Gaianews

Razzo russo cade nell’oceano Pacifico, perso satellite telecomunicazioni Intelsat-27

Il razzo russo-ucraino è precipitato nell'Oceano Pacifico dopo circa 40 secondi dopo il lancio, che è avvenuto da una piattaforma flottante

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 01.02.2013

Un razzo russo-ucraino che trasportava un satellite americano per le telecomunicazioni è precipitato nell’Oceano Pacifico dopo circa 40 secondi dopo il lancio, che è avvenuto da una piattaforma flottante poco a sud dell’equatore.

Sea Launch

Il satellite Intelsat-27 avrebbe dovuto essere posizionato sopra l’Atlantico per fornire servizi sia sul continente americano che in Europa. I responsabili della società hanno detti che non ci sono feriti e che non è ancora chiara la dinamica di quanto accaduto.

La piattaforma di lancio della società Sea Launch è una ex piattaforma petrolifera convertita al lancio di vettori per mettere in orbita satelliti. Nata come società americana, dopo la brutta esperienza del 2007, quando perse un carico e fu costretta a dichiarare fallimento, ora è posseduta da privati russi e ucraini ed ha sede a Berna, in Svizzera.

Oltre alla piattaforma per il lancio, il sistema consiste anche di una nave su cui si trova il personale che si occupa di controllare e monitorare le operazioni di lancio, ad una distanza di sicurezza di circa 6,5 ​​km.

L’azienda ha dichiarato in una nota che intende istituire un comitato che si occuperà di analizzare cosa è andato storto. “Siamo molto delusi per l’esito del lancio e ci scusiamo coi nostri clienti, Intelsat e Boeing,” ha detto Kjell Karlsen, presidente della Sea Launch AG in un comunicato.

“La causa del guasto è sconosciuta, ma stiamo valutando e lavorando a stretto contatto con Intelsat, Boeing, Energia Logistics Ltd e i fornitori di Zenit-3SL. Faremo quanto ragionevolmente possibile per recuperare da questo evento inaspettato e sfortunato.”

Dopo il fallimento e il salvataggio da parte di un gruppo di privati, ha già lanciato con successo quattro satelliti dalla piattaforma Odyssey prima della perdita di venerdì.

Il missile russo-ucraino Zenit-3SL ha un record di affidabilità generalmente buono. Intelsat-27, che pesava circa 6,2 tonnellate al momento del lancio, avrebbe dovuto fornire servizi televisivi direct-to-home e connessioni mobili a banda larga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA