Gaianews

Alopecia, nuova speranza viene dalle piastrine

Nuova speranza per una cura contro l'alopecia, non solo quella androgenetica degli uomini, bensì soprattutto quella areata che affligge le donne

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 07.05.2013

Nuova speranza per una cura contro l’alopecia, non solo quella androgenetica degli uomini, bensì soprattutto quella areata che affligge le donne. Per la prima volta sembra in arrivo un metodo risolutivo, che consiste nella somministrazione di iniezioni di plasma del paziente stesso arricchito di piastrine. Tale operazione consente la ricrescita dei capelli, osservata in un piccolo campione e pubblicato sul British Journal of Dermatology.

capelli

Il metodo consiste nel prelevare il sangue del paziente ed estraendo il solo plasma, arricchito di piastrine. Poi il plasma viene iniettato direttamente sul cuoio capelluto. Poiché il sangue è del paziente stesso, non ci sono rischi di rigetto. Fabio Rinaldi, che lavora presso la International Hair Research Foundation e l’Università di Brescia, la soluzione stimolerebbe la nascita di nuove cellule staminali sotto la cute, facilitando la ricrescita dei capelli.

Il test è stato effettuato su 45 volontari affetti da alopecia areata. I volontari sono stati divisi in tre gruppi, uno che riceveva solo placebo, uno che riceveva un altro trattamento e l’ultimo che riceveva le piastrine su metà del cuoio capelluto interessato da alopecia. Dopo tre trattamenti nell’arco di 12 mesi, i ricercatori hanno visto che in effetti nei soggetti trattati con piastrine c’era una “significativa” ricrescita dei capelli.

Secondo i ricercatori la ricrescita dei capelli comincia dopo 1-2 mesi dalla prima seduta e raggiunge il culmine dopo sei mesi. Ira si tratta di capire  quando il trattamento sarà disponibile per il grande pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA