Gaianews

ambiente

  • Finanziamenti all’agricoltura: nessun risultato per l’ambiente

    In Europa e in America agli agricoltori vengono assegnati ingenti fondi per assicurare attività che sono utili per la conservazione di specie animali e vegetali. Secondo una ricerca della University of Nottingham, però, i risultati attesi da questi finanziamenti vengono disattesi, nei casi migliori, almeno del 50%. I contadini in Europa e in America ricevono […]

  • Femmine di orso marsicano morte, LIPU e ALTURA contro le cause imputabili all’uomo

    A seguito della diffusione dei dati sul numero di femmine coi piccoli di orso marsicano relative alla conta effettuata nell’ambito del Progetto LIFE ARCTOS, alcune associazioni ambientaliste abruzzesi hanno messo l’accento sulle cause che hanno prodotto questi dati proccupanti per la sopravvivenza della specie. Grazie alla conta, effettuata dal Parco Nazionale d’Abruzzo e dal Corpo […]

  • Cosa mangiano le orche se si sciogliono i ghiacci?

    Le orche (Orcinus orca) sono predatori marini che sembrano nutrirsi di tutto, dai banchi di pesci piccoli alle grandi balene che possono raggiungere il doppio della loro grandezza. L’aumento dei territori di caccia a disposizione delle orche nell’Artico, a causa dei cambiamenti climatici e dello scioglimento dei ghiacci, potrebbe compromettere seriamente l’equilibrio dell’ecosistema marino. Una […]

  • Fukushima, commissione indipendente boccia Tepco e governo

    Una commissione indipendente istituita dal governo giapponese per sondare le cause e la gestione del disastro alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi è stato fortemente critico sia verso l’operatore che gestiva l’impianto, sia verso il governo per la cattiva gestione della peggiore crisi nucleare nel mondo negli ultimi 25 anni, seconda solo al disastro di […]

  • Laghi incontaminati inquinati dall’azoto che viaggia nell’atmosfera

    E’ risaputo che gli effetti dell’inquinamento sono globali e non possono essere considerati come relativi a piccole zone del mondo. Un’ affermazione così però ha poca forza e resta solo teorica. Può colpirici di più scoprire che laghi  che dovrebbero essere incontaminati, in realtà risultano inquinati dalll’azoto che viaggia nell’atmosfera per chilometri grazie al vento […]

  • Durban: Canada esce dal protocollo di Kyoto

    Il Canada non adotterà ulteriori provvedimenti per tagliare le proprie emissioni di CO2 e comincerà le procedure per uscire dal protocollo di Kyoto il prossimo mese. Questa la notizia, che non giunge peraltro come una novità, lanciata dall’inviato Richard Black per BBC ieri sera. A poche ore dall’inizio della conferenza di Durban il ministro dell’ […]

  • La gente vuole spazi verdi ed è disposta a pagare per averli

    Una ricerca dell’Università di Sheffield ha dimostrato che le persone sono disposte a pagare fino a 29,91  sterline al mese, o circa  360,00 sterline  all’anno per gli spazi verdi urbani. I ricercatori hanno esaminato l’opinione pubblica dei due maggiori centri urbani di Manchester e Sheffield per scoprire quanto erano disposti a pagare in imposte comunali […]

  • Corrado Clini al Ministero dell’Ambiente

    Nominato Corrado Clini Ministro dell’Ambiente, che è uno dei ministeri confermati dal governo tecnico di Mario Monti. “Farò di tutto perchè la strategia dello sviluppo sostenibile diventi la strategia della crescita dell’Italia”. E questo “nel segno della continuità con il lavoro fatto”. Lo ha detto all’ANSA il neo-ministro dell’Ambiente, Corrado Clini. Legambiente, Greenpeace e WWF  […]

  • Wwf a Monti, ambiente fondamentale per sviluppo del Paese

    Il WWF Italia ha chiesto a Mario Monti, in una lettera a firma del presidente Stefano Leoni, di essere ascoltato in questo momento di consultazione, sottolineando l’importanza dei temi ambientali per la sicurezza e lo sviluppo sostenibile del Paese e chiedendo che una riflessione sull’ambiente sia coerente con l’impostazione di governo che anche l’Europa sta […]

  • Pisa: il Gruppo di San Rossore rilancia la questione ambientale nella sua complessità

    Il 7 novembre scorso si è riunito a Palazzo Reale a Pisa il Gruppo di San Rossore. Si sono succeduti diversi interventi volti a delineare gli ambiti di azione del gruppo: il nuovo scenario non è costituito solo dalla politica dei parchi, ma dalla gestione del territorio intesa in un’accezione ampia: politica del suolo, paesaggio, […]

  • Con i cambiamenti climatici gli alberi “migrano”

    Un enorme “migrazione” di alberi è iniziata in gran parte nell’America occidentale a causa del riscaldamento globale, dell’attacco degli insetti, di malattie e incendi. Alcune specie arboree potrebbero ridursi di molto o scomparire in luoghi in cui sono presenti da secoli, mentre altre si spostano per sostituirle. In un nuovo rapporto, gli scienziati delineano l’impatto […]

  • La gestione ‘attiva’ dell’ambiente in Toscana

    Più volte ho avuto modo, discutendo delle politiche ambientali della nostra regione di rilevare criticamente una presenza  inadeguata del Pd. Presente naturalmente nelle varie vicende ‘locali’ specie le più chiacchierate, ma poco sul piano regionale dove i tanti focolai dovrebbero essere ricondotti – se vogliamo venirne a capo – e poter così svolgere e sul […]

  • Studio dimostra effetto inatteso dei cambiamenti climatici sulle dimensioni di molte specie

    Uno studio  dell’Università Nazionale di Singapore dimostra che le specie stanno diminuendo in dimensioni a causa del riscaldamento del clima, e questo avrà ripercussioni su molte catene alimentari e avrà effetti potenzialmente negativi sulla sinergia della biodiversità. Il professor David Bickford del Dipartimento di Scienze Biologiche presso la Facoltà di Scienze della NUS, e la […]

  • La campagna del FAI e i parchi: i pretesti del governo

    Il FAI sta conducendo una campagna per salvare la cultura dimenticata dai tagli del governo. Due euro con un sms per il recupero del patrimonio artistico e paesaggistico. Si tratta di una coincidenza ovviamente non casuale con il ritorno di fiamma dell’idea di svendere i nostri gioielli di famiglia per far cassa. Un’idea non nuova […]

  • Come influiranno le oscillazioni del clima sulla fauna: più della metà delle specie potrebbero estinguersi

    La capacità delle specie di superare le avversità va oltre la sopravvivenza darwiniana del più forte. Il cambiamento climatico ci ha resi certi di questo fatto. In un nuovo studio basato su simulazioni cheprendono in considerazione varie specie, i ricercatori della Brown University hanno scoperto che il fatto che un animale raggiunga la sua destinazione […]

  • Bloccata da un giudice la costruzione di una diga nella Foresta Amazzonica in Brasile

    La costruzione di una diga nella Foresta Amazzonica in Brasile, che prevedeva un investimento per milioni di dollari, è stata bloccata dalla sentenza di un giudice Carlos Castro Martins ha vietato infatti qualsiasi lavoro che potrebb interferire con il flusso naturale del fiume Xingu. Il giudice ha raccolto le rimpstranze di un gruppod i pescatori […]

  • Destinati ad aumentare nei prossimi 60 anni i decessi dovuti ai cambiamenti climatici

    Nuovo avvertimento sui cambiamenti climatici da parte di scienziati olandesi: i tassi di mortalità legati ai cambiamenti climatici aumenteranno in diversi paesi europei nel corso dei prossimi 60 anni. Un nuovo studio, che sarà presentato oggi presso il congresso annuale ad Amsterdam della European Respiratory Society, prevede che Belgio, Francia, Spagna e Portogallo dovranno affrontare […]

  • La Sardegna e i parchi

    Nell’incontro sui parchi europei, a Palazzo Reale a Pisa, intervenne anche il presidente del parco della Maddalena Bonanno, che riferì sul suo impegno ed anche sulle difficoltà dovute ai rapporti politico-istituzionali non facili. Appena rientrato l’aveva accolto una buona notizia e cioè che dopo tanti rinvii era stato finalmente nominato il suo vicepresidente. Ma non […]

  • Preservare le foreste tropicali primarie dall’impatto delle attività umane è fondamentale per la biodiversità

    Un team internazionale di ricercatori (Singapore, Australia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti) ha effettuato una stima globale dell’impatto del disturbo e della conversione dei terreni sulla biodiversità nelle foreste tropicali. In un recente studio pubblicato su Nature, hanno scoperto che le foreste primarie, le foreste meno disturbate e più antiche, hanno i più alti […]

  • Studio dimostra che il passaggio dal carbone al gas naturale non aiuterebbe contro il riscaldamento globale

    Anche se la combustione di gas naturale emette meno anidride carbonica del carbone, un nuovo studio giunge alla conclusione che un maggiore ricorso ai gas naturali non riuscirebbe a rallentare in modo significativo il cambiamento climatico. Lo studio appare questa settimana sulla rivista  Climatic Change Letters. Tom Wigley, ricercatore del National Center for Atmospheric Research (NCAR), […]