Gaianews

Notizie dai parchi

  • C’è una politica per le aree protette?

    C’è una politica per le aree protette? E’ il titolo di un incontro nazionale promosso per il prossimo aprile al Parco dell’Appia Antica dall’AIDAP l’associazione dei direttori dei parchi. Titolo quanto mai azzeccato specie  dopo le varie iniziative con le quali si volle ricordare negli scorsi mesi il ventennale della legge quadro sui parchi del […]

  • Parchi: la musica per ora non cambia

    Stando alla cronaca su una serie di questioni ambientali anche incancrenite da tempo sembra che qualcosa si muova. E’ addirittura ripresa la discussione sulla legge urbanistica, la Conferenza delle regioni sta valutando alcuni provvedimenti governativi inclusi alcuni riguardanti i rapporti comunitari che a loro giudizio però -tanto per cambiare- accentuerebbero l’accentramento governativo. Calma piatta invece […]

  • Parco del Cilento: videosorveglianza contro gli incendi per 2,6 milioni di euro

    Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano  hanno stanziato fondi POR, i fondi europei per le regioni, per 2.660.000 euro per installare 92 telecamere sul territorio; le telecamere hanno la funzione di monitorare l’area del parco contro bracconaggio, discariche abusive di rifiuti e incendi. Il progetto sarà messo a gara prossimamente e secondo […]

  • Il Gruppo di San Rossore sui parchi

    Il Gruppo di San Rossore fu istituito sulla base di un Appello per il Rilancio dei Parchi in risposta ai gravi rischi che gravavano e gravano sul loro futuro. A questo obiettivo sono state rivolte le nostre iniziative, proposte e documenti in questi mesi  a cui intendiamo dedicare a fine estate un appuntamento nazionale di […]

  • Parchi: un po’ di storia per capire meglio

    Riguardo l’attuale situazione del paese si è parlato di ‘decostituzionalizzazione selvaggia’ che è alla base di un caotico ritorno centralistico senza precedenti che avrà pure le caratteristiche di quel ‘centralismo debole’ -di cui ha scritto recentemente Sabino Cassese- che si è avvalso di quella legislazione ‘a doppio fondo’ già denunciata a suo tempo da Piero […]

  • Se qualcosa si muove nel Santuario dei Cetacei

    Che il Santuario dei Cetacei sia inguaiato fino al collo tra naufragi e bidoni con veleni è sotto gli occhi di tutti. Finora però sembra essere sfuggito a troppi che dal 1 Gennaio di quest’anno è entrata in vigore la Zona di Protezione Ecologica ( ZPE) formalmente dichiarata dall’Italia sulla Gazzetta Uffuciale comprendente buona parte […]

  • Il Congresso di Federparchi

    A fine maggio probabilmente terrà il Congresso nazionale di Federparchi che non potrà non affrontare la questione più di fondo che riguarda il futuro dei parchi su cui non registrano al momento apprezzabili e serie proposte politiche e programmatiche. Il Congresso dovrà ovviamente fare un bilancio del lavoro svolto dalla associazione e decidere -come gli […]

  • Dietro i troppi silenzi covano fregature

    E’ vero che per i parchi non si registrano novità rassicuranti sul loro futuro. E tuttavia è talmente calata la tela sull’argomento che è in corso: un contenzioso  tra i Ministeri dell’Economia e dell’Ambiente sulle spese dei parchi imputate come obbligatorie. Si tratta di un dibattito molto pericoloso per tutto il sistema delle aree protette […]

  • Veleni nel Santuario dei cetacei, non è il caso di darsi una mossa?

    Cresce l’allarme per i bidoni velenosi che stanno inquinando l’area marina protetta del Santuario dei Cetacei fino alla  costa pisano-livornese. La Regione con i comuni interessati e il parco dell’Arcipelago chiedono conto al ministro Clini preoccupati di una ricerca che tarda ad individuare tutti i corpi del reato. Una grave situazione che si aggiunge a […]

  • Nulla in vista per i parchi

    Anche per l’ambiente qualcosa sembra finalmente cominci a muoversi dopo una lunga stagione di tagli, condoni e disastri. Non si registrano invece segnali di sorta per quanto riguarda i parchi. Da mesi ormai, al più qualche dichiarazione o comunicato, ci ricorda che al Senato la legge riprenderà presto il suo cammino mentre nel frattempo altri […]

  • Beni comuni, ambiente e parchi

    Mi ha colpito della risposta del sindaco di Genova sull’esito negativo delle primarie l’accusa al candidato vincente di occuparsi di beni comuni anziché di infrastrutture e di viabilità. C’è un’assonanza, come è facile capire, che ritroviamo in tante situazioni dove si stanno discutendo oggi delicate questioni ambientali a cui non sfugge neppure il dibattito sul […]

  • Buon San Valentino agli innamorati delle aree protette, ma…

    Buon San Valentino a tutti gli “innamorati” dei gioielli ambientali del Paese: sono molti, per fortuna. A coloro che esprimono il loro amore con il lavoro quotidiano, agli amministratori, alle associazioni che li difendono, ai tantissimi cittadini che frequentano le aree protette e le lasciano sempre arricchiti di natura e consapevolezza del loro valore. Ma […]

  • Le emergenze e il ruolo delle istituzioni

    Con la neve si è riproposta con forza la questione della Protezione civile dopo l’era Bertolaso e i suoi fallimenti e scandali. Già con le non  lontane  -e si spera non dimenticate- alluvioni oltre che al ruolo della protezione civile era tornata alla ribalta la gestione del suolo, della sua legge e il ruolo dei […]

  • Effetto gelo anche sui parchi?

    All’insegna di una polemica ad alzo zero è stata riproposta all’attenzione del paese la questione parchi. L’occasione l’ha fornita il testo di legge in discussione al Senato che vede divise anche le associazioni ambientaliste e poco disponibili invece al dibattito le forze politiche che fanno di tutto per non mettere bene in chiaro cosa sta […]

  • Riparte la legge toscana sui parchi

    Nel recente incontro al parco di San Rossore l’assessore regionale all’ambiente  Annarita Bramerini ha confermato che la giunta regionale riprenderà presto la  discussione sulla nuova legge sui parchi rimasta a lungo bloccata. Lo farà non solo coinvolgendo naturalmente  le istituzioni e le rappresentanze interessate, ma anche in stretta connessione con altre normative regionali sul governo […]

  • Le polemiche sulla legge quadro hanno già danneggiato i parchi

    Le polemiche sulla legge del Senato -e non solo per la loro asprezza e rissosità- hanno già prodotto effetti negativi sui parchi che certamente non avevano bisogno  di questo supplemento. E la ragione oggi appare assai più chiara perché conferma che è stato deviato -è il termine giusto- il dibattito, che si è concentrato sulle […]

  • Perché il Pd cincischia sui parchi?

    Mentre impazza la polemica tra le associazioni ambientaliste sulla legge in discussione al Senato che prevede modifiche gravi alla 394, ho trovato strano che l’Unità pur attenta ad altri aspetti ambientali non abbia –almeno finora- detto parola neppure in cronaca Toscana. E in questo senso ho scritto anche al direttore, e poi scopro per caso  […]

  • Di cosa hanno veramente bisogno i parchi?

    Evidentemente avevo fatto i conti senza l’oste quando ho commentato il documento delle associazioni ambientaliste non firmato da Legambiente. Era chiaro ovviamente che vi fosse disaccordo, ma non mi sarei mai aspettato una siffatta replica del Presidente Cogliati Dezza in cui ho ritrovato antiche e ridicole accuse, che un tempo erano gli avversari dei parchi […]

  • Modifiche alla legge quadro sui parchi: molto critiche le associazioni ambientaliste

    Il WWF, il FAI, la Lipu e Montain Wilderness si schierano contro le modifiche sulla legge 394/91 in discussione al Senato. Le associazioni ritengono molto criticabili tre aspetti: l’equilibrio degli interessi che entrano in gioco nella gestione di un Parco, il divieto di caccia nei Parchi e il meccanismo di finanziamento degli Enti Parco con […]

  • Cosa insegna la vicenda dell’area protetta marina dell’Arcipelago

    Dopo il naufragio del Giglio in una serie di prese di posizione, non solo di Legambiente,  si è tornati a parlare dell’area marina del Parco dell’Arcipelago che, se operante e seriamente gestita, non avrebbe  consentito quegli scellerati  ‘inchini’. Ma di danni, come sappiamo, anche se non così tragici ce ne sono stati altri anche recenti. […]