Gaianews

Creato uno spray nasale contro i morsi di serpenti velenosi

E' stato sviluppato in Irlanda un antidoto efficace contro i morsi di serpenti velenosi

Scritto da Elisa Corbi il 28.05.2014

Un team di ricercatori del Trinity College di Dublino ha testato l’efficacia di un farmaco antiparalitico somministrato per via nasale su topi ai quali erano state iniettate dosi elevate di veleno di cobra indiano (Naja naja). I risultati hanno mostrato che i modelli murini sopravvissuti in più alta percentuale sono stati quelli trattati con un agente antiparalitico, la neostigmina. Una prova che supporta l’idea di un trattamento veloce e accessibile che potrebbe aumentare i tassi di sopravvivenza tra le vittime dei serpenti. Lo studio è stato recentemente pubblicato sul Journal of  Tropical Medicine.

Spray contro i serpenti velenosi

“Un antiveleno è necessario ma non è sufficiente per gestire il problema. I suoi limiti sono abbastanza  noti e abbiamo bisogno di un ponte migliore per garantire la sopravvivenza delle persone”, dice il Dr. Lewin , direttore del Center for Exploration and Travel Health . “Circa il 90 per cento delle vittime dei morsi di serpente vive in condizioni di povertà.  L’idea di base è che nessuno dovrebbe morire per questo motivo nel ventunesimo secolo, e siamo ottimisti che questo sia un passo promettente”.

 La squadra inizialmente ha dimostrato le potenzialità dello ‘snakebite treatment’ durante un esperimento condotto nel mese di aprile del 2013 presso l’Università della California, a San Francisco. Nell’esperimento un volontario umano sano è stato paralizzato, durante la veglia, utilizzando una tossina che imita gli effetti del veleno di cobra e di altri serpenti. La paralisi sperimentale è progredita portando debolezza muscolare facciale e stress respiratorio. Il team ha poi somministrato lo spray nasale e in 20 minuti il paziente ha recuperato tutte le funzioni. I risultati di questo esperimento sono stati pubblicati sulla rivista medica Clinical Case Reports.

 Il dottor Lewin prepara kit da medicina da campo per spedizioni scientifiche in tutto il mondo e spesso accompagna gli scienziati come medico della spedizione. Nel 2011 , Lewin preparò un kit di trattamento contro i morsi di serpente per gli scienziati dell’ Academy’s Hearst Philippine Biodiversity Expedition. Da quel momento il ricercatore cominciò a chiedersi se fosse possibile creare un modo più semplice per la cura dei morsi ed ebbe l’idea di uno spray  nasale veloce e facile da somministrare.

Ogni anno sono quasi 5 milioni le persone morse da serpenti.  Il numero di decessi a livello globale è  paragonabile alle morti per AIDS in alcuni paesi in via di sviluppo. Nella sola India i serpenti uccidono circa un terzo di persone più dell’Hiv e ne feriscono gravemente molte altre. E ‘stato stimato che oltre il 75 per cento delle vittime muoiono prima che possano raggiungere l’ospedale, poichè non esiste un modo semplice per trattarli istantaneamente.  Ma il nuovo approccio di Lewin potrebbe ridurre drasticamente il numero di questi incidenti mortali a livello globale. Attualmente ne vengono stimati  circa 94.000 all’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA