Gaianews

fossili

  • ‘Gigli di mare’ fossili affiorano dalle rocce sulle Alpi austriache

    ‘Gigli di mare’ fossili affiorano dalle rocce sulle Alpi austriache

    Un fossile particolare amplia le conoscenze degli studiosi sulle modalità con cui organismi primordiali hanno potuto colonizzare gli antichi oceani terrestri. Un team internazionale ha rinvenuto resti fossili di giovani crinoidi, i lontani progenitori degli odierni ‘gigli di mare’, racchiusi in una matrice di ossidi di ferro e calcare sulle Alpi austriache, databili intorno ai […]

  • Eccezionale sito paleontologico di 100mila anni nel Nord della Spagna

    Eccezionale sito paleontologico di 100mila anni nel Nord della Spagna

    Un team interdisciplinare composto da ricercatori del Dipartimento di Geologia, Preistoria e Archeologia e del Dipartimento di Stratigrafia e Paleontologia presso l’Università dei Paesi Baschi (UPV / EHU), provincia di Gipuzkoa, ha pubblicato i risultati dello studio di un nuovo sito paleontologico rinvenuto nel Nord della Spagna, la Cava Lobate, una cava situata nelle vicinanze […]

  • Antichi batteri della peste in una pulce fossile

    Antichi batteri della peste in una pulce fossile

    Circa 20 milioni di anni fa una pulce venne inglobata in una goccia d’ambra, insieme a piccoli batteri. Ora, i ricercatori ritengono che potrebbe trattarsi della più antica prova della presenza sulla Terra di un temuto assassino, compatibile con Yersinia pestis, il microbo di un antico ceppo della peste bubbonica, origine delle epidemie che sconvolsero […]

  • 20 metri di apertura alare per il più grande uccello mai esistito

    20 metri di apertura alare per il più grande uccello mai esistito

    Daniel Ksepka del Bruce Museum di Greenwich ha scoperto, analizzandone i resti,  il più grande uccello mai esistito sul nostro pianeta. Si tratta del Pelagornis sandersi, un uccello che doveva raggiungere un’apertura alare di 20-24 metri. La ricerca è stata pubblicata sui PNAS. Sono ancora molti, però, i misteri da risolvere su questi enormi uccelli […]

  • Importante scoperta di fossili marini nei terreni permiani della Mongolia

    Importante scoperta di fossili marini nei terreni permiani della Mongolia

    In un recente studio è stato scoperto un gran numero di briozoi e di altri fossili tipicamente marini negli strati calcarei sottili e in lenti calcaree della parte superiore della Formazione Linxi, vicino alla città di Guandi, nella Contea Linxi, la più orientale della Mongolia Interna. Questi fossili marini sono la prova che l’area di […]

  • Scoperto in Africa il più antico fossile di pinguino

    Scoperto in Africa il più antico fossile di pinguino

    L’Africa non è certo il posto in cui ci aspetteremmo di trovare dei fossili di pinguini. In realtà una specie di pinguino vive ancora in Africa, lungo la costa meridionale. Con il ritrovamento di questo fossili oggi è possibile affermare che fino a quattro specie hanno convissuto nel continente. Proprio la perdita di diversità era […]

  • Scoperti acari risalenti a 230 milioni di anni fa

    Sono stati ritrovati in Italia, a Cortina d’Ampezzo, dentro delle piccole goccioline di ambra due acari e un moscerino più antichi mai ritrovati. I piccoli artropodi risalgono infatti al periodo Triassico, cioè circa 230 milioni di anni fa. La scoperta è stata fatta da un gruppo di ricerca internazionale formato dall’Istituto di geoscienze e georisorse […]

  • Interamente ricostruito preistorico pinguino gigante in Nuova Zelanda

    Dopo 35 anni, il fossile gigante di un pinguino è stato completamente ricostruito, concedendo ai ricercatori nuovi spunti sulla diversità di questo animale nella preistoria. Le ossa vennero recuperate in Nuova Zelanda nel 1977 dal Dott. Ewan Fordyce, paleontologo alla University of Otago. Nel 2009 e nel 2011 il Dott. Dan Ksepka, ricercatore di scienze atmosferiche, […]

  • Ecco il primo canto d’amore del Giurassico: appartiene a un grillo

    Circa 165 milioni di anni fa, il mondo ospitava una grande varietà di suoni. I grilli primitivi e gli anfibi  sono stati tra i primi animali a produrre suoni forti da stridulazione (sfregando l’una contro l’altra  alcune parti del corpo). I grilli moderni producono suoni di richiamo per l’accoppiamento strofinando un’ala contro l’altra, ma  fino […]

  • Nuove analisi su fossili cambiano le ipotesi sull’ evoluzione della vita sulla Terra

    La scoperta di fossili di micro organismi risalenti a 570 milioni di anni fa potrebbe far ripensare alcune teorie finora ampiamente accettate su come la vita complessa sulla Terra si è evoluta a partire dagli orgnismi  unicellulari. Un team internazionale di ricercatori ha analizzato fossili racchiusi nella roccia attraverso modelli  al computer ad  alta precisione […]

  • Resina degli alberi cattura l’evoluzione delle piume sui dinosauri

    I grandi segreti dell’epoca dei dinosauri sono in genere nascosti nei fossili delle ossa, ma un gruppo di ricerca dell’Università di Alberta ha portato alla luce un tesoro di piume risalenti al Cretaceo intrappolate nell’ambra. La resina conserva protopiume di circa 80 milioni di anni fa, forse di dinosauri non-avicoli: il piumaggio è molto simile […]

  • Il livello del mare potrebbe non solo salire, ma oscillare a causa dei cambiamenti climatici

    Secondo un gruppo di ricerca guidato dal Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) nel corso di un periodo caldo che è iniziato circa 125.000 anni fa ci fu un’oscillazione del livello del mare: questo fa aumentare la possibilità che possa prospettarsi uno scenario simile,caratterizzato dau oscillazione del livello del mare, se il pianeta continuerà a riscaldarsi. […]

  • Scoperto l’ultimo dinosauro prima dell’ estinzione di massa

    Un team di scienziati ha scoperto il fossile dell’ultimo dinosauro ritrovato finora risalente a prima del catastrofico impatto con un meteorite 65 milioni anni fa. La scoperta indica che i dinosauri non si sono estinti prima dell’impatto e fornisce ulteriori prove sul fatto che l’impatto sia stato la causa della loro estinzione. I ricercatori della […]

  • Lucy era bipede, lo conferma un ritrovamento recente in Etiopia

    Il passaggio alla camminata eretta è un segno distintivo dell’evoluzione umana. Una chiave per correlare il bipedismo umano ai fossili dei nostri antenati è lo sviluppo di archi longitudinali e trasversali del piede che forniscono una leva rigida propulsiva e l’assorbimento degli urti durante la deambulazione. La prova se questi archi fossero o meno presenti nei reperti […]

  • I serpenti avevano le zampe, lo rivela nuova tecnica a raggi X

    Grenoble (Francia) – Una nuova tecnologia di imaging a raggi X sta aiutando gli scienziati a capire meglio come, nel corso dell’evoluzione dei  serpenti, essi abbiano perso le loro gambe. I ricercatori sperano che i nuovi dati potranno aiutarli a risolvere un acceso dibattito circa l’origine dei serpenti: se essi si sono evoluti da un […]