Gaianews

Esposizione a solventi comuni fra le cause del Morbo di Parkinson

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 16.11.2011

Secondo uno studio pubblicato online il 14 novembre in Annals of Neurology l’esposizione a certi solventi chimici potrebbe essere legata all’insorgere del Morbo di Parkinson.

Samuel M. Goldman dell’Parkinson’s Institute in Sunnyvale, in California, e colleghi hanno esaminato se l’esposizione a solventi specifici (n-esano, xilene, toluene, tricloroetilene [TCE], percloroetilene tetracloruro [PERC], e di carbonio [CCl4]) fosse associata con un rischio di insorgenza di PD, utilizzando dati su coppie di gemelli. Un dettagliato questionario è stato utilizzato per identificare le occupazioni nella vita e gli hobby di 99 coppie di gemelli di cui uno affetto e l’altro no da PD. Valutatori esperti hanno stimato l’esposizione a questi solventi.

I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione al TCE  ( la comune trielina) è sempre correlata in modo significativo ad un aumentato rischio di malattia di Parkinson.
“L’esposizione a solventi specifici può aumentare il rischio di malattia di Parkinson. Il TCE è il contaminante più comune delle acque sotterranee, e il PERC e la CCl4 sono onnipresenti nell’ambiente. I nostri risultati richiedono conferme in altre popolazioni con esposizioni ben caratterizzate, male implicazioni per la salute pubblica sono notevoli”, scrivono gli autori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA