Gaianews

  • Notizie contraddittorie sulla CO2 in atmosfera

    Notizie contraddittorie sulla CO2 in atmosfera

    Qualche giorno fa, scorrendo alcune riviste scientifiche on line, ho notato due titoli che mi hanno lasciato perplesso. Le Scienze, l’autorevole versione italiana di Scientific American, titolava infatti: “CO2: raggiunti i livelli più alti in 23 milioni di anni”. Sulla rivista Focus, per contro, si poteva leggere: “Calano le emissioni di anidride carbonica. Nel 2014 le […]

  • Pipistrello di Nathusius è specie dell’anno 2015

    Pipistrello di Nathusius è specie dell’anno 2015

    Il pipistrello di Nathusius è stato scelto come prima “specie di pipistrello dell’anno” da BatLife Europe (batlife-europe.info), una organizzazione non governativa che riunisce le associazioni nazionali che si occupano della conservazione dei pipistrelli in Europa, tra le quali anche il Gruppo Italiano Ricerca Chirotteri (GIRC – pipistrelli.net). Oltre 30 Paesi europei cercheranno di portare l’attenzione […]

  • Vivere e sopravvivere nell’Antropocene

    Vivere e sopravvivere nell’Antropocene

    Un recente lavoro pubblicato sulla rivista open-access Chemistry-Didactics-Ecology-Metrology, sintetizza in modo efficace ed interessante gli impatti che l’uomo ha prodotto sul pianeta, delineando le caratteristiche salienti dell’epoca geologica che lo vede protagonista -l’Antropocene-. Sovrappopolazione, effetto serra, riscaldamento globale e cambiamenti climatici sono solo i più noti: la lista dei fattori che minacciano la biodiversità e […]

  • Scoperta in Amazzonia una nuova scimmia

    Scoperta in Amazzonia una nuova scimmia

    Gli scienziati hanno scoperto una nuova scimmia, appartenente al genere Callicebus o titi, nella foresta amazzonica del Brasile. Ne dà notizia la rivista scientifica Papéis Avulsos de Zoologia. Le scimmie ‘titi’ (da una voce indigena delle Ande) sono scimmie del Nuovo Mondo che si trovano un po’ovunque, in Sud America. Hanno abitudini arboricole, corpi forniti […]

  • Inquinamento da piombo in un ghiacciaio del Sud America

    Inquinamento da piombo in un ghiacciaio del Sud America

    In Sud America, la benzina contenente piombo è stata una fonte di inquinamento da metalli pesanti che ha avuto un impatto maggiore di quello prodotto dall’attività mineraria, sebbene la quantità di piombo rilasciata nell’ambiente a causa dell’estrazione del metallo fosse stata già di per sé rilevante. I ricercatori del Paul Scherrer Institute (PSI), il più […]

  • Nel clima che cambia, si allunga la vita vegetale

    Nel clima che cambia, si allunga la vita vegetale

    Molti si chiedono se in questi ultimi anni, in primavera, le foglie delle piante e i boccioli dei fiori stiano realmente germogliando in anticipo e se, in autunno, le foglie rimangano più a lungo sugli alberi di quanto accadeva fino a qualche tempo fa. Il dubbio, poi, si estende ai più grandi ecosistemi, come quelli […]

  • Nuova alga favorisce la sopravvivenza dei coralli in acque calde

    Nuova alga favorisce la sopravvivenza dei coralli in acque calde

    E’ stata scoperta una nuova specie di alghe nelle barriere coralline del Golfo Persico, che aiuta i coralli a sopravvivere a temperature dell’acqua di mare superiori ai 36 gradi centigradi; temperature che, altrove, ucciderebbero i coralli. I ricercatori dell’Università di Southampton; Regno Unito, e della New York University Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, hanno identificato queste […]

  • La ricetta di Afforestt: una foresta matura, in dieci anni, al costo di un Iphone

    La ricetta di Afforestt: una foresta matura, in dieci anni, al costo di un Iphone

    Ottenere una foresta matura in soli dieci anni, accelerando di dieci volte processi biologici e tempi naturali, al costo di un iPhone. La formula, apparentemente magica, è di Shubhendu Sharma, ex ingegnere industriale della Toyota che nel 2011 decide di abbandonare la progettazione di automobili e cimentarsi nella riforestazione, mettendo le sue competenze al servizio […]

  • Misurazioni dell’acidificazione degli oceani a mezzo satelliti

    Misurazioni dell’acidificazione degli oceani a mezzo satelliti

    Tecniche pionieristiche che utilizzano i satelliti per monitorare l’acidificazione degli oceani sono destinate a rivoluzionare le attuali modalità con cui i biologi marini e gli scienziati del clima studiano l’oceano. Questo nuovo approccio, proposto sulla rivista Environmental Science and Technology, consiste nel monitoraggio a distanza di ampie aree oceaniche, altrimenti poco accessibili, servendosi dei satelliti […]

  • Impatto globale dei rifiuti plastici sulla vita nei mari

    Impatto globale dei rifiuti plastici sulla vita nei mari

    Quanti rifiuti, tra bottiglie, giocattoli, involucri e confezioni di ogni tipo, abbandonati sulle spiagge o trasportati dai corsi d’acqua, finiscono ogni anno nei mari di tutto il mondo? Finora, si era sempre parlato di una massa ingente, significativamente impressionante; ma, al di là di questa valutazione approssimativa, non erano mai state calcolate le quantità effettive. […]

  • Allevamenti intensivi, esce “Farmageddon, il vero prezzo della carne economica”

    Allevamenti intensivi, esce “Farmageddon, il vero prezzo della carne economica”

    L’allevamento intensivo, oltre ad essere la prima causa di crudeltà sugli animali, ha impatti devastanti su salute pubblica e ambiente, e non risolve la crisi alimentare globale ma, al contrario, contribuisce ad aggravarla. E’ quanto afferma l’associazione CIWF (Compassion in World Farming), che mostra anche la situazione italiana, con la strage paragonata ad un Armageddon degli […]

  • Orso marsicano è a rischio di improvvisa estinzione

    Orso marsicano è a rischio di improvvisa estinzione

    E’ fuori controllo da piu’ di due anni un focolaio di tubercolosi bovina nel Parco d’Abruzzo. A denunciarlo l’associazione Salviamo l’Orso, che ricorda come l’orso marsicano, la sottospecie di orso bruno a più alto rischio di estinzione al mondo, potrebbe scomparire improvvisamente, come si desume dalla letteratura scientifica. Ma Salviamo l’Orso teme che la possibile […]

  • Antartide, la spedizione è anche italiana

    Antartide, la spedizione è anche italiana

    Ha preso il via la spedizione scientifica italiana del veterinario e ricercatore Nicola Pussini che, per la durata di un mese, vivrà con altri 4 scienziati americani, in un campo base sull’isola Livingstone. Pussini, partito il 10 febbraio scorso, è alla sua terza esperienza in Antartide. Il ricercatore italiano dell’Acquario di Genova resterà laggiù, insieme […]

  • Prosegue la battaglia per salvare le faggete del Lago di Vico

    Prosegue la battaglia per salvare le faggete del Lago di Vico

    Una nuova ondata di proteste tuona contro il Piano di Gestione e Assestamento Forestale del comune di Caprarola che prevede, tra gli altri interventi, il taglio di 30 ha all’interno di una delle preziosissime faggete del Lago di Vico, in provincia di Viterbo. Le contestazioni, che vanno avanti ormai da due anni, si sono recentemente […]

  • La calotta polare artica sta scivolando nell’Oceano

    La calotta polare artica sta scivolando nell’Oceano

    Le immagini satellitari hanno rivelato che dal 2012 una porzione della calotta di ghiaccio artico ha subito un assottigliamento di spessore di oltre 50 metri – circa un sesto del suo spessore originale – e che questa perdita di ghiaccio sta continuando ad aumentare 25 volte più velocemente. Un team guidato da scienziati del Centre […]

  • Giornata mondiale delle zone umide 2015

    Giornata mondiale delle zone umide 2015

    Lo scorso 2 febbraio è stata proclamata la Giornata mondiale delle zone umide. Una giornata davvero particolare, dedicata a tutte quelle zone del nostro pianeta caratterizzate da un terreno particolarmente paludoso, argilloso, in una parola umido. In Italia le zone definite con questo termine, censite dal Ministero dell’Ambiente sono ben 53, anche se negli ultimi […]

  • L’inclinazione della superficie oceanica abbassa il livello del mare in Europa

    L’inclinazione della superficie oceanica abbassa il livello del mare in Europa

    Una ricerca condotta presso il Centro Nazionale di Oceanografia (NOC), che ha sede nel Regno Unito, ha scoperto che una ‘inclinazione’ della superficie dell’oceano nello Stretto di Gibilterra sta causando in Europa un abbassamento del livello del mare di ben sette centimetri. Questa ricerca, i cui dati sono stati pubblicati il 28 gennaio scorso sulla […]

  • Piano del Parco in Abruzzo: le Regione in netto ritardo sull’approvazione

    Il Parco Nazionale d’Abruzzo, con un comunicato ha fatto sapere che “la settimana passata, con nota inviata ai Presidenti e agli Assessori delle tre regioni del Parco (Abruzzo, Lazio e Molise), e per conoscenza al Ministero dell’Ambiente, l’Ente ha sollecitato l’adozione del Piano del Parco, inviato il 15 marzo 2011, dopo aver ottenuto il parere […]

  • Mercurio nella nebbia su coste della California proviene dall’oceano

     In California sono stati trovati livelli di mercurio più alti che in precedenza nella nebbia. Ora i ricercatori si domandano quale sia il ciclo che ha portato a questo aumento, che per il momento, non sembra essere dannoso per la salute. Una delle ipotesi suggerisce che il mercurio arrivi dalle profondità degli oceani alle acque superficiali disperdendosi poi in atmosfera. Il mercurio in questione proverrebbe da decine di anni di inquinamento pregresso e accumulatosi nelle profondità dell’oceano

  • 90 anni di educazione ambientale al Parco del Gran Paradiso

    Per i 90 anni del Parco del Gran Paradiso e i 20 anni dell’AIGAE, l’associazione delle guide ambientali, si svolgerà a Ceresole Reale, dall’8 all’11 novembre, nel Parco del Gran Paradiso, un convegno sul futuro dell’educazione ambientale

  • Cento specie in pericolo, ma nessuno le salverà

    Per la prima volta, più di 8.000 scienziati si sono riuniti a Seoul, in Sud Corea, per identificare 100 delle specie più minacciate del pianeta, tra animali, piante e funghi. Ma i ricercatori temono che questi esseri viventi verranno lasciati morire, in quanto nessuna di queste specie fornisce agli umani evidenti o immediati benefici
    Orso marsicano fuori pericolo?
    Le tigri imparano a fare il ‘turno di notte’