Gaianews

Angola: Dos Santos ancora presidente dopo 33 anni

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 04.09.2012

Si conferma alla guida dell’ Angola per i prossimi 5 anni e dopo 33 anni di governo il presidente Jose’ Eduardo Dos Santos. La Commissione elettorale, nei suoi dati provvisori, parla di una pecentuale del 74,46%.

I dati, che si riferiscono alla scrutinio del 58% delle schede, danno gli altri due partiti molto distaccati con basse percentuali. Nello specifico l’Unione per la totale indipendenza dell’Angola (Unita) ha il 18% e il terzo partito, Casa, solo il 4,5%. Il partito che ha la maggiore percentuale elegge il presidente, perciò va da sè che Dos Santos sarà confermato.

Il Movimento popolare per la liberazione dell’Anolga (Mpla) è al potere dal 1975, anno dell’indipendenza dal Portogallo. Nel 2008 ci furono le prime elezioni dopo la fine della guuerra civile e  Dos Santos ottenne allora l’81%. L’Angola è il secondo paese produttore di petrolio in Africa.

L’Unita, il più importante partito dell’opposizione in Angola, guidato da Isaias Samakuva, ha ottenuto nella provincia di Huambo il 30,1% dei voti contro il 67% dell’ Mpla. Stessa cosa a Moxico dove l’Mpla ha ottenuto l’84,2% dei voti contro l’8% dell’Unita. Al contrario delle attese l’Mpla non ha sfondato a Luanda nella capitale dove ha ottenuto il 56,4% dei voti e dove la nuova compagine politica, la Casa ce, ha ottenuto l’11,6% dei voti.

I dati provvisori diffusi dalla Commissione nazionale elettorale (Cne) dell’Angola dimostrano che degli oltre nove milioni di persone che erano chiamate alle urne per eleggere il presidente  solo il 57% e’ andato a votare. La percentuale è ancora  più bassa nella capitale, storica roccaforte dell’ Mpla. A Luanda infatti solo il 32% degli elettori risulta essere andato alle urne.

Il risultato è stato pesantemente criticato dai leader dell’opposizione che hanno denunciato irregolarità.

Ma nonostante questo  Portogallo e Russia hanno inviato le proprie congratulazioni e il proprio apprezzamento al presidente Dos Santos. Pedro Passos Coelho, primo ministro portoghese, in una nota ha espresso soddisfazione per ‘lo svolgimento di questo nuovo atto elettorale e per il consolidamento delle istituzioni democratiche in un contesto di pluralismo politico’ .

© RIPRODUZIONE RISERVATA