Gaianews

  • Groenlandia: temperature più calde, fusione dei ghiacci più veloce

    Groenlandia: temperature più calde, fusione dei ghiacci più veloce

    Lo scioglimento dei ghiacciai, con ogni probabilità, farà aumentare il livello dei mari in tutto il mondo, ma quanto velocemente questo avverrà non è dato sapere, almeno per ora. Nel caso della calotta della Groenlandia, si sa che più velocemente cresce la temperatura, più è rapida anche la fusione del ghiaccio, secondo gli esperimenti di […]

  • Groenlandia, in meno di un anno scomparsi due laghi sub-glaciali

    Groenlandia, in meno di un anno scomparsi due laghi sub-glaciali

    In Groenlandia, nel giro di poche settimane sono scomparsi due laghi sub-glaciali. A diffondere la notizia, alcuni ricercatori della Ohio State University attualmente impegnati nella creazione di di una mappa ad alta risoluzione della calotta glaciale artica. In seguito alla scoperta sono stati pubblicati due articoli, uno sulla rivista The Cryosphere, e l’altro su Nature. […]

  • L’Antropocene inizia con l’Era nucleare?

    L’Antropocene inizia con l’Era nucleare?

    La storia della Terra è stata suddivisa dai geologi in quattro Ere, a loro volta distinte in periodi. La durata di queste epoche comprende, ovviamente. milioni di anni e la suddivisione si basa su eventi geologici e paleontologici che hanno interessato tutto il pianeta Terra. Tralasciando le divergenze del mondo scientifico sulle opportunità di revisione […]

  • Fossili di isole tropicali raccontano la storia dei ghiacci antartici

    Fossili di isole tropicali raccontano la storia dei ghiacci antartici

    Le Seychelles fanno parte di uno Stato insulare, il cui territorio si estende su un arcipelago di 115 isole nell’Oceano Indiano, a nord dell’Isola di Madagascar e a 1500 chilometri dalla costa africana. Dal punto di vista climatico e data la posizione geografica, le Seychelles non avrebbero dovuto risentire delle variazioni di temperatura che avvenivano […]

  • Intervista a Luigi Boitani: l’Orso e il Lupo in Italia tra presente e futuro

    Intervista a Luigi Boitani: l’Orso e il Lupo in Italia tra presente e futuro

    I grandi carnivori godono di ottima salute in Europa. In un articolo comparso sulla rivista Science, i ricercatori hanno dimostrato che la conservazione dei grandi carnivori come l’Orso bruno (Ursus arctos), la Lince eurasiatica (Lynx lynx), il Lupo grigio (Canis lupus), e il Ghiottone (Gulo gulo) nei paesi europei è migliorata. Circa un terzo dell’Europa continentale ospita almeno […]

  • Assorbimento di CO2 in aumento grazie alle foreste tropicali

    Assorbimento di CO2 in aumento grazie alle foreste tropicali

    Un nuovo studio della NASA dimostra che le foreste tropicali sono in grado di assorbire maggior quantità di anidride carbonica di quanto gli scienziati finora ritenessero, in risposta ai crescenti livelli atmosferici di gas a effetto serra. Lo studio stima che le foreste tropicali assorbano 1,4 miliardi di tonnellate di anidride carbonica rispetto a un […]

  • Continuano le segnalazioni di lontra in Abruzzo

    Continuano le segnalazioni di lontra in Abruzzo

    Arrivano dall’Abruzzo meridionale nuove ed ulteriori conferme della presenza della lontra, facendo tirare un respiro di sollievo per il destino di questo raro mustelide. L’ultima segnalazione interessa il corso del Trigno, fiume che con il suo passaggio accompagna il confine amministrativo tra Abruzzo e Molise. La presenza dell’animale è stata accertata mediante il rilevamento di […]

  • 2014, anno più caldo mai registrato secondo scienziati giapponesi

    2014, anno più caldo mai registrato secondo scienziati giapponesi

    Grazie al riscaldamento globale, nel libro dei record se ne può aggiungere uno, conquistato di recente, e cioè l’anno più caldo che, a memoria d’uomo, il pianeta Terra abbia finora attraversato in epoca storica: il 2014, l’anno appena concluso. E’quanto affermano gli scienziati dell’Agenzia Meteorologica del Giappone (JMA), i primi a divulgare la notizia. L’aumento […]

  • Nuova specie di pesce scoperta nel punto più profondo del Pacifico

    Nuova specie di pesce scoperta nel punto più profondo del Pacifico

    Paul Yancey, professore di Biologia del Whitman College di Walla Walla, Washington, insieme ad altri due ricercatori, Anna Downing e Chloe Weinstock, hanno recentemente compiuto uno studio dettagliato della Fossa delle Marianne, condotto a bordo della nave da ricerca Falkor per conto dello Schmidt Ocean Institute, la fondazione di ricerca oceanografica californiana. Nella Fossa delle […]

  • Butterfly effect, cambiamenti climatici e cultura della complessità

    Butterfly effect, cambiamenti climatici e cultura della complessità

    Il 29 dicembre 1979, alla Conferenza annuale dell’American Association for the Advancement of Science, il fisico Edward Lorenz presentò una relazione dove, attraverso un’espressione figurata, sosteneva come il battito delle ali di una farfalla in Brasile, a seguito di una catena di eventi, potesse provocare un uragano nel Texas. L’insolita, quanto affascinante, relazione, assegnò il […]

  • L’unione fa la forza, così è per le specie aliene

    L’unione fa la forza, così è per le specie aliene

    Un recentissimo studio dell’Università di Toronto, pubblicato dalla rivista Proceedings of the Royal Society B., dimostra come le specie aliene, anche appartenenti a regni differenti, si aiutino a vicenda nel promuovere la propria dispersione, minando insieme la stabilità degli ecosistemi. Lei si chiama Myrmica rubra, meglio nota come formica del fuoco europea o formica rossa. […]

  • Pinguini, genoma diverso rivela l’adattamento al clima antartico

    Pinguini, genoma diverso rivela l’adattamento al clima antartico

    Per la prima volta in assoluto sono stati sequenziati due diversi genomi di pinguino. Lo riferisce la rivista ad accesso libero GigaScience, pubblicando i risultati di uno studio che ha ripercorso le diverse modalità evolutive con cui questi uccelli sono riusciti ad adattarsi all’ambiente antartico, freddo e ostile. I pinguini antartici sono soggetti a temperature […]

  • Riscaldamento globale, Pacifico emetterà milioni di tonnellate di metano

    Riscaldamento globale, Pacifico emetterà milioni di tonnellate di metano

    Al largo della costa occidentale degli Stati Uniti è stata segnalata la presenza di metano allo stato gassoso intrappolato in strati congelati sotto il fondo marino. La nuova minaccia per l’ambiente è stata portata alla ribalta da una ricerca i cui risultati sono comparsi sulla rivista Geophysical Research Letters. Nell’articolo pubblicato, gli studiosi dell’Università di […]

  • Semi grandi, fusti slanciati: ecco il futuro dell’agricoltura

    Semi grandi, fusti slanciati: ecco il futuro dell’agricoltura

    La sicurezza alimentare passa per lo studio della storia. Lo afferma una ricerca dell’Università di Sheffield, condotta da Catherine Preece assieme ai colleghi del Department of Animal and Plant Sciences e del Department of Archaeology. Secondo glie scienziati, le scelte colturali fatte più di 10.000 anni fa dai nostri antenati potrebbero fornirci informazioni importanti per […]

  • In Antartide aumenta la temperatura delle acque profonde

    In Antartide aumenta la temperatura delle acque profonde

    La calotta antartica è una grande riserva d’acqua. Con il suo spessore di 2100 metri contiene circa il 70 per cento dell’acqua dolce di tutto il mondo. Se questa massa d’acqua dovesse sciogliersi completamente, il livello globale dei mari salirebbe di 60 metri. Gli scienziati seguono quindi con viva attenzione tutto quello che riguarda l’estensione […]

  • Salviamo l’Orso scrive una lettera aperta al Prof. Boitani

    Salviamo l’Orso scrive una lettera aperta al Prof. Boitani

    Riceviamo e con piacere pubblichiamo una lettera del presidente dell’associazione per la salvaguardia dell’Orso Bruno Marsicano, al biologo Luigi Boitani, titolare della cattedra di Biologia della conservazione ed ecologia animale all’Università La Sapienza di Roma. Caro Prof. Boitani, ho apprezzato la sua intervista andata in onda su Servizio Pubblico (la trasmissione di Santoro) e che , per […]

  • Se la politica snobba l’ambiente

    Se la politica snobba l’ambiente

    Fino a qualche anno fa non si sarebbe potuto rivolgere questa accusa indistinta alla politica ma alle politiche ossia alle  diverse posizioni dei partiti e degli schieramenti politici impegnati nella gestione delle istituzioni nazionali, regionali e locali. Oggi invece basta leggere le critiche  più autorevoli e prestigiose che spesso  si occupano da anni di questi […]

  • Piano del Parco in Abruzzo: le Regione in netto ritardo sull’approvazione

    Il Parco Nazionale d’Abruzzo, con un comunicato ha fatto sapere che “la settimana passata, con nota inviata ai Presidenti e agli Assessori delle tre regioni del Parco (Abruzzo, Lazio e Molise), e per conoscenza al Ministero dell’Ambiente, l’Ente ha sollecitato l’adozione del Piano del Parco, inviato il 15 marzo 2011, dopo aver ottenuto il parere […]

  • Mercurio nella nebbia su coste della California proviene dall’oceano

     In California sono stati trovati livelli di mercurio più alti che in precedenza nella nebbia. Ora i ricercatori si domandano quale sia il ciclo che ha portato a questo aumento, che per il momento, non sembra essere dannoso per la salute. Una delle ipotesi suggerisce che il mercurio arrivi dalle profondità degli oceani alle acque superficiali disperdendosi poi in atmosfera. Il mercurio in questione proverrebbe da decine di anni di inquinamento pregresso e accumulatosi nelle profondità dell’oceano

  • 90 anni di educazione ambientale al Parco del Gran Paradiso

    Per i 90 anni del Parco del Gran Paradiso e i 20 anni dell’AIGAE, l’associazione delle guide ambientali, si svolgerà a Ceresole Reale, dall’8 all’11 novembre, nel Parco del Gran Paradiso, un convegno sul futuro dell’educazione ambientale

  • Cento specie in pericolo, ma nessuno le salverà

    Per la prima volta, più di 8.000 scienziati si sono riuniti a Seoul, in Sud Corea, per identificare 100 delle specie più minacciate del pianeta, tra animali, piante e funghi. Ma i ricercatori temono che questi esseri viventi verranno lasciati morire, in quanto nessuna di queste specie fornisce agli umani evidenti o immediati benefici
    Orso marsicano fuori pericolo?
    Le tigri imparano a fare il ‘turno di notte’