Gaianews

obesità

  • Il cioccolato non fa ingrassare gli adolescenti

    Il cioccolato non fa ingrassare gli adolescenti

    Chi ha detto che il cioccolato fa ingrassare? Secondo uno studio svolto su 1.458 adolescenti di età compresa tra i 12 ed i 17 anni un team di ricercatori spagnoli sembra giungere alla conclusione opposta:  il cioccolato è inversamente proporzionale all’obesità in quella fascia di età

  • Il cioccolato non fa ingrassare gli adolescenti

    Il cioccolato non fa ingrassare gli adolescenti

    La vecchia convinzione che mangiare cioccolato faccia ingrassare è stata messa in dubbio in un articolo pubblicato questa settimana sulla rivista Nutrition, i ricercatori della Facoltà di Medicina e della Facoltà di Attività Fisica e Scienze dello Sport dell’Università di Granada hanno hanno dimostrato che il maggior consumo di cioccolato è associato a più bassi livelli di grassi totali (grasso depositato su tutto il corpo) e grasso centrale (addominale), indipendentemente dal fatto che l’individuo partecipi o meno ad una regolare attività fisica e dalla dieta.

  • Ricerca su adolescenti mostra che il cioccolato non li fa ingrassare

    E’ stato scientificamente smentita la vecchia convinzione che mangiare cioccolato fa ingrassare. In un articolo pubblicato questa settimana sulla rivista Nutrition, i ricercatori hanno dimostrato che il maggior consumo di cioccolato è associato a più bassi livelli di grassi totali (grasso depositato su tutto il corpo) e grasso centrale (addominale), indipendentemente dal fatto che l’individuo partecipi o meno ad una regolare attività fisica e dalla dieta

  • Bambini: se dormono di più si previene l’obesità

    Bambini: se dormono di più si previene l’obesità

    Quando si parla di obesità infantile si punta il dito su molti fattori: fast food, bevande zuccherate e cattive abitudini alimentari in generale. Ora però è stato scoperto che una parte della colpa potrebbe risiedere nel sonno. Questo è quanto dicono i risultati di uno studio, pubblicato su Pediatrics, condotto da Chantelle Hart , professore […]

  • Fame continua e metabolismo lento? Un gene potrebbe essere responsabile

    Fame continua e metabolismo lento? Un gene potrebbe essere responsabile

    Secondo una ricerca condotta dall’Università di Cambridge un gene potrebbe essere responsabile di metabolismo lento e fame continua e quindi obesità e diabete di tipo 2. Il gene scoperto dai ricercatori è relativamente raro e causa l’obesità grave attraverso il rallentamento del metabolismo. Questa sarebbe la prima volta che si dimostra che un gene può […]

  • Dimagrire e restare magri: 5 consigli per influire sull’ambiente e non sulla dieta

    Dimagrire e restare magri: 5 consigli per influire sull’ambiente e non sulla dieta

    Brian Wansink del Food and Brand Lab della Cornell University, negli Stati Uniti, ricercatore in tema di alimentazione, ha creato un programma on line che si chiama National Mindless Eating Challenge (la sfida nazionale al mangiare scriteriato). Si tratta di provare a dimagrire non grazie ad una dieta ferrea, ma a cambiamenti che riguardano le […]

  • Per mandare giù il peso, spegnete il riscaldamento

    Per mandare giù il peso, spegnete il riscaldamento

    Il 10 ottobre sarà l’Obesity Day. A Torino al Centro congressi Incontra gli esperti lanceranno un solo monito: “Gli obesi stanno peggio e muoiono prima”. L’obesità è una pandemia globale che caratterizza soprattutto i paesi più ricchi. Con l’obesità peggiora la qualità della vita e diminuisce l’aspettativa di vita. In Italia gli obesi sono circa […]

  • Obesity day: l’influenza dei fattori psicologici

    Obesity day: l’influenza dei fattori psicologici

    Il 10 ottobre sarà la giornata dedicata all’obesità, l’Obesity Day. Secondo i dati ISTAT del 2009 gli obesi in Italia sono il 10,1% della popolazione, cioè quasi 6 milioni di persone. A volte l’obesità, che peggiora notevolmente la qualità della vita, ha delle radici in bisogni emotivi, lo spiega Giovanni Porta, psicoterapeuta. Le ricerche sulle […]

  • La dipendenza dal cibo è una malattia?

    La dipendenza dal cibo è una malattia?

    La dipendenza dal cibo non è stata ancora riconosciuta come malattia. Perchè questo accada sarebbero necessarie prove che dimostrino che alcuni cibi danno dipendenza. Anche se il Binge Eating Disorder (BED), cioè il ricorrere alle abbuffate, è un disordine che ha ricevuto un nome, si tratta ancora di un fenomeno diverso dall’anoressia e dalla bulimia, […]

  • Obesità: alla ricerca degli ormoni che causano la fame

    Obesità: alla ricerca degli ormoni che causano la fame

    Studiando i meccanismi ormonali dell’obesità i ricercatori del Cnr sono riusciti ad individuare alcuni circoli viziosi che si instaurano con l’obesità che, se opportunamente bloccati, potrebbero invertire la relazione che continua far mangiare in eccesso anche quando non ce ne è un’effettiva necessità. La ricerca ha evidenziato che gli stessi meccanismi sono legati anche ad […]

  • Addio BMI: c’è bisogno di altri strumenti

    Addio BMI: c’è bisogno di altri strumenti

    Secondo i ricercatori dell’Università della Pennsylvania, l’indice di massa corporea, il BMI, non sarebbe sufficientemente accurato per fare valutazioni di tipo clinico. Per la sua definizione infatti, non si prenderebbero in considerazione fattori critici che contribuiscono alla salute o alla mortalità, come ad esempio la distribuzione del grasso, la percentuale  di grasso nel muscolo, e […]

  • Smettere di fumare non fa ingrassare

    Smettere di fumare non fa ingrassare

    Fumo e obesità non sarebbero in relazione. La convinzione che ha sempre attribuito all’interruzione del vizio del fumo un corrispondente aumento di peso potrebbe essere smentita definitivamente dallo studio di tre ricercatori italiani. E’ convinzione comune che quando si smette di fumare si mangia di più, sostituendo la sigaretta con il cibo. Una ricerca condotta […]

  • Additivi dolci nel cibo danno dipendenza come la cocaina

    Additivi dolci nel cibo danno dipendenza come la cocaina

    Il fruttosio che deriva dal mais crea dipendenza esattamente come la cocaina nei topi di laboratorio. Potrebbe essere questa una delle cause scatenanti della pandemia di obesità globale. A sostenerlo è una ricerca condotta da  Francesco Leri, Professore Associato di Neuroscienze e Scienze Cognitive Applicate dell’Università di Guelph. I risultati della ricerca  sono stati presentati […]

  • Un batterio intestinale può combattere l’obesità

    Un batterio intestinale può combattere l’obesità

    Il batterio intestinale Akkermansia muciniphila può giocare un ruolo cruciale nel mantenimento della barriera della mucosa intestinale e nella prevenzione delle malattie metaboliche correlate all’obesità, secondo uno studio. Patrice D. Cani e colleghi hanno scoperto che l’abbondanza di A. muciniphila, il batterio che si trova negli strati di muco dell’intestino, diminuisce nei topi obesi con […]

  • L’olio di pesce combatte gli effetti del junk food sul cervello

    L’olio di pesce combatte gli effetti del junk food sul cervello

    I ricercatori dell’Università di Liverpool hanno esaminato ben 180 studi sugli effetti dell’olio di pesce e del cibo spazzatura, il cosiddetto junk food, sul cervello. Secondo i risultati della ricerca l’olio di pesce potrebbe contrastare gli effetti negativi del junk food sul cervello.  Il team di ricerca ha iniziato lo studio per analizzare i dati […]

  • Usa: programma di fitness fa abbassare l’assicurazione sanitaria degli obesi

    Usa: programma di fitness fa abbassare l’assicurazione sanitaria degli obesi

    Negli Stati Uniti una iniziativa propone a chi è obeso di scegliere fra pagare una tassa per l’assicurazione sanitaria più alta del 20% o sottomettersi ad un programma ginnico che presuppone una passeggiata di 5000 passi al giorno per un anno.  Recentemente in Africa una importante società Assicurativa Sanitaria aveva proposto sconti in una catena […]

  • Obesità entro i 20 aumenta la probabilità di malattia dopo i 55

    Obesità entro i 20 aumenta la probabilità di malattia dopo i 55

    Gli uomini che sono obesi nei primi 20 anni di vita hanno un rischio significativamente maggiore di morire o di avere gravi problemi di salute come il diabete o le malattie cardiache dal momento in cui raggiungono i 55 anni, secondo un nuovo studio a lungo termine. I ricercatori hanno monitorato la salute di 6.500 […]

  • Svizzera: studio mostra come il grasso bianco diventa bruno

    Svizzera: studio mostra come il grasso bianco diventa bruno

    Gli scienziati del Politecnico federale di Zurigo hanno dimostrato per la prima volta che le cellule di grasso bruno e bianco in un organismo vivente possono essere convertite l’una nell’atra. Lo studio ès tato condotto su modelli murini e potrebbe essere importante per sviluppare terapie contro l’obesità.  Nei mammiferi si trovano due tipi di cellule […]

  • Cuba, il crollo economico ha ridotto obesità, diabete e malattie cardiache

    Cuba, il crollo economico ha ridotto obesità, diabete e malattie cardiache

    Il crollo economico a Cuba dovuto alla caduta dell’Unione Sovietica, che prima finanziava lo stato comunista, ha fornito ai ricercatori un esperimento naturale unico nel suo genere su obesità, diabete e malattie cardiache

  • Mappati i  geni dell’obesità

    Mappati i geni dell’obesità

    Un team internazionale di ricerca ha identificato sette nuovi loci genetici legati all’obesità. I ricercatori sono stati anche in grado di dimostrare che i meccanismi genetici che causano l’obesità estrema sono simili a quelli che causano forme più lievi di sovrappeso e obesità. Un totale di più di 260.000 persone sono state incluse nello studio […]