Gaianews

Cervello

  • Lacrime umane riducono desiderio sessuale negli uomini

    Il pianto emotivo è universale, e caratterizza il comportamento umano in modo univoco dalla notte dei tempi. Quando piangiamo, stiamo inviando chiaramente tutti i tipi di segnali emotivi visivi. In un articolo pubblicato il 6 gennaio online su Science Express, gli scienziati del Weizmann Institute hanno dimostrato che alcuni di questi segnali sono chimicamente codificati […]

  • Empatia, bambini di sette mesi già capiscono la mente altrui

    Un ricerca su bambini molto piccoli – anche di pochi mesi – ha fatto emergere una loro capacità inaspettata. Essi possono rendersi conto che altre persone vedono il mondo in modo diverso, e possono conservare memoria di questo. Sembra che questa realizzazione avvenga automaticamente, senza sforzo deliberato, secondo gli autori. La capacità di inferire le […]

  • Una struttura in profondità all’interno del cervello può contribuire ad una vita sociale ricca e variegata

    Gli scienziati hanno scoperto che l’amigdala, una struttura con la forma di una piccola mandorla in profondità all’interno del lobo temporale, è importante per una vita sociale ricca e varia tra gli esseri umani. La scoperta è stata pubblicata a dicembre  su Nature Neuroscience ed è simile a risultati precedenti ottenuti su altre specie di […]

  • Scoperte le basi genetiche di oltre 130 malattie del cervello

    Un insieme di proteine del cervello è coinvolto in più di 130 malattie cerebrali e fornisce una nuova visione dell’evoluzione del comportamento. In una ricerca pubblicata oggi su Nature, infatti, alcuni scienziati hanno studiato campioni di tessuto cerebrale umano isolando una serie di proteine che incidono in circa 130 malattie del cervello, tra le quali […]

  • Crescita corteccia prefrontale fa maturare il cervello umano a 40 anni

    In alcuni Paesi si diventa maggiorenni a 21 anni, in Italia a 18 anni, addirittura in alcuni stati anche 16 anni possono bastare perché la legge ci consideri individui maturi. Per la scienza, invece, non bastano 40 anni, secondo l’ultimo annuncio che avverte che la corteccia prefrontale del cervello umano smette di crescere solo a […]

  • Cellule staminali, un nuovo passo per curare le malattie cerebrali

    Gli scienziati hanno creato un modo per isolare le cellule staminali neurali – le cellule che danno origine a tutti i tipi di cellule del cervello – dal tessuto cerebrale umano con una precisione senza precedenti, un passo importante verso lo sviluppo di nuovi trattamenti per malattie del sistema nervoso come il Parkinson e il […]

  • Nuovo farmaco in vista contro il prione, causa del morbo della mucca pazza

    La gioia di mangiare un succoso hamburger c’era passata, qualche tempo fa, a causa dello scandalo della mucca pazza, che terrorizzò milioni di persone nel mondo per il reale pericolo di contagio del terribile morbo che affligge il sistema nervoso centrale dai bovini all’uomo. Ebbene, la spensieratezza nell’addentare un hamburger potrebbe tornarci grazie una nuova […]

  • L’uso dei navigatori GPS correlato a problemi di memoria e di percezione dello spazio

    Una serie di studi condotti dai ricercatori dell’università canadese McGill porterebbe alla conclusione che l’uso intensivo di dispositivi GPS potrebbe avere effetti dannosi a lungo termine sulla memoria e sulla percezione dello spazio.

  • Differenze dopo la nascita nel cervello dei Neanderthal e Sapiens indicherebbe causa del successo dell’uomo moderno

    Il cervello degli esseri umani e quello degli uomini di Neanderthal sono circa delle stesse dimensioni e appaiono piuttosto simili globalmente. Ma alcune differenze che si manifestavano appena dopo la nascita, e in particolare nel primo anno di vita, mostrerebbero fondamentali differenze sul comportamento globale tra noi e in nostri cugini ormai estinti. La ricerca […]

  • Fumare molto nella mezza età comporta rischio di demenza nella vecchiaia

    I fumatori incalliti di mezza età sembrano correre più del doppio del rischio di avere una malattia degenerativa come l’Alzheimer e altre forme di demenza due decenni dopo, secondo un rapporto comparso online e che sarà pubblicato nel numero cartaceo del 28 di febbraio di Archives of Internal Medicine. Le stime attuali suggeriscono che il […]

  • Interruttore genetico è la chiave per la depressione, dicono ricercatori di Yale

    Ricercatori della Yale University hanno trovato un interruttore genetico che sarebbe un elemento chiave della depressione e che potrebbe essere il nuovo obiettivo dei futuri farmaci antidepressivi, come riporta una ricerca del 17 ottobre comparsa sul giornale Nature Medicine. “Questa potrebbe essere una causa primaria, o almeno uno dei principali fattori della depressione e delle […]

  • Perché più educazione abbassa i rischi di demenza

    Un gruppo di ricercatori del Regno Unito e della Finlandia hanno scoperto perché le persone che passano più anni sui banchi di scuola hanno un rischio inferiore di sviluppare la demenza – una questione che assilla gli scienziati  da più di un decennio. Esaminando il cervello di 872 persone che avevano fatto parte di tre […]

  • Bambini e TV: esposizione precoce ha un impatto negativo e di lungo termine

    CANADA – Volete figli più intelligenti e in salute? Teneteli lontani dalla televisione già in tenera età. Una scioccante ricerca di esperti pedagoghi dell’Università di Montreal, del Sainte-Justine University Hospital Research Center e dell’Università del Michigan, pubblicata in Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, mostra come l’esposizione alla TV all’età di due anni porta a […]

  • Per la prima volta registrata l’attività neurale di moscerini in volo

    PASADENA, Calif.— Ricercatori del Caltech, l’istituto per la tecnologia della California, hanno ottenuto le prime registrazioni dell’attività delle cellule neurali in un moscerino della frutta che vola attivamente. Il lavoro suggerisce che almeno una parte dell’attività neurale del moscerino (Drosophila melanogaster) “è in un differente e più sensibile stato durante il volo rispetto a quanto […]

  • Empatia e violenza hanno circuiti simili nel cervello

    SPAGNA – Gli esseri umani sono capaci del più atroce atto di violenza come del più alto gesto di generosità. Viviamo da sempre in questa contraddizione su cui i più grandi pensatori si sono arrovellati. Cos’è l’umanita? Umano è sinonimo di compassionevole, pietoso, oppure dalla fredda ferocia capace di uccidere anche senza un motivo, cosa […]

  • Tumore al cervello: studio ci concentra su cellule ‘dimenticate’

    GERMANIA – Il Glioblastoma – un particolare tumore del cervello – è un nemico sapiente. Mentre la maggior parte dei tumori cerebrali possono spesso essere rimossi chirurgicamente, praticamente in ogni caso il tumore ricompare. Una ragione di ciò è che le cellule tumorali si  infiltrano  in altre zone del cervello rispetto alla massa tumorale, e […]