Gaianews

Catene e pneumatici da neve: non si ferma la polemica

Non si ferma, ma anzi aumenta, la polemica sul provvedimento approvato oggi in senato sui pneumatici da neve. Si è espressa in proposito Assogomma, Associazione Confindustriale che rappresenta tutto il mondo gomma e anche i produttori di pneumatici

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 07.12.2012

Non si ferma, ma anzi aumenta, la polemica sul provvedimento approvato oggi in senato sui pneumatici da neve. Si è espressa in proposito Assogomma, Associazione Confindustriale che rappresenta tutto il mondo gomma e anche i produttori di pneumatici.

Neve su strada

Secondo Assogomma il provvedimento innanzitutto deve essere ancora approvato. Ma in ogni caso non sostituisce quelli precedenti, ma dà soltanto agli enti gestori la possibilità di emettere l’ordinanza solo per brevi periodi e in caso di situazioni meteorologiche veramente gravi.

Fabio Bertolotti, Direttore Assogomma, commenta infine così: “La portata dell’emendamento in parola, è del tutto limitata ed ha il chiaro obiettivo di favorire la circolazione e la mobilità in situazioni del tutto critiche e per periodi di tempo strettamente limitati”. “Ci riserveremo un approfondimento ulteriore quando la norma sarà approvata, fermo restando che non c’è dubbio che la stessa abbia una finalità di sicurezza stradale in situazioni di estrema emergenza, aspetti che meritano una attenzione particolare”.

Critico invece il Senatore Pd Luigi Zanda, preoccupato per le tasche degli Italiani, che dichiara all’agenzia ASCA:  ”Il dl sviluppo, che la Camera dovrà approvare senza modifiche, contiene in realtà una norma assurda che va assolutamente corretta. Si tratta della misura che obbliga gli automobilisti ad usare pneumatici invernali, invece delle catene, ogni qual volta sono previste nevicate”. 

”Questo significa – spiega – che, in un momento di gravissima difficoltà economica delle famiglie italiane, milioni di automobilisti saranno obbligati a spendere, a seconda del tipo di automobile, dai 500 agli oltre 1.500 euro per buttare le catene da neve (oggi obbligatorie) e attrezzare la loro vettura per adeguarsi alla nuova legge”.

”Capisco gli interessi dei costruttori dei pneumatici invernali – conclude Zanda – ma, francamente, non mi sembra una ragione sufficiente per mettere in ulteriore gravissima difficoltà i bilanci delle famiglie e dei lavoratori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • marina barbolini scrive:

    sarebbe un obbligo assurdo!!! intanto se c’e’
    neve sulla strada i vs. bei pneumatici da neve
    non bastano, ci vogliono anche le catene.poi
    quando si viaggia e’ impossibile sapere a priori le ordinanze di tutti i comuni ,le previsioni del tempo, cosa vogliono fare i proprietari strade no…e’ da pazzi! siamo in un paese a clima temperato. nevica 10 gg all’anno ! anche a palermo li

    dovranno mettere ??? ma ci credono tutti scemi?
    il buon senso io ce l’ho ancora !

  • Gianni scrive:

    non si puo chiedere ancora soldi perche qualcuno deve avvere le tasche sempre gonfie. noi dobbiamo spendere minimo 1200€ e chi ce li da?il governo non penso.Perche non fare un decreto per aiutarci a comperare se questo dee essere piutosto ci farci spendere soldi che non abbiamo