Gaianews

Diritto all’oblìo: Google realizza un apposito modulo per la richiesta

Google ha attivato un apposito modulo grazie al quale sarà possibile richiedere la rimozione di alcuni contenuti, per rispettare il diritto all'oblio di ognuno

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 30.05.2014

Dopo il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea Google ha attivato un apposito modulo grazie al quale sarà possibile richiedere la rimozione di alcuni contenuti, per rispettare il diritto  all’oblio di ognuno.

Google

Ci sono esempi in cui il diritto alla privacy prevale sul diritto alla circolazione delle immagini: è il motivo per cui è già successo in Italia che ad alcuni giornali venisse chiesto di depubblicare articoli su condanne di persone che chiedevano dopo anni il diritto all’oblio.

Dopo il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea e dopo aver ricevuto numerose richieste per la cancellazione di contenuti Google ha approntato un apposito modulo per sottoporre la richiesta.

Al modulo non corrisponde però nessuna procedura automatica: ogni richiesta verrà vagliata da un team di esperti. Larry Page, CEO di Google, presentando la novità, non si lascia sfuggire polemiche con il vecchio continente sottolineando quanto questo pronunciamento della Corte metta in evidenza la difficoltà di gestire il confine fra diritto all’informazione e diritto alla privacy.

Per questo Google ha fatto sapere di essere all’opera per la costituzione di un comitato di esperti che possa studiare approfonditamente la questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA