Gaianews

cambiamenti climatici

  • Le formiche ci difendono dai cambiamenti climatici

    Le formiche ci difendono dai cambiamenti climatici

    Secondo una ricerca dell’Arizona State University le formiche hanno un ruolo importante nel sequestro dell’anidride carbonica. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Geology. Come è noto la quantità di anidride carbonica presente nella nostra atmosfera influisce sul clima e causa i cambiamenti climatici. Lo stoccaggio dell’anidride carbonica e uno dei temi affrontati dalla ricerca […]

  • Occhi azzurri e capelli rossi potrebbero scomparire a causa dei cambiamenti climatici

    Occhi azzurri e capelli rossi potrebbero scomparire a causa dei cambiamenti climatici

    Secondo una ricerca condotta dalla ScotlandsDNA, specializzata in test genetici, i capelli e gli occhi azzurri sarebbero dei tratti che potrebbero presto scomparire a causa dei cambiamenti climatici. Secondo i ricercatori i capelli rossi e gli occhi azzurri sono emersi soprattutto in luoghi in cui il clima è nuvoloso, con conseguente carenza di luce solare. […]

  • CNR scopre un modo per ridurre la CO2 e produrre energia pulita

    CNR scopre un modo per ridurre la CO2 e produrre energia pulita

    E’ italiana una scoperta che potrebbe avere implicazioni importantissime per la riduzione dell’anidride carbonica e la produzione di energia rinnovabile. Si tratta della conversione di CO2  in acido lattico, brevettata dall’Istituto di chimica biomolecolare del Cnr di Pozzuoli e pubblicato su International Journal of Hydrogen Energy e ChemSusChem. Ieri la NASA ha lanciato il satellite OCO-2 per monitorare con estrema precisione […]

  • Lanciato il satellite NASA che studierà l’anidride carbonica sul nostro pianeta

    Lanciato il satellite NASA che studierà l’anidride carbonica sul nostro pianeta

    La NASA ha lanciato con successo,  alle 12 di oggi, la sua prima navicella spaziale dedicata allo studio dell’anidride carbonica atmosferica. I dati  raccolti, che saranno disponibili in forma di mappe a partire dal 2015, conterranno stime della presenza dell’anidride carbonica ad una precisione mai raggiunta finora che consentirà più precise previsioni e conseguenti politiche. […]

  • Più caldo anche ai tropici, nel Pliocene, a causa dell’anidride carbonica

    Più caldo anche ai tropici, nel Pliocene, a causa dell’anidride carbonica

    L’impatto dell’anidride carbonica sulla temperatura della Terra è ormai un fatto accertato e consolidato dai modelli climatici, nonchè dalle temperature registrate nel corso della storia del nostro pianeta e collegate alle quantità di CO2 nell’atmosfera. Tuttavia i dati delle temperature del passato sembravano suggerire che il riscaldamento fosse in larga parte limitato alle medio-alte latitudini, […]

  • WWF denuncia: è la soia per il bestiame che uccide l’Amazzonia

    WWF denuncia: è la soia per il bestiame che uccide l’Amazzonia

    Il WWF torna a lanciare l’allarme per la deforestazione in Amazzonia sottolineando come fra le cause del disboscamento in Brasile e Bolivia primeggi oggi la coltivazione della soia, quasi interamente destinata agli allevamenti, soprattutto pollami e suini. “Per produrre 1 chilogrammo di carne suina vengono utilizzati 263 grammi di soia, ben 575 per il pollo, […]

  • Senza barriere coralline a rischio le zone costiere del mondo

    Senza barriere coralline a rischio le zone costiere del mondo

    Una ricerca condotta dall’Università di Bologna in collaborazione con ricercatori americani della The Nature Conservancy, lo US Geological Survey e l’Università di Stanford ha dimostrato come le barriere coralline siano importanti non solo come scrigno di preziosa biodiversità, ma come barriere contro inondazioni e erosione sulle zone costiere. Si parla spesso delle barriere coralline perchè […]

  • Resistenza agli antibiotici come cambiamenti climatici: necessaria risposta globale

    Resistenza agli antibiotici come cambiamenti climatici: necessaria risposta globale

    La resistenza agli antibiotici si sta diffondendo ovunque ad un ritmo allarmante, diventando una vera e propria emergenza per la salute pubblica rilanciata recentemente anche dall’OMS. Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Nature la resistenza agli antibiotici dovrebbe essere considerata un’emergenza globale così come i cambiamenti climatici. L’antibiotico-resistenza è la capacità di un microorganismo di resistere all’azione […]

  • Ghiacciai italiani: riduzione del 40% negli ultimi 30 anni

    Ghiacciai italiani: riduzione del 40% negli ultimi 30 anni

    E’ stato realizzato il terzo catasto dei ghiacciai italiani. Lo studio condotto dall’Università  degli Studi di Milano e da Levissima, in collaborazione con Ev-K2-CNR e il contributo del Comitato Glaciologico Italiano, ha lo scopo di monitorare l’area dei ghiacciai sulle Alpi e dell’unico ghiacciaio appenninico in Abruzzo, allo scopo di esaminare le tendenze e eventualmente delineare […]

  • Finlandia: verso i comuni a zero emissioni

    Finlandia: verso i comuni a zero emissioni

    Sono sedici i comuni, per un totale di 300.000 abitanti, coinvolti nel progetto “Verso Comuni a zero emizzioni” (Canemu, Hinku in finlandese) ad aver ridotto tra il 2007 e il 2012 le loro emissioni di gas serra mediamente del 19%. Medaglia d’oro spetta a Hanko (-34%) e seguito da Li ( -31%), che hanno investito […]

  • Venti oceanici mantengono fredda l’Antartide e asciutta l’Australia

    Venti oceanici mantengono fredda l’Antartide e asciutta l’Australia

    Una ricerca condotta dalla New Australian National University (ANU) spiega perché, a causa dei venti oceanici, l’Antartide non si sta riscaldando tanto quanto gli altri continenti e perché nel Sud dell’Australia si stia registrando una marcata siccità. I ricercatori hanno scoperto che livelli crescenti di anidride carbonica nell’atmosfera stanno rafforzando i tempestosi venti dell’Oceano Meridionale, […]

  • Antartide: ghiacciai al collasso, allarme innalzamento livelli del mare

    Antartide: ghiacciai al collasso, allarme innalzamento livelli del mare

    Un ghiacciaio dell’Antartide occidentale , che contiene acqua sufficiente per far innalzare il livello dei mari in tutto il pianeta di diversi metri, si sta assottigliando. Gli scienziati hanno messo in guardia sulla situazione, prevedendo che un collasso potrebbe avvenire, ma senza conoscere i tempi con precisioni, ipotizzando con più probabilità un collasso improvviso fra i 200 e […]

  • Encefalite virale: più 400% in Europa

    Encefalite virale: più 400% in Europa

    L’encefalite virale, una malattia che si trasmette attraverso le zecche anche all’uomo, è in aumento in Italia. Negli ultimi 30 anni l’aumento della prevalenza è stato del 400% in Europa

  • Cambiamenti climatici: nuova previsione sull’innalzamento del livello del mare

    Cambiamenti climatici: nuova previsione sull’innalzamento del livello del mare

    La fusione di un volume piuttosto piccolo di ghiaccio nel Sud dell’Antartide potrebbe innescare uno scioglimento a catena di ghiaccio marino, con conseguente innalzamento del livello globale del mare per migliaia di anni. Città intere potrebbero venire sommerse: fra queste New York, Mumbai e Tokyo. Questo è quanto affermato in questi giorni su Nature Climate […]

  • Che futuro per lo scoiattolo rosso?

    Che futuro per lo scoiattolo rosso?

    I cambiamenti climatici, così come il fattore meteorologico, sono in grado di influenzare le dinamiche di popolazione di piante e animali: è il caso dello scoiattolo rosso, come è stato dimostrato da un recente studio, firmato Università degli Studi dell’Insubria e presentato da Francesco Bisi, assegnista di ricerca presso l’Università, nel corso del IX Congresso […]

  • Clima: a rischio camoscio, stambecco e lince

    Clima: a rischio camoscio, stambecco e lince

    Secondo una ricerca presentata al IX Congresso Italiano di Teriologia i cambiamenti climatici influenzeranno il settore alpino orientale e occidentale, la valle del fiume Po, parte dell’Appennino centrale, in particolare le zone marchigiane e abruzzesi, le coste meridionali del Lazio e parte dell’Appennino calabro

  • Specie alloctone, cambiamenti climatici, caccia <br> Intervista a Adriano Martinoli

    Specie alloctone, cambiamenti climatici, caccia
    Intervista a Adriano Martinoli

    Specie aliene, cambiamenti climatici e protezione di mammiferi italiani a grave rischio di estinzione. Sono solo alcuni dei temi trattati in occasione del IX Congresso della Associazione Teriologica Italiana (ATIt) in collaborazione con il Parco e la Società Italiana di Ecopatologia che si terrà dal 7 al 10 maggio a Civitella Alfedena, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo. Abbiamo raggiunto il presidente dell’ATIt Adriano Martinoli, che ha chiarito alcuni degli aspetti più importanti trattati nel congresso

  • Il riscaldamento globale non è uniforme: alcune aree sono più fredde

    Il riscaldamento globale non è uniforme: alcune aree sono più fredde

    Non passa giorno che non si parli di cambiamenti climatici.  L’inquinamento atmosferico, i gas serra, la fusione delle calotte polari e dei ghiacciai, le nuove recenti manifestazioni climatiche sono oggetto di dibattiti, studi, discussioni. Finora era stata  opinione comune che il riscaldamento aumenti progressivamente e con la stessa intensità ovunque. Ebbene forse non è proprio […]

  • Il batterio Methylocella per contrastare il cambiamento climatico

    Il batterio Methylocella per contrastare il cambiamento climatico

    Un batterio potrebbe assorbire l’enorme quantità di gas serra come il metano che stiamo continuamente immettendo in atmosfera, limitando una buona fetta delle cause antropiche al riscaldamento globale – secondo una nuova ricerca dell’Università dell’East Anglia. I risultati pubblicati sulla rivista Nature mostrano come un unico ceppo batterico (il Methylocella silvestris) presente naturalmente nel suolo, può crescere […]

  • Azoto: quanto inquiniamo quando mangiamo?

    Azoto: quanto inquiniamo quando mangiamo?

    Un nuovo studio quantifica per la prima volta quanto le nostre scelte alimentari influiscono sulle emissioni inquinanti di azoto in tutto  il territorio europeo. Se da un lato con accorgimenti sull’alimentazione le emissioni nocive diminuirebbero notevolmente, le forze economiche in gioco rappresentano una forte inerzia contro un cambiamento del sistema. Da dove ripartire dunque? L’educazione alimentare […]