Gaianews

Batteri intestinali regolano l’assorbimento dei grassi

Batteri intestinali regolano l'assorbimento dei grassi

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 15.09.2012

Nuove speranze per combattere l’obesità: scoperti batteri intestinali che favoriscono l’assorbimento dei grassi.  

Secondo una ricerca dell’Università del North Carolina ci sarebbero batteri nel nostro intestino che regolano l’assorbimento dei grassi da parte del nostro organismo. La presenza o meno di questi organismi definirebbe la percentuale di assorbimento dei grassi a parità di cibo ingerito. I ricercatori hanno inoltre dimostrato che la presenza di questi batteri è influenzata dal tipo di dieta che si segue.   

“Questo studio è il primo a dimostrare che i microbi possono favorire l’assorbimento dei grassi alimentari a livello intestinale e la loro successiva metabolizzazione nel corpo”, ha detto l’autore dello studio John Rawls, PhD, professore associato presso il Dipartimento di Fisiologia Cellulare e Molecolare presso la UNC . “I risultati sottolineano il complesso rapporto tra microbi, dieta e fisiologia di accoglienza.”

Lo studio, pubblicato sulla rivista Cell Host & Microbe, segue altre ricerche che avevano dimostrato il ruolo dell’intestino nella ripartizione dei carboidrati complessi.

Gli esperimenti sono stati effettuati sui pesci zebra, pesci  particolarmente utili in qusto tipo di esperimenti perchè sono trasparenti. Legando gli acidi grassi ad un colorante fluorescente i ricercatori sono stati in grado di osservare l’assorbimento e il trasporto dei grassi in presenza o assenza dei microbi intestinali.

In questo modo i ricercatori hanno potuto scoprire che un gruppo di batteri, chiamati Firmicutes, possono aumentae l’assorbimento del grasso. Hanno anche scoperto che l’aumento dei firmicutes dipende dalle dieta. I pesci che sono stati alimentati normalmente avevano meno batteri firmicutes di quelli che non avevano mangiato per diversi giorni. Altri studi avevano inoltre collegato l’abbondanza di firmicutes al’obesità nell’uomo.

“I nostri risultati indicano che il microbiota intestinale può aumentare la capacità di assorbire calorie stimolando l’assorbimento di grassi”, ha detto il ricercatore principale dello studio, Ivana Semova, PhD, della UNC. “Un’altra implicazione è che il tipo di dieta  potrebbe avere un impatto sull’assorbimento dei grassi modificando l’abbondanza di alcuni microbi, come i Firmicutes, che promuovono l’assorbimento dei grassi.”

Anche se lo studio non ha ancora coinvolto gli umani ci sono possibilità di sviluppo nella ricerca. Per esempio, ha detto Rawls, “Se fossimo in grado di capire come i batteri intestinali specifici siano in grado di stimolare l’assorbimento dei grassi alimentari, potremmo essere in grado di utilizzare queste informazioni per sviluppare nuovi modi per ridurre l’assorbimento dei grassi in caso di obesità e malattie metaboliche associate, e per aumentare l’assorbimento di grasso nel contesto della malnutrizione. “

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA