Gaianews

Alimentazione

  • Confermato legame tra cibo spazzatura e depressione

    Secondo un recente studio degli scienziati dell’Università di Las Palmas e dell’Università di Granada chi mangia cibo spazzatura ha il 51% di probabilità in più, rispetto a chi non ne mangia, di cadere in depressione. La ricerca è pubblicata sulla rivista Public Health Nutrition Secondo la ricerca è possibile osservare anche un effetto legato alla […]

  • Pranzo: importante farlo con calma e assumere carboidrati

    Il pranzo è un pasto importante nella giornata e molti di noi sono costretti a consumare i prorpi pasti velocemente, in un bar o fast food, o magari davanti al computer. Tutti comportamenti estremamente dannosi come ha dichiarato Michele Carruba, direttore del Centro studi e ricerche dell’universita’ di Milano all’AGI “La pausa pranzo e’ un […]

  • Chi mangia cioccolato regolarmente è più magro

    Uno studio che è stato pubblicato su Archives of Internal Medicine dimostra che coloro che mangiano cioccolato regolarmente sono più magri. Lo studio è stato svolto da ricercatori della University of California guidati da Beatrice Golomb. I ricercatori hanno ipotizzato che i benefici del consumo di una piccola quantità di cioccolato al giorno potessero compensare […]

  • Cancro al seno: gli omega 3 aiutano contro la stanchezza

    Secondo uno studio del National Cancer Institute e pubblicato sul Journal of Clinical Oncology per le donne che hanno avuto un cancro al seno e si sentono “stanche” anche dopo anni a causa delle terapie che hanno dovuto subire, può essere utile mangiare due o tre volte a settimana salmone, tonno e sgombro. Questi alimenti […]

  • Create in Australia le uove anallergiche

    Arriva dall’Australia la soluzione per coloro che soffrono di allergie alle uova. Infatti dei ricercatori della Deakin University di Melbourne hanno creato delle uova che non contengono le 4 proteine che causano l’allergia. La tecnica utilizzata non è una modifica genetica come comunemente intesa. I ricercatori ci tengono infatti a sottolineare che non saranno create […]

  • Alimentazione mediterranea alleata contro l’Alzheimer

    Secondo i geriatri della Societa’ Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG) gli antiossidanti e i polifenoli che si trovano in olio, vino, caffe’ e noci possono essere utili a mantenere il cervello in salute e a prevenire l’Alzheimer. Infatti è stato dimostrato che l’olio aiuta la memoria, il caffè soprattutto quella a lungo termine. Le […]

  • Antiossidanti: i popcorn meglio di frutta e verdura

    I popcorn posseggono alti livelli di antiossidanti naturali, addirittura maggiori di quelli presenti in frutta e verdura. Lo sostengono ricercatori dell’Università di Scranton in Pennsylvania che, dopo aver calcolato la quantità di polifenoli totali presenti in uno degli snack più amati e consumati al mondo, sono giunti alla conclusione che il granoturco soffiato possiede sorprendenti […]

  • Dal Ministero della Salute Arriva Capitan Kuk, l’eroe di frutta e verdura

    In Italia il 39% dei bambini di età compresa fra gli 8 e gli 11 anni sono in sovrappeso. Inoltre, secondo i dati  presentati dal direttore generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione del ministero della Salute, Silvio Borriello,”Il 23% dei genitori dichiara che i propri figli, in eta’ compresa tra i 3 e i 12 […]

  • La giusta alimentazione per il cuore: in Italia mancano frutta e verdura

    L’osservatorio Nutrizionale Grana Padano ha effettuato una ricerca sull’alimentazione degli italiani per verificare quanto sono presenti i flavonoidi nella loro alimentazione quotidiana. I flavonoidi sono sostanze benefiche per prevenire le malattie cardiovascolari, come confermato da uno studio pubblicato su American Journal of Clinical Nutrition nel gennaio 2012. La ricerca condotta su oltre 7000 persone sopra […]

  • Carne rossa legata a cancro e malattie cardiovascolari

    Il crescente consumo di carne rossa, sia trasformata che non, è associato ad un maggior rischio di morte secondo i dati di due importanti studi prospettici. Attraverso ben 28 anni di follow-up, ogni porzione supplementare di carne rossa al giorno è risultata associata ad un aumento dal 13% al 20% di aumento del rischio di […]

  • Coloranti della Coca Cola cancerogeni in California

    La Coca Cola e la Pepsi in America saranno costrette a cambiare colore delle loro bevande. Infatti il 4-methylimidazole , colorante contenuto nelle bibite, è stato dichiarato dalla California come cancerogeno. In realtà è stata la stessa Food and Drug Administration a dichiarare che solo bevendo migliaia di lattine potrebbe potrebbero provocarsi effetti cancerogeni. «Anche se […]

  • Ictus nelle donne si previene con gli agrumi

    Per prevenire l’ictus le donne possono contare sull’aiuto degli agrumi: arance e pompelmi. E’ il risultato di una ricerca condotta dalla Norwich Medical School – University of East Anglia su 69.622 donne su un periodo di 14 anni. Le donne hanno dovuto annotare le loro abitudini alimentari e i ricercatori hanno analizzato i dati riguardanti […]

  • Digiunare fa bene al cervello e fa vivere più a lungo

    Digiunare fa bene al cervello e fa vivere più a lungo: lo dicono i ricercatori del National Institute on Ageing di Baltimora (Usa). I ricercatori hanno dimostrato che il idgiuno innesta un meccanismo virtuoso che tiene lontane Parkinson e Alzheimer. Secondo il ricercatore Mark Mattson  un taglio di 500 calorie due volte a settimana potrebbe […]

  • Per gli anziani mangiare troppo può contribuire alla perdita di memoria

    Secondo una nuova ricerca consumare tra le 2.100 e le 6.000 calorie al giorno può raddoppiare il rischio di perdita di memoria, o di decadimento cognitivo lieve (mild cognitive impairment – MCI), fra le persone di 70 anni o più. Lo studio è stato pubblicato oggi e sarà presentato presso il meeting annuale dell’American Academy […]

  • Aumento dell’attività fisica a scuola utile per obesità infantile

    Secondo i dati del progetto Okkio alla Salute, del 2008 si può stimare che in Italia il problema del sopvrappeso in età infantile riguardi il 12,3% dei bambini (a cui si deve aggiungere il 23,6% di bambini sovrappeso). Un bambino obeso ha maggiori probabilità di rimanere tale in età adulta rispetto ad un bambino normopeso. […]

  • Cibo colorato per aumentare l’appetito dei bimbi

    I genitori dei piccoli schizzinosi possono incoraggiare i loro figli ad una dieta nutrizionalmente più diversificata con l’introduzione di pasti più colorati, secondo un nuovo studio della Cornell University. Lo studio rileva che i cibi colorati sono più attraenti per i bambini rispetto agli adulti. In particolare, i piatti cibo con sette elementi diversi e […]

  • Il cibo spazzatura fa invecchiare il cervello

    Gli scienziati della Oregon Health and Science University, del Portland Medical Center e dell’Oregon State University hanno scansionato il cervello di 42 volontari e hanno prelevato campioni di sangue di 104 persone con un’età media di 87 anni che non hanno avuto la malattia di Alzheimer. Hanno scoperto che le persone con elevate quantità di […]

  • C’è una relazione fra l’obesità e alcune funzioni del cervello

    Il numero di persone che soffrono di una o più di una delle malattie conseguenti all’obesità, tra cui il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache, è in rapida crescita. Finora, i farmaci progettati per trattare l’obesità hanno dimostrato un’efficacia limitata e sono stati associati a gravi effetti collaterali. Questo in gran parte perché […]

  • Scoperta relazione fra libero mercato, fast food e obesità

    Una nuova ricerca dell’Università del Michigan suggerisce che l’obesità può essere vista come uno degli effetti collaterali indesiderati delle politiche di libero mercato. Uno studio su 26 paesi ricchi mostra che i paesi con una maggiore densità di ristoranti e fast food pro capite hanno tassi più alti tassi di obesità rispetto ai paesi con […]

  • La dieta mediterranea allunga la vita

    Una dieta mediterranea con grandi quantità di verdure e pesce allunga la vita. Questo è il risultato unanime dei quattro studi che saranno pubblicati dalla Accademia Sahlgrenska dell’Università di Göteborg. Gli studi di ricerca fin dal 1950 hanno dimostrato che una dieta mediterranea, basata su un elevato consumo di pesce e verdure e un basso […]