Gaianews

Parchi e Aree protette

  • PARCHI 2.0: gestione, produzione e legalità

    PARCHI 2.0: gestione, produzione e legalità

    di Domenico Nicoletti* L’Italia ha un modello, tutto suo, di “sostenibilità” e Qualità della vita e non lo vede. Come spesso capita nel nostro paese sappiano farci male da soli e non sappiamo riconoscere i nostri successi. Cresciuta nel silenzio e nelle difficoltà economiche e sociali, la cultura delle sostenibilità sviluppata nelle aree protette del […]

  • Qualche proposta per i parchi toscani

    Se c’era bisogno di una conferma che ai parchi spetta un ruolo importante in una diversa pianificazione dell’uso del territorio l’attentato mafioso al Presidente del Parco dei Nebrodi in Sicilia ce l’ha data nel modo più drammatico. Vale anche per la Toscana dove di parchi ne abbiamo tre nazionali, tre regionali e altre aree protette […]

  • Il consumo del suolo e la sua gestione

    Il consumo del suolo e la sua gestione

    I dati impressionati forniti recentemente da organi di ricerca sul consumo del suolo nel nostro paese ha coinciso con l’approvazione in un ramo del Parlamento di una legge che da tempo doveva tagliare il traguardo. Ora passerà al  Senato ma i giudizi sono molto critici specie da parte di molte associazioni che l’hanno sostenuta e […]

  • Cosa non funziona nel  rapporto Stato – Regioni

    Cosa non funziona nel  rapporto Stato – Regioni

    Il ministro agli affari regionali Costa ha risposto recentemente al Senato ad alcune interrogazioni sul rapporto regioni –stato in cui si confermavano i non pochi problemi tuttora irrisolti. Il dato più noto rimane quello dell’impressionate aumento di impugnative dello stato  che solo da poco sembra avere avviato una fase deflattiva ma che ha contribuito massicciamente […]

  • Quale futuro per i parchi?

    Quale futuro per i parchi?

    E’ innegabile che forse mai come in questo momento anche chi ha una certa dimestichezza e  da tempo con le vicende dei parchi fatichi  non poco a raccapezzarsi su quel che sta succedendo e ancor più su dove si sta andando. Buio pesto sull’operato del ministero nonostante in parlamento si stiano discutendo e approvando  normative […]

  • Il referendum e il titolo V

    Il referendum e il titolo V

    Visto che fervono i preparativi del referendum d’autunno con la costituzione dei comitati del Si e del NO è bene tornare sul titolo V su cui le polemiche si sono infittite con toni anche sconcertanti. Su l’Unità siamo giunti agli sfottò dei vecchietti costituzionalisti capaci di dire solo NO. Le riserve e i dubbi sul […]

  • Come saranno utilizzati i soldi per le aree protette marine?

    Come saranno utilizzati i soldi per le aree protette marine?

    Nei  giorni scorsi il Ministro Galletti in Parlamento ha relazionato sullo stato di attuazione del Collegato Ambientale che necessita solo per il suo Dicastero – sono affermazioni di Galletti – di ben 26 decreti attuativi! Non è chiaro se anche per le risorse previste nel collegato per le aree marine protette (1.800.000 euro) sia necessario […]

  • Parchi allo sbando

    Parchi allo sbando

    Stando alle ultime notizie il Parco di Portofino per iniziativa della regione ligure con un emendamento da presentare al Senato alla legge di riforma  della 394 diventerebbe nazionale. Così dopo anni di attesa il parco terrestre sarebbe unificato all’area marina gestita separatamente da un consorzio. Prima di vederne le motivazioni bisogna però ricordare alcuni passaggi […]

  • Il Titolo V e il referendum

    Il Titolo V e il referendum

    Il referendum sulle trivelle tra le altre cose ha confermato anche se si è cercato di far finta  di nulla che il rapporto stato-regioni è tutt’altro che risolto dal nuovo titolo V. E siccome il prossimo referendum lo riproporrà a tutti gli effetti sarà bene riparlarne senza trucchi e senza inganni. Che i poteri delle […]

  • Cosa manca al Pd

    Cosa manca al Pd

    E’ in corso nel Pd una discussione su Dove va la sinistra? Vorrei soffermarmi su un aspetto che di fatto -e già da prima della gestione Renzi- aveva iniziato a sparire o quanto meno opacizzarsi e cioè una politica ambientale ossia un tema oggi sempre più strategicamente decisivo per la sinistra non solo italiana. E visto […]

  • Cambio di presidente al Parco di San Rossore

    Cambio di presidente al Parco di San Rossore

    C’era attesa per la nomina del presidente del nostro Parco di cui in molti -specie associazioni ambientaliste- avevano chiesto la conferma di Manfredi. Così non è stato e alla presidenza andrà Gianni Maffei Cardellini che a suo tempo collaborò con l’architetto Cervellati alla stesura del piano del parco. Persona quindi sicuramente ben informata sul parco […]

  • I parchi su L’Unità

    I parchi su L’Unità

    Leggere finalmente su l’Unità ‘I parchi sono bisogni primari Proteggiamoli’ fa piacere dopo i troppi silenzi. L’articolo presenta la Carta di Fontecchio (presso l’Aquila) sulle zone naturali approvata nel giugno del 2014 e sostenuta da molte associazioni ambientaliste e presentata in questi giorni a Roma nella sede dell’Istituto dell’Enciclopedia Treccani a 25 anni dalla legge […]

  • Per i parchi una buona occasione di confronto

    Per i parchi una buona occasione di confronto

    Giustamente in molti e da tempo abbiamo criticato la non convocazione della Terza Conferenza nazionale dei parchi. Un rifiuto che ha fatto calare la tela su una situazione a rischio per le nostre aree protette nazionali e regionali come più volte ha denunciato la Corte dei conti e che ha reso il nostro il paese […]

  • PARCHI; continua la latitanza ministeriale

    PARCHI; continua la latitanza ministeriale

    A Lima alcuni parchi e aree protette italiani  hanno recentemente ottenuto importanti riconoscimenti internazionali. La gran parte dei paesi erano rappresentati da ambasciatori e uomini di governo tranne il nostro paese che ha snobbato come è suo solito l’appuntamento. Eppure tornano ‘vincitori’ parchi come quello regionale del Po, quello nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, San Rossore con […]

  • Cosa inghippa le politiche ambientali

    Cosa inghippa le politiche ambientali

    Referendum sulle trivelle, Titolo V anch’esso con la riforma istituzionale a referendum, parchi che spariscono o in crisi mentre si sta discutendo al Senato una legge che potrebbe dargli una mazzata ulteriore in ambiti strategici come quello delle aree protette  marine. Eppure Parigi, l’Enciclica, l’EXPO facevano pensare a ben altri sviluppi. E quel che è […]

  • Federparchi ieri e oggi

    Federparchi ieri e oggi

    La scomparsa di Bino LI Calsi ex presidente di Federparchi nella sua prima stagione ci ha riportati con la memoria –almeno coloro che ebbero la fortuna di conoscerlo e soprattutto di collaborarci- ad un impegno che vide il paese alle prese con la costruzione di un sistema di parchi e aree protette nazionali e regionali. […]

  • Il Futuro del mare

    Il Futuro del mare

    L’incontro a Marina di Pisa promosso dal Gruppo di San Rossore e dal Fortino era stato dedicato non certo per retorica al Futuro del mare. Con il ministero dell’ambiente e la regione Toscana volevamo concordare il da farsi per garantire al litorale toscano e sul piano nazionale una presenza adeguata delle nostre aree protette che […]

  • Riforme partita chiusa?

    Riforme partita chiusa?

    Il referendum sulle riforme istituzionali per il Comitato nazionale del NO dovrebbe riportare tutto alla partenza cioè al prima. Ma questo non è quello che vogliono -contrariamente a quel che scrive la Serracchiani- i molti critici disposti a votare no, se non ci sarà un seguito, una transizione (quasi) finita come recita il titolo del […]

  • La cultura ambientale e i nostri parchi

    La cultura ambientale e i nostri parchi

    Nelle vicende ambientali sempre più complesse e incalzanti che riguardano il nostro paese quello dei parchi è sicuramente solo uno dei  suoi capitoli per quanto importante. Ma forse vi è un aspetto che non siamo riusciti a far emergere finora con sufficiente chiarezza. Dai rischi pure evidenti e spesso denunciati dal Gruppo di San Rossore […]

  • La legge del senato e il destino delle aree protette marine

    La legge del senato e il destino delle aree protette marine

    Il dibattito al senato sulla legge di modifica della 394 sta entrando in una fase in cui è bene avere chiaro cosa si profila rischi inclusi. Forse è bene ricordare che il primo testo del 2001 -che chiamare proposta di legge è uno sproposito- prevedeva la cancellazione della norma che stabilisce che nei brevi tratti […]