Gaianews

Siria: ancora scontri e esecuzioni. Assad accusato di usare ‘barili-bomba’

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 03.09.2012

Sono fonti degli stessi ribelli siriani a dire che le milizie ribelli hanno piazzato delle bombe all’interno della sede dell’esercito siriano nel centro di Damasco ieri in risposta ad un attacco del presidente Bashar Al Assad i cui bulldog avevano abbattuto alcuni edifici in un quartiere della città che aveva sostenuto la rivolta.

Secondo la televisione di stato siriana  quattro persone sono rimaste ferite in quello che è stato definito un attacco terroristico.

“L’operazione aveva come obiettivo gli ufficiali dell’esercito di Assad che stavano pianificando i massacri contro il popolo siriano e stavano per darvi il via libera”, secondo le dichiarazioni dei ribelli in un video.

“Le bombe sono state piantate all’interno del quartier generale dell’esercito”, è stato detto nel video, che è stato trasmesso sui canali satellitari arabi.

Nel quartiere orientale di Damasco, Hazza, i filmati degli  attivisti  hanno mostrato diversi edifici in fiamme. Fonti dell’opposizione avevano detto che l’esercito aveva in precedenza preso d’assalto la zona ed ucciso 27  giovani.

“Ogni giovane in età da guerra sembra essere stato catturato e ucciso”, ha detto l’attivista Obadah al-Haj, che era fuggito dalla zona.
I video dei filmati sembrano confermare queste affermazioni mostrando molti cadeveri di giovani uomini colpiti da arma da fuoco.

Sempre secondo le forze dell’opposizione le forze lealiste hanno ucciso almeno 25 uomini domenica ad al-Fan, un villaggio sunnita della provincia di Hama.

La Syrian Network for Human Rights  ha detto che la maggior parte degli uomini sembrano essere stati uccisi dai bombardamenti, ma un numero imprecisato è stato ucciso quando le truppe hanno preso d’assalto il villaggio . L’agenzia di stampa ufficiale di Stato ha detto che una operazione militare su Fan aveva avuto come obiettivo i “terroristi che spaventano i cittadini”. Anche di questoaazione delle forze lealiste gli attivisti hanno pubblicato dei video con donne e bambini che piangono sui cadaveri degli uomini.

Secondo gli attivisti con l’inasprirsi degli scontri Assad sta mettendo in campo le proprie milizie specializzate della divisione alawita e della Guardia Repubblicana.

Assad ha perso il controllo delle zone rurali nel nord, nelle regioni orientali e meridionali e sta usando elicotteri e aerei da combattimento per cercare di sottomettere l’opposizione. Ma il bombardamento aereo ha portato nuove ondate di profughi nei paesi vicini, facendo rinascere la richieste dell Tuchia dell’istituzione di  “safe zones”  in territorio siriano.   Ma il veto della Russia e della Cina blocca l’azione del Consiglio di sicurezza dell’ONU e non fa sperare in un allestimento tempestivo di queste zone.

Nella città meridionale di Deraa,  tra Damasco e la Giordania, le truppe hanno continuato ad abbattere con i  bulldozer le case nella parte vecchia della città, per il terzo giorno dopo che i bombordamenti aerei dell’esercito hanno spinto 40.000 persone da lì in Giordania.

“Circa 20 case sono state demolite e 200 sono bruciate”, ha detto Ahmad Abu Nabout, un residente di Deraa. “La vecchia Deraa è deserta. Le truppe nascondono i loro saccheggi bruciando le case e in alcuni casi le fanno saltare in aria.”

Intanto il Daily Telegraph ha riferito dell’uso di  ‘barili-bomba’ da parte dei militari di Assad. I barili-bomba sarebbero fusti di petrolio riempiti di pezzi di acciaio che vengono lanciati dagli elicotteri. Il giornale ha anche pubblicato un video degli attivisti che mostra l’uso di queste bombe a Hamidiya, un quartiere di Homs.

© RIPRODUZIONE RISERVATA