Gaianews

obesità

  • Gli Italiani hanno sempre più problemi di peso

    Gli Italiani hanno sempre più problemi di peso

    Il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha presentato la Relazione sullo stato sanitario del Paese. E purtroppo la forma degli Italiani lascia molto a desiderare. Sono sempre di più gli Italiani obesi e in sovrappeso a causa di una cattiva alimentazione e dell’eccessiva sedentarietà. E non sono risparmiati neanche i ragazzi che abusano oltretutto di alcol e fumo

  • Farmaco per perdere peso può essere nocivo per la salute

    Farmaco per perdere peso può essere nocivo per la salute

    Un ricercatore dell’Università di Rhode Island, ha scoperto che il farmaco dimagrante Orlistat, conosciuto con il marchio Xenical and Alli, inibisce un enzima chiave portando alla “grave tossicità degli organi interni, come il fegato e reni. ” L’inibizione è irreversibile e può essere causata da un basso contenuto del farmaco. Il farmaco è usato anche Italia per perdere peso

  • Pediatri raccomandano stili di vita sani contro obesità infantile

    Pediatri raccomandano stili di vita sani contro obesità infantile

    Si sono svolti in tutta Italia gli Stati Generali della Pediatria, che giunge quest’anno alla seconda edizione ed è organizzata dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) in occasione della Giornata Mondiale del Bambino e dell’Adolescente. L’obiettivo dichiarato è cercare di contrastare la vera e propria epidemia di obesità tra i bambini, che ormai rappresenta un rischio per le future generazioni e per la società

  • Sovrappeso e crisi: per migliorare la salute basta una passeggiata

    Sovrappeso e crisi: per migliorare la salute basta una passeggiata

    Gli italiani sono sedentari e tendenti a sovrappeso e obesità. E questo non fa bene alle casse dello Stato. Sono note infatti le relazioni fra obesità e sedentarietà e malattia cardiovascolari. A questa situazione vanno ad aggiungersi i problemi economici provocati dalla crisi finanziaria che portano molto spesso le famiglie a non avere denaro per pagare dei corsi in palestra o sportivi

  • Obesità: il ritmo dei pasti ha una sua importanza

    Obesità: il ritmo dei pasti ha una sua importanza

    In un nuovo studio di questa settimana su Nature Medicine, Georgios Paschos,  della University of Pennsylvania, dimostra che la soppressione del gene orologio Arntl, noto anche come Bmal1, nelle cellule adipose, fa sì che i topi diventino obesi, causando un cambiamento nei tempi in cui questi topi mangiano.

  • Perdere peso favorisce il buon sonno

    Perdere peso favorisce il buon sonno

    Molte sono state le ricerche che hanno dimostrato come ci sia una relazione fra sonno e grasso: è stato più volte dimostrato che dormire poco può alterare il metabolismo e favorire l’aumento di peso. Oggi una ricerca della John Hopkins University dimostra che perdere peso aiuta a dormire meglio, sia che perdiamo peso attraverso una dieta, sia che questo succeda attraverso una dieta e l’attività fisica combinate

  • Scoperta relazione fra tè nero e diabete di tipo 2

    Scoperta relazione fra tè nero e diabete di tipo 2

    Secondo uno studio pubblicato su British Medical Journal On line  nei paesi che consumano più tè nero c’è una minore prevalenza di diabete di tipo 2. Lo studio ha analizzato dati provenienti da 50 paesi438 milioni è il numero di persone che entro il 2030 saranno affette dal diabete di tipo 2. La malattia negli ultimi decenni è aumentata di sei volte

  • Diabete in Italia: necessario potenziare la prevenzione

    Diabete in Italia: necessario potenziare la prevenzione

    Crescerà del 23% entro il 2030 il numero de malati diabete in Italia. E’ uno dei dati emersi alla presentazione dell’Italian Barometer Diabetes Observatory stamane al Senato. I diabetici italiani risiedono soprattutto al sud. Nonostante la rete assistenziale ai malti sia efficiente la malattia ha un costo notevole sule casse dello Stato che potrebbe essere ridotto grazie ad una corretta prevenzione

  • Junk food: limita l’intelligenza dei bambini e viene mangiato da quelli più poveri

    Junk food: limita l’intelligenza dei bambini e viene mangiato da quelli più poveri

    Secondo una ricerca degli scienziati della Goldsmiths University of London la qualità del cibo con cui vengono nutriti i bambini influirebbe sul loro quoziente intellettivo. Il junk food, il cibo spazzatura, non sarebbe quindi correlato soltanto con problemi di salute, quali l’obesità. La ricerca sottolinea inoltre che i bambini che mangiano più cibo spazzatura appartengono alle classi più povere, generando così un circolo vizioso, in cui, con una cattiva alimentazione i bambini poveri hanno anche un’intelligenza meno viva

  • Nel 2025 saranno 20 milioni gli italiani obesi

    Nel 2025 saranno 20 milioni gli italiani obesi

    Secondo l’ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, nel 2025 saranno 20 i milioni di italiani obesi. Fra le cause anche la crisi, che costringe gli italiani a risparmiare sulla qualità del cibo. Per questo l’ADI presenta il 10 ottobre l'”Obesity Day” un giorno dedicato a coloro che tutti i giorni litigano con la bilancia. In molte città saranno disponibili punti di informazione in cui, chi è interessato, troverà consigli e vademecum per tentare di combattere contro il peso eccessivo

  • Assistenza alimentare e squilibrio nutrizionale nei campi profughi

    Assistenza alimentare e squilibrio nutrizionale nei campi profughi

    Secondo uno studio pubblicato il 2 ottobre 2012 sulla rivista PLoS Medicine e condotto da UCL Institute of Child Health (ICH), Emergency Nutrition Network (ENN) e Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), un quarto delle famiglie di rifugiati del Sahara Occidentale (Saharawi), presenti nei campi profughi algerini, accusa problemi di salute derivanti da obesità e malnutrizione

  • Perdere peso fa risparmiare il sistema sanitario nazionale

    Perdere peso fa risparmiare il sistema sanitario nazionale

    Perdere peso nel caso di pazienti obesi può far risparmiare il sistema sanitario nazionale, secondo quanto emerso nel corso della conferenza stampa della Società italiana di chirurgia dell’obesità e delle malattie metaboliche (Sicob).

  • I bambini mangiano troppo sale

    I bambini mangiano troppo sale

    La ricerca, condotta da ricercatori presso il Centro per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC) negli Stati Uniti dimostra che i bambini di età compresa tra gli 8 e 18 anni nel paese consumano, in media, 3387 mg (circa 3,8 grammi)  al giorno di sale, che è circa la stessa quantità degli adulti. Ma è molto più in alto del limite di 2300 mg al giorno raccomandato dalle linee guida della nazione

  • Batteri intestinali regolano l’assorbimento dei grassi

    Batteri intestinali regolano l’assorbimento dei grassi

    Secondo una ricerca dell’Università del North Carolina ci sarebbero batteri nel nostro intestino che regolano l’assorbimento dei grassi da parte del nostro organismo. La presenza o meno di questi organismi definirebbe la percentuale di assorbimento dei grassi a parità di cibo ingerito. I ricercatori hanno inoltre dimostrato che la presenza di questi batteri è influenzata dal tipo di dieta che si segue

  • Il grasso in eccesso non è sempre un male

    Il grasso in eccesso non è sempre un male

    Due studi pubblicati il 5 settembre 2012 sulla rivista della Società europea di cardiologia, European Heart Journal, suggeriscono (1) che non sempre il tessuto adiposo in eccesso si associa a una funzione metabolica anormale e che fino a un certo grado l’obesità può avere un ruolo protettivo per la salute in pazienti affetti da malattie […]

  • Frutta e verdura per dimagrire in menopausa

    In menopausa è più facile aumentare di peso e più difficile perderlo. I ricercatori della Università di Pittsburgh hanno enucleato alcuni comportamenti che possono aiutare le donne in menopausa a controllare il peso. Secondo i ricercatori aumentare il consumo di frutta e verdura e diminuire il consumo di dolci, bevande zuccherate, carni e formaggi è […]

  • Tassa sulle bibite gassate, contraria la Coldiretti

    Provocatoria la risposta della Coldiretti, per messo di un comunicato stampa, alla proposta del Governo di tassare le bibite gassate che contengono zucchero. “Per migliorare concretamente la qualità dell’alimentazione nelle giovani generazioni – si legge nel comunicato – occorre aumentare la quantità di frutta nelle bibite che oggi per legge contengono appena il 12 per […]

  • Scoperta relazione fra obesità e recidiva del cancro al seno

    Le donne obese e in sovrappeso sono soggette ad un aumento del rischio di recidiva del tipo più comune tipo di cancro al seno. I chili di troppo, anche per le donne che sono sovrappeso e non sono obese, possono comportare un più alto tasso di recidiva del tipo più comune di cancro al seno, […]

  • Curare l’obesità con gli antibiotici

    Secondo una ricerca che ha studiato l’interazione tra dieta, batteri, sistema immunitario e vaccini gli antibiotici potrebbero essere utili per curare l’obesità. I batteri nell’intestino svolgono un ruolo fondamentale nella digestione. Essi forniscono gli enzimi necessari per l’assorbimento di molte sostanze nutrienti, sintetizzare alcune vitamine e aumentare l’assorbimento di energia dal cibo. Recentemente gli scienziati […]

  • Infezioni dopo il parto cesareo sono il 10% e soprattutto nelle donne obese

    Secondo una ricerca pubblicata su BJOG le donne che partoriscono con il cesareo corrono un più alto rischio di contrarre delle infezioni soprattutto, se sono obese. La percentuale di nascite con taglio cesareo, in Inghilterra è aumentata notevolmente negli ultimi 30 anni dal 9% nel 1980 al 25% nel 2009-10. Questo studio stima che una […]