Gaianews

ricerca

  • Dopo un grave lutto aumenta il rischio di infarto

    Il rischio che una persona subisca un attacco di cuore aumenta di circa 21 volte nelle prime 24 ore dopo aver perso una persona cara, secondo uno studio condotto dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center. Lo studio pubblicato il 9 gennaio online sulla rivista Circulation sostiene che il rischio di attacco di cuore […]

  • Sottovalutato il numero di specie a rischio a causa dei cambiamenti climatici

    Il numero di animali e piante che si estingueranno a causa dei cambiamenti climatici è probabilmente sottostimato. La previsione delle estinzioni di piante e animali è comunemente inserita nei modelli sui cambiamenti climatici. Ma un nuovo studio mostra che, poiché questi modelli climatici non tengono conto della concorrenza fra le specie e gli spostamenti, potrebbero […]

  • Predisposizione al cancro: in America la maggior parte ne parla coi figli

    In America è pratica invalsa di cercare di capire, attraverso analisi genetiche, la predisposizione dei propri figli al cancro. Un nuovo studio ha scoperto che quando i genitori fanno il test per la predisposizione al  cancro al seno, molti condividono i risultati con i loro bambini, anche quelli molti piccoli. Pubblicato online su  Cancer, una […]

  • Colpi di calore: aumentano con l’aumento della temperatura globale, ma un pillola può salvarci la vita

    Il colpo di calore, quando il nostro corpo è esposto a lungo ad una forte fonte di calore, può causare grande malessere, ma anche la morte. Dal 1997 al 2006 le vittime per colpo di calore in America sono raddoppiate  e sono state 55000 le persone che hanno dovuto fare ricorso a cure ospedaliere. Ma, […]

  • Cibo colorato per aumentare l’appetito dei bimbi

    I genitori dei piccoli schizzinosi possono incoraggiare i loro figli ad una dieta nutrizionalmente più diversificata con l’introduzione di pasti più colorati, secondo un nuovo studio della Cornell University. Lo studio rileva che i cibi colorati sono più attraenti per i bambini rispetto agli adulti. In particolare, i piatti cibo con sette elementi diversi e […]

  • Estinzione di massa della Terra: una nuova scoperta riguarda anche i nostri giorni

    Secondo gli scienziati ci sarebbe una nuova causa per la più grande estinzione che è avvenuta sulla Terra 250 milioni di anni fa: un afflusso di mercurio nell’ecosistema. “Nessuno si era mai chiesto se il mercurio fosse un colpevole potenziale. In questo periodo c’è stata la maggiore attività vulcanica nella storia della Terra e oggi sappiamo […]

  • Levitazione magnetica sui moscerini offre indizi per il futuro della vita nello spazio

    Utilizzando potenti magneti per far levitare moscerini della frutta gli scienziati dell’Università di  Nottingham stanno cercando indizi di vitale importanza su come gli organismi biologici siano influenzati da condizioni di assenza di peso nello spazio. Il team di scienziati ha dimostrato che la simulazione di assenza di gravità nei moscerini della frutta  sulla Terra con […]

  • Anomalie del sistema immunitario e autismo: scoperta relazione

    L’autismo può essere collegato ad anomalie caratteristiche del sistema immunitario e del frammento di una  proteina. Le anomalie del sistema immunitario che sono simili a quelli osservate nei disturbi dello spettro autistico sono stati collegati alla proteina precursore dell’amiloide (APP), in una ricerca della University of South Florida’s Department of Psychiatry and the Silver Child […]

  • Api che abbandonano l’alveare: la causa è un parassita

    Comprendere le infezioni provenienti dalle  mosche può far luce sull’ abbandono degli alveari da parte di colonie di api, il Colony Collapse Disorder. In un articolo pubblicato il 3 gennaio 2012 la rivista PLoS ONE, l’entomologo Brian Brown, rivela una nuova minaccia per le api da miele e, forse, una spiegazione parziale per il Colony […]

  • Il cibo spazzatura fa invecchiare il cervello

    Gli scienziati della Oregon Health and Science University, del Portland Medical Center e dell’Oregon State University hanno scansionato il cervello di 42 volontari e hanno prelevato campioni di sangue di 104 persone con un’età media di 87 anni che non hanno avuto la malattia di Alzheimer. Hanno scoperto che le persone con elevate quantità di […]

  • Nichel e selenio contro il tumore al pancreas

    Secondo una ricerca del Centro Nazionale Spagnolo di Ricerca sul Cancro (Spanish National Cancer Research Centre, CNIO), diretto dalla dottoressa Núria Malats e pubblicata su Gut un’alimentazione ricca di selenio e nichel aiuta a prevenire il cancro al pancreas. La ricerca è stata svolta su 118 malati di cancro e 399 volontari sani sui quali […]

  • C’è una relazione fra l’obesità e alcune funzioni del cervello

    Il numero di persone che soffrono di una o più di una delle malattie conseguenti all’obesità, tra cui il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache, è in rapida crescita. Finora, i farmaci progettati per trattare l’obesità hanno dimostrato un’efficacia limitata e sono stati associati a gravi effetti collaterali. Questo in gran parte perché […]

  • Mangiar male: una nuova forma di rischio professionale?

    La dieta povera dei lavoratori su turni deve essere considerata un nuovo rischio per la salute sul lavoro, secondo un editoriale pubblicato in PLoS Medicine di questo mese. L’editoriale si basa su precedenti lavori pubblicati sulla rivista, che hanno mostrato un’associazione tra un aumentato rischio di diabete di tipo 2 ed i modelli di rotazione […]

  • Nuovi indizi sui primi pesci terrestri

    Un pesce piccolo che striscia su arti piccoli e tozzi in uno stagno deserto in contrazione è un’icona dello spirito di adattamento, emblematico di una teoria sul passaggio evolutivo tra pesci e anfibi. Questa immagine di un tale drastico adattamento alle mutevoli condizioni ambientali, tuttavia, può, a sua volta, evolvere in una nuova immagine. Gregory […]

  • Sclerosi multipla: scoperta connessione con le dimensioni del talamo

    I ricercatori di Radiologia presso l’Università del Texas Health Science Center a Houston (UTHealth) hanno trovato prove che la sclerosi multipla colpisce una zona del cervello che controlla le funzioni cognitive, sensoriali e motorie oltre al danno invalidante causato dalle lesioni visibili della malattia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati in una recente edizione […]

  • Scoperta relazione fra libero mercato, fast food e obesità

    Una nuova ricerca dell’Università del Michigan suggerisce che l’obesità può essere vista come uno degli effetti collaterali indesiderati delle politiche di libero mercato. Uno studio su 26 paesi ricchi mostra che i paesi con una maggiore densità di ristoranti e fast food pro capite hanno tassi più alti tassi di obesità rispetto ai paesi con […]

  • Vaccino HIV: comincia la sperimentazione sugli umani

    I ricercatori della University of Western Ontario  hanno annunciato ieri che è stato dato il via libero alla sperimentazione di un vaccino che previene l’HIV dalla Food and Drug Administration per iniziare le sperimentazioni cliniche sugli esseri umani. Gli scienziati della University of Western Ontario, finanziariamente sostenuti dalla società farmaceutica Sumagen , hanno sviluppato il […]

  • La dieta mediterranea allunga la vita

    Una dieta mediterranea con grandi quantità di verdure e pesce allunga la vita. Questo è il risultato unanime dei quattro studi che saranno pubblicati dalla Accademia Sahlgrenska dell’Università di Göteborg. Gli studi di ricerca fin dal 1950 hanno dimostrato che una dieta mediterranea, basata su un elevato consumo di pesce e verdure e un basso […]

  • Emissioni da attività umane hanno più effetti di quelli previsti finora

    Molte delle particelle nell’atmosfera sono prodotte dal mondo naturale, ed è possibile che le piante abbiano ridotto negli ultimi decenni gli effetti dei gas a effetto serra prodotti dall’attività umana. Una conseguenza di questo è che il clima potrebbe essere più sensibile alle emissioni causate dalle attività umane di quanto abbiamo precedentemente creduto. Gli scienziati […]

  • Scoperti microbi che potrebbero sopravvivere su Marte

    Un team di scienziati dell’Oregon ha prelevato microbi  dal ghiaccio all’interno di un tubo di lava nelle Cascade Mountains e ha scoperto che  possono sopravvivere a basse temperature, in condizioni simili a quelle che si trovano su Marte. I microbi tollerano temperature vicine allo zero  e bassi livelli di ossigeno, e possono crescere in assenza di […]