science, i cambiamenti delle temperature globali connessi ai cambiamenti climatici di origine antropica hanno già fatto sentire il proprio impatto su ogni aspetto della vita sul nostro pianeta, sia su piccola scala, a partire dai geni negli organismi, fino ad interi ecosistemi, con conseguenze sempre più imprevedibili per gli esseri […]

  • Antartide, alla ricerca del ghiaccio più antico del pianeta

    Antartide, alla ricerca del ghiaccio più antico del pianeta

    Glaciologi e climatologi di dieci paesi europei cercano in Antartide il ghiaccio più antico sulla Terra. L’obiettivo è trovare il punto della calotta antartica dal quale estrarre la carota di ghiaccio che permetta di andare più indietro nella storia del pianeta. Tale archivio temporale permetterà di decifrare i processi del sistema climatico del passato, per […]

  • La Terra ibernata ogni 100mila anni

    La Terra ibernata ogni 100mila anni

    Perchè la Terra si trova ad affrontare una glaciazione ogni 100mila anni? Penso già ai sorrisetti di qualcuno. D’accordo, è un problema che non turba di certo i nostri sonni e che, anche senza una risposta, si possa continuare a vivere tranquillamente. E’ una minaccia relativa e non riguarda certo l’immediato futuro. Però, c’è comunque […]

  • I cambiamenti climatici alterano l’istinto di sopravvivenza dei pesci

    I cambiamenti climatici alterano l’istinto di sopravvivenza dei pesci

    Un articolo di due biologi marini dell’Università di Exeter, Regno Unito, avverte che il cambiamento climatico in atto sta distruggendo i sistemi sensoriali dei pesci, spingendoli anche a nuotare verso i loro predatori, anziché allontanarsene. La ricerca sull’impatto della crescente percentuale di anidride carbonica (CO2) nelle acque marine ha dimostrato di poter agire alterando i […]

  • Fusione della calotta glaciale 14mila anni fa causò brusco innalzamento del livello dei mari

    Fusione della calotta glaciale 14mila anni fa causò brusco innalzamento del livello dei mari

    Risale a circa 14mila anni fa l’ultima grande fusione della calotta glaciale artica che ha causato l’immissione negli oceani di grandi volumi di acque fredde e dolci, alterando la circolazione oceanica e innescando uno sconvolgimento climatico e ambientale fino alle zone tropicali. La conferma arriva dalle ricerche nell’ambito del Progetto Arca (ARctic: present Climatic change […]