Gaianews

Una retina artificiale per leggere il Braille

Sembra fantascienza, ma si tratta di un prototipo molto avanzato di occhio bionico per leggere il linguaggio Braille

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 22.11.2012

OcchioSembra fantascienza, ma si tratta di un prototipo molto avanzato di occhio bionico per leggere il linguaggio Braille. Attraverso segnali wireless che vengono raccolti da un ricevitore impiantato nell’occhio, i pazienti non vedenti potranno leggere direttamente il Braille grazie alla presenza di una matrice di elettrodi applicati alla superficie della sua retina a cui  sarà trasmesso il codice.

Gli elettrodi quindi stimoleranno le cellule nervose al fine di trasmettere il codice Braille al cervello, esattamente come se la persona stesse vedendo il braille con i suoi occhi.

Lo studio è il primo che trasmette il Braille direttamente nella retina di un paziente, e potrebbe offrire speranza a migliaia di persone affette da condizioni come la retinite pigmentosa, dove le cellule della retina sensibili alla luce muoiono causando, cecità parziale o totale.

Lo studio si basa su una tecnologia già presente nel Regno Unito, secondo quanto riporta il Telegraph Online.

Invece di utilizzare una telecamera come avviane in altre ricerche sulla cecità, i ricercatori hanno trasmesso codici Braille direttamente all’impianto sulla retina, ottenendo una maggiore precisione e si riduce la matrice degli elettrodi da 60 ad appena 6 per ogni “punto” che forma le lettere del Braille.

Dopo l’operazione, il paziente era in grado di visualizzare correttamente le lettere Braille dai segnali elettrici nell’89% del tempo, e la maggior parte degli errori avveniva quando il paziente ha letto male un solo punto che formava la matrice, hanno detto i ricercatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA