Gaianews

Tibet: altri due giovani si immolano come torce umane

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 20.04.2012

Ieri altri due giovani tibetani si sono immolati con il fuoco in Tibet alle ore 13.00 (ora locale) a Zamthang (o Dhzomtung), località situata a sud est di Ngaba.

I due giovani di vent’anni, Choephag Kyab e Sonam, non erano monaci, ma laici. Entrambi  hanno perso la vita. Nello stesso luogo si era auto immolato lo scorso 19 febbraio Nangdrol (o Nya Drul), 18 anni che mentre bruciava gridaa “Lunga vita a Sua Santità il Dalai Lama” e “Libertà per il Tibet”.

In un filmato riportato da International Campaign for Tibet si vede chiaramante Lobsang Jamyang, un ragazzo di 22 anni immolatosi a Ngaba il 14 gennaio. Da una parte la polizia cinese, dall’altra i tibetani.

La protesta, secondo Savetibet.org ha scatenato scontri in cui la polizia dapprima picchiò i tibetani, poi aprì il fuoco. Una donna perse la vista e un uomo fu ferito gravemente al collo con un bastone ferrato. Furono operati numerosi arresti.

Losang Jamyang, il giovane che si è dato fuoco, era un ex monaco che era diventato un membro di spicco di un’associazione popolare per la promozione della lingua tibetana nel suo villaggio.

http://www.savetibet.org/media-center/ict-news-reports/vivid-new-footage-shows-young-tibetan-being-beaten-police-while-fire

Sono ormai quasi quaranta i giovani che hanno deciso di immolarsi per protestare contro l’occupazione cinese e la distruzione della cultura tibetana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA