Gaianews

Salute: tumore prostata via in 5 giorni con nuova radioterapia dell’IEO

In solo cinque giorni, contro le otto settimane necessarie prima, sarà possibile concludere un intero ciclo di radioterapia

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 23.02.2013

In solo cinque giorni, contro le otto settimane necessarie prima, sarà possibile concludere un intero ciclo di radioterapia. La scoperta è stata effettuata dal nuovo centro ARC di Radioterapia Avanzata dell’Istituto Europeo di Oncologia.

CancroLa radioterapia ad alte dosi per il tumore della prostata, il primo tumore che colpisce l’uomo in Italia, può oggi essere curato con una radioterapia breve e mirata che raggiunge una dose molto alta (i 35 Gy totali del nuovo schema sono equivalenti in termini biologici a 84 Gy in un trattamento convenzionale, dove Gy è una grandezza che misura la quantità di radiazioni assorbita).

“Il tumore della prostata sarà presto una malattia curabile nella maggioranza dei casi con un’ottima qualità della vita per gli uomini affetti. Grazie a una diagnosi precoce efficace e a trattamenti brevi e oncologicamente radicali come la radioterapia robotica in cinque giorni, terapia che ci ha visto primi in Italia e tra i primi in Europa, possiamo garantire un rapido recupero e il ritorno alla vita personale, familiare e lavorativa con minimi effetti collaterali”, ha detto  Umberto Veronesi, Direttore Scientifico dell’IEO.

Roberto Orecchia, Direttore della Divisione di Radioterapia di IEO e Direttore Scientifico della Fondazione CNAO, ha aggiunto: “Il tumore della prostata riguarda purtroppo moltissimi uomini, le cure si diversificano in base alla situazione. La radioterapia ha un ruolo importante in tutti i casi nei quali la chirurgia presenti difficoltà o possibili complicanze. Le nuove tecniche di radioterapia hanno reso i trattamenti più efficaci e precisi grazie all’aumento delle dosi e alla selettività delle zone da irradiare. Ora l’uso di schemi ultraveloci e, nel prossimo futuro, anche di ioni carbonio rende queste cure ancora più utili per migliaia di pazienti”.

“Siamo molto fieri del centro di Radioterapia Avanzata, che in un anno ha trattato più di tremila pazienti affetti da diverse malattie tumorali – dice Mauro Melis, Amministratore Delegato di IEO – Il tumore della prostata è il secondo tumore in ordine di frequenza nei nostri trattamenti di radioterapia: avere ottenuto il risultato di abbreviare gli schemi di cura a soli cinque giorni è importante per la qualità della vita dei pazienti non più costretti a lunghe settimane di trattamento quotidiano, ma anche per l’organizzazione delle attività sanitarie”.

E l’eccellenza IEO ha attirato a Milano i maggiori specialisti del mondo per un congresso internazionale sulla radioterapia che si terrà il 22 e 23 febbraio prossimi e sarà diretto proprio da Roberto Orecchia insieme al collega Eric Lartigau del centro Oscar Lambret di Lille.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Redazione di Gaianews.it scrive:

    @antonio

    Gentilissimo,
    deve rivolgersi al centro ARC, ecco il link con tutti i contatti:
    https://www.ieo.it/Italiano/ServiziPazienti/Pages/Contattaci.aspx

    In bocca al lupo!

  • antonio l. scrive:

    HO 76 ANNI E SONO AFFETTO DA ADENOCARCINOMA ACINARE PROSTATICO G6(3+3)SEC.GLEASON COMBINATO.LA NEOPLASIA è PRESENTE IN UN UNICO FRUSTOLO BIOPTICO ALLA BASE DEL LOBO DESTRO,DOVE OCCUPA UN SEGMENTO DELLA LUNGHEZZA DI MM.2,2.VORREI SAPERE SE POSSO ESSERE SOTTOPOSTO ALLA NUOVA RADIOTERAPIA IN 5 GIORNI E QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI. GRAZIE.

  • Turi Palmeri scrive:

    Ho 65 anni in seguito ad una biopsia mi è stato riscontrato un adencarcinoma prostatico a cellule acinari Gleason score 6(3+3)con infiltrazione 10%della base del lobo prostatico sinistro. L’urologo mi ha prospettato due alternative di intervento: una chirurgica e una radioterapica. Desidero conoscere quali potrebbero essere gli effetti postumi a questa nuova radioterapia.Ringrazio anticipatamente per la risposta che mi darete.

  • Giancarlo Ricciardulli scrive:

    Ho 76 anni e sono affetto da prostata che sembrerebbe circoscritta. Ho fatto tutti gli esami del caso compreso la peet con colina.
    Vorrei sapere se posso essere curato con il nuovo sistema IEO in cinque giorni.Grazie