Gaianews

Conservazione

  • Chiapas, il Messico più segreto

    Chiapas, il Messico più segreto

    Sono stato in Chiapas per scrivere un articolo per una importante rivista di natura italiana, ma ho voluto cogliere l’occasione per conoscere meglio i luoghi e, quindi, è venuta fuori una vera e propria avventura

  • Ambiente: qualcosa si muove

    Ambiente: qualcosa si muove

    Con  l’insediamento del nuovo governo e l’avvio del lavoro parlamentare sembra che anche per l’ambiente dopo una preoccupante latitanza istituzionale e politica qualcosa cominci a muoversi. Per carità sono di questi giorni anche le allarmate denunce per la ripresentazione  di proposte che incrementerebbero –tanto per cambiare- il consumo di territorio specialmente agricolo. E tuttavia vi […]

  • Maremma, il fascino naturale della Toscana

    Maremma, il fascino naturale della Toscana

    La Maremma è un posto incredibile. Prima terra malsana, piena di zanzare e briganti, pirati e paludi. Oggi terra di vini d’eccellenza e parchi superbi, in una natura senza pari. Una terra fatta di sole e di mare, di vento e di sale, di campi di grano, di barbabietole da zucchero, di ulivi, vigneti e […]

  • Suggestioni in giro per il mondo…

    Suggestioni in giro per il mondo…

    Il viaggio è evasione, avventura, ricerca interiore, vita primordiale, ricerca degli altri… Ognuno hai il suo modo di viaggiare. Vi suggeriamo solo alcuni luoghi speciali dove vivere una vita o un giorno indimenticabili. Kamchatka Terra di vulcani, gejser, salmoni, sospesa tra la Siberia e l’Alaska La Transiberiana la ferrovia più lunga del mondo con quasi […]

  • Balene, balene, balene…

    Balene, balene, balene…

    Si fa presto a dire mare. Ma quel bellissimo blu non è solo spiaggia e vacanza. Un tuffo ed attraversiamo il confine per un altro mondo. Una nuova dimensione fatta di suoni ovattati (almeno per noi umani) e riflessi deviati della luce che filtra. Ma andando sempre più giù, “nel blu” come dicono i divers, […]

  • Effetto ritardato delle azioni dell’uomo sull’ambiente: il peggio deve ancora venire

    Effetto ritardato delle azioni dell’uomo sull’ambiente: il peggio deve ancora venire

    L’estinzione delle specie è in relazione con la pressione socio-economica. A dirlo è una ricerca condotta da ricercatori austriaci che ha messo in relazione la presenza di specie minacciate con i livelli di pressione antropica. Lo studio ha inoltre evidenziato che se oggi, dal 20 al 40% delle specie vegetali e animali presenti in 20 paesi […]

  • Può la biologia sintetica salvare la fauna selvatica?

    Può la biologia sintetica salvare la fauna selvatica?

    Secondo gli esperti, a causa dell’espansione della biologia sintetica e delle numerose sfide ecologiche ed etiche, sarà necessario che si avvii un dialogo fra gli esperti di biologia sintetica e le comunità di conservazione della biodiversità. E’ l’opinione di  Kent Redford della Wildlife Conservation Society (WCS) e Archipelago Consulting, Bill Adams, dell’Università di Cambridge, e Georgina […]

  • Africa centrale: vittima del bracconaggio il 62% degli elefanti negli ultimi 10 anni

    Africa centrale: vittima del bracconaggio il 62% degli elefanti negli ultimi 10 anni

    Gil elefanti di foresta africani rischiano di scomparire per sempre a causa del bracconaggio. Uno studio appena pubblicato sulla rivista  PLoS ONE sostiene che il  62% di tutti gli elefanti di foresta dell’Africa centrale sono stati uccisi dal bracconaggio a causa dell’avorio negli ultimi 10 anni. “Salvare la specie richiede uno sforzo coordinato globale nei […]

  • 101 nuovi coleotteri in Papua Nuova Guinea e portano il cognome degli abitanti dell’isola

    101 nuovi coleotteri in Papua Nuova Guinea e portano il cognome degli abitanti dell’isola

    In Papua Nuova Guinea,si trovano foreste tropicali con una biodiversità fra le più elevate al mondo. Qui, come in luoghi simili, molte specie si estinguono prima di essere scoperte. Una grande biodiversità caratterizza gli insetti e fra questi i coleotteri. Queste foreste non sono esenti da minacce, come la conversione in piantagioni di palma da […]

  • Parchi: un ruolo a rischio e un dibattito con troppe ombre

    Parchi: un ruolo a rischio e un dibattito con troppe ombre

    Non sarà sfuggito anche all’osservatore più distratto che negli ultimi tempi dei parchi si è tornati a parlare soprattutto come territori ricchi di natura, di bellezza, di paesaggio a terra come a mare, sulle Alpi come al sud. Si sono presentati documenti fornendo cifre e dati di questo patrimonio che ammonta al 10% del territorio […]

  • Orso Bruno nelle Alpi: la tutela con il progetto Life Arctos

    Orso Bruno nelle Alpi: la tutela con il progetto Life Arctos

    Il progetto Life Arctos, progetto europeo per la conservazione di orso bruno in Italia è dedicato sia all’orso bruno marsicano nell’Appennino centrale che all’orso bruno che vive ora sulle Alpi, dopo una reintroduzione con individui provenienti dalla popolazione Slovena e con una popolazione che consta attualmente di ben oltre 50 orsi. Abbiamo intervistato  il dott. […]

  • Colombia: ecosistemi dell’Orinoco in pericolo

    Colombia: ecosistemi dell’Orinoco in pericolo

    Il fiume Orinoco, i cui affluenti formano un bacino considerato il terzo sistema fluviale più importante del pianeta, è una delle aree biologicamente più diverse del mondo. Il fiume scorre dalle Ande in Colombia verso l’Atlantico in Venezuela e attraversa i paesaggi andini, le pianure dei Llanos e il massiccio della Guyana. Il governo colombiano, […]

  • Ibriwolf: un progetto per proteggere il lupo dall’estinzione

    Ibriwolf: un progetto per proteggere il lupo dall’estinzione

    Benchè le segnalazioni risalgano agli anni ’80, la questione dell’esistenza di ibridi lupo-cane e della loro possibile nocività per la sopravvivenza del grande carnivoro, solo di recente, è stata presa in considerazione seriamente. Tanto seriamente che l’anno scorso è stato finanziato dall’Unione Europea un progetto ad hoc – il Life Ibriwolf – e, nell’ambito del […]

  • Dopo gli invertebrati anche i rettili sono a rischio di estinzione

    Dopo gli invertebrati anche i rettili sono a rischio di estinzione

    LONDRA– Andare a caccia di lombrichi scavando buche, raccogliere conchiglie sulla spiaggia, inciampare in una innocua biscia passeggiando sull’erba. Queste esperienze potrebbero diventare un lontano ricordo se non si adottano misure in grado di salvaguardare la sopravvivenza di queste specie. Il 19% delle specie di rettili sono a rischio di estinzione. L’allarme viene lanciato in […]

  • Le aree protette del trentino; un brillante esempio istituzionale, culturale ed anche politico

    Le aree protette del trentino; un brillante esempio istituzionale, culturale ed anche politico

    A Piedicastello a Trento, organizzato dalla Sat e dalla provincia di Trento si e tenuto un affollato convegno in cui si è discusso del contributo delle aree protette per il governo del trentino. Aprendo i lavori il presidente della Giunta provinciale Pacher ha parlato di ‘effervescenza’ delle aree protette, che giungono dopo un complesso impegno  decennale ad un approdo che lega la loro notevole crescita ad un assetto istituzionale anch’esso modificato per consentire una gestione delle politiche ambientali finalmente aggregata e integrata

  • Uccelli in città: le luci della notte alterano il ritmo biologico

    Uccelli in città: le luci della notte alterano il ritmo biologico

    Le città sono l’habitat di molte specie di uccelli. Il merlo europeo (Turdus merula), ad esempio,  è tra quelle che ha maggiormente colonizzato le aree urbane. Ma per questi ed altri animali l’inquinamento luminoso rappresenta un fattore in grado di incidere sul normale ritmo biologico. Sembra infatti che gli uccelli di città tendano a  riprodursi prima dei loro cugini rurali

  • Potenza, 5 alberi secolari protagonisti della “Carta degli alberi Padri”

    Potenza, 5 alberi secolari protagonisti della “Carta degli alberi Padri”

    Si è svolta a Potenza, venerdì 1° febbraio, presso il Comando regionale del Corpo Forestale dello Stato, la cerimonia di presentazione della “Carta degli alberi Padri” e della relativa Guida, che ha visto come protagonisti ben 105 alberi monumentali distribuiti su tutto il territorio della Basilicata

  • I direttori delle aree protette interrogano i leader politici: quale futuro per i Parchi italiani?

    I direttori delle aree protette interrogano i leader politici: quale futuro per i Parchi italiani?

    I direttori delle aree protette attraverso la loro associazione, AIDAP, hanno presentato 10 domande ai candidati premier sulla politica delle aree protette in Italia

  • Comuni e aree protette: accordo fra Federparchi e ANCI

    Comuni e aree protette: accordo fra Federparchi e ANCI

    Oggi a a Roma, verrà stipulato un accordo tra Federparchi e Anci,  l’associazione nazionale dei Comuni. Secondo Federparchi l’associazione sarà portavoce, all’interno dei tavoli di confronto con le Istituzioni, delle principali problematiche su scala nazionale inerenti le aree protette

  • Allevamento in cattività dell’orso marsicano: la posizione del direttore del Parco Dario Febbo

    Allevamento in cattività dell’orso marsicano: la posizione del direttore del Parco Dario Febbo

    Con queste domande termina l’articolo di Lisa Signorile apparso oggi su National Geographic on line, circa l’ipotesi di captive breeding per l’orso bruno marsicano, paventata dalla Società di Storia della Fauna G. Altobello presieduta da Corradino Guacci